Home » Agenda » Il futuro del clima del pianeta e l’urgenza di agire:

Il futuro del clima del pianeta e l’urgenza di agire

novembre 16, 2010 Agenda

HansenData: 2 dicembre 2010 ore 10.30 – 13.00

Location: Aula De Donato (SO1) Campus Leonardo – P.zza Leonardo da Vinci, 32 Milano

Sito web: www.polimi.it

Continua l’iniziativa “Pianeta 3000” che il Corso di Studi in
Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio del Politecnico di Milano
ha promosso per migliorare l’informazione nei vari settori delle
discipline ambientali e territoriali e per mettere in evidenza il
loro ruolo nell’ambito economico e sociale.
Il seminario del 2 dicembre 2010 propone una delle voci più
importanti del dibattito sui cambiamenti climatici, James
Hansen.
Hansen è professore di Scienze della Terra e dell’Ambiente
presso la Columbia University di New York ed è direttore del
Goddard Institute for Space Studies della NASA. Autore di
oltre 150 pubblicazioni scientifiche, molte delle quali di grande
importanza per la scienza del clima, fin dagli anni ’80 James
Hansen è stato tra i primi a comprendere il rilevante effetto
delle emissioni dei gas serra in atmosfera. Nel 2010 Hansen
ha pubblicato il suo primo libro divulgativo, “Storm of my
grandchildren”, pubblicato in italiano da Edizioni Ambiente con
il titolo “Tempeste”.
In questo libro, Hansen illustra l’effetto serra attraverso
un’interessante prospettiva extra-planetaria e ne descrive
le possibili degenerazioni catastrofiche. Nonostante questi
scenari rimangano per ora ipotetici, la gravità delle possibili
conseguenze pone seri motivi di riflessione di natura etica e
pratica.
Nel suo libro Hansen mostra come esistano soluzioni al
problema climatico, ma segnala, sulla base della propria
esperienza umana e professionale, la mancanza di una volontà
politica di attuarle, e la pericolosità di questa situazione per
il clima del pianeta. Secondo Hansen, il consumo crescente
di combustibili fossili e la deforestazione, che già hanno
modificato gli equilibri climatici del pianeta e contribuito
alla distruzione della biodiversità, possono minacciare
la sopravvivenza della vita sulla Terra, se non si agirà
rapidamente, perché, sfortunatamente, “la natura e le leggi
della fisica non scendono a compromessi”.
L’iniziativa è rivolta in primo luogo agli studenti e ai docenti
del Politecnico, ma è aperta a tutte le persone desiderose di
ampliare le proprie conoscenze sugli argomenti proposti.
Il seminario si terrà in inglese.
Continua l’iniziativa “Pianeta 3000” che il Corso di Studi in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio del Politecnico di Milano ha promosso per migliorare l’informazione nei vari settori delle discipline ambientali e territoriali e per mettere in evidenza il loro ruolo nell’ambito economico e sociale. Il seminario del 2 dicembre 2010 propone una delle voci più importanti del dibattito sui cambiamenti climatici, James Hansen.
Hansen è professore di Scienze della Terra e dell’Ambiente presso la Columbia University di New York ed è direttore del Goddard Institute for Space Studies della NASA. Autore di oltre 150 pubblicazioni scientifiche, molte delle quali di grande importanza per la scienza del clima, fin dagli anni ’80 James Hansen è stato tra i primi a comprendere il rilevante effetto delle emissioni dei gas serra in atmosfera.
Nel 2010 Hansen ha pubblicato il suo primo libro divulgativo, “Storm of my grandchildren”, pubblicato in italiano da Edizioni Ambiente con il titolo “Tempeste”. In questo libro, Hansen illustra l’effetto serra attraverso un’interessante prospettiva extra-planetaria e ne descrive
le possibili degenerazioni catastrofiche. Nonostante questi scenari rimangano per ora ipotetici, la gravità delle possibili conseguenze pone seri motivi di riflessione di natura etica e pratica.
Nel suo libro Hansen mostra come esistano soluzioni al problema climatico, ma segnala, sulla base della propria esperienza umana e professionale, la mancanza di una volontà politica di attuarle, e la pericolosità di questa situazione per il clima del pianeta. Secondo Hansen, il consumo crescente di combustibili fossili e la deforestazione, che già hanno modificato gli equilibri climatici del pianeta e contribuito
alla distruzione della biodiversità, possono minacciare la sopravvivenza della vita sulla Terra, se non si agirà rapidamente, perché, sfortunatamente, “la natura e le leggi della fisica non scendono a compromessi”.
L’iniziativa è rivolta in primo luogo agli studenti e ai docenti del Politecnico, ma è aperta a tutte le persone desiderose di ampliare le proprie conoscenze sugli argomenti proposti. Il seminario si terrà in inglese.
Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

maggio 25, 2018

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

Il Coradia iLint di Alstom, il primo treno regionale del mondo a celle a combustibile idrogeno ha vinto il 4 maggio scorso il premio GreenTec Award 2018 nella categoria Mobility by Schaeffler. Il premio è stato ufficialmente conferito ad Alstom nel sito produttivo di Salzgitter, in Germania, dove si è svolta una cerimonia dedicata, prima [...]

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende