Home » Comunicati Stampa »Internazionali »Politiche »Progetti » “Donne, Diritti e Clima”: Italian Climate Network lancia la nuova sezione femminile:

“Donne, Diritti e Clima”: Italian Climate Network lancia la nuova sezione femminile

Venerdì 25 settembre i leader mondiali, riuniti all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York, hanno sottoscritto i Sustainable Development Goals, i 17 nuovi impegni da conseguire entro il 2030. Tra gli scopi, eliminare l’estrema povertà, combattere i cambiamenti climatici e eliminare le disuguaglianze di genere. Infatti, il 70% delle persone povere che vivono con meno di 1 dollaro al giorno sono donne: la povertà è uno dei fattori a causa dei quali l’impatto dei cambiamenti climatici sulle donne è considerevolmente maggiore rispetto agli uomini.

Un dato che si ripercuote anche sulle migrazioni indotte dai cambiamenti climatici: tra il 75 e l’80% dei 27 milioni di profughi al mondo sono donne e bambini. E’ proprio per approfondire cause e conseguenze della maggior vulnerabilità del genere femminile rispetto ai cambiamenti climatici che l’Italian Climate Network ha lanciato la nuova sezione “Donne, Diritti e Clima”.

La nuova sezione sarà un’importante opportunità di ampliamento delle aree d’azione dell’Italian Climate Network, anche in vista della prossima Conferenza delle Parti sui Cambiamenti Climatici (COP21) di Parigi del prossimo dicembre, che dovrà consegnare al mondo un accordo giusto, ambizioso e vincolante al fine di raggiungere gli obiettivi posti dalla scienza per limitare gli effetti dei cambiamenti climatici.

“Nei paesi in via di sviluppo le donne sono particolarmente vulnerabili alle crisi climatiche, ma allo stesso tempo si sono dimostrate forti agenti di stabilità sociale, crescita economica e risposta alle problematiche ambientali” afferma Chiara Soletti, responsabile della sezione Donne, Diritti e Clima, aggiungendo che “l’empowerment delle donne non è solo un dovere morale ma anche un passo irrinunciabile verso una giustizia sociale e una sostenibilità ambientale sempre maggiori. Cercare soluzioni efficaci al cambiamento climatico senza tenere in considerazione le problematiche di genere sarebbe quindi superficiale”.

Per assicurare che il principio dell’equità di genere venga integrato negli accordi sul clima, la United Nations Framework Convention on Climate Change (UNFCCC) nel 2009 ha creato la Women and Gender Constituency, formata da 15 organizzazioni e network che si occupano di donne e cambiamento climatico, con oltre 100 attivisti e esperti di genere attivi.

A partire da oggi, e soprattutto durante la COP21 di Parigi, Italian Climate Network, seguirà il lavoro della Women and Gender Constituency della UNFCCC sulle 5 tematiche, – finanza, tecnologia trasferibile e sviluppo, capacity building, mitigazione, adattamento e danni di perdita – che sono di primo riferimento nella sua azione e di centrale importanza nel grande mosaico non solo della questione climatica ma anche degli obiettivi di lungo periodo fissati dalle Nazioni Uniti come mostrato dall’obiettivo 5 degli SDGs, focalizzato proprio sull’uguaglianza tra uomini e donne.

Nel percorso verso Parigi, Italian Climate Network coinvolgerà dunque i propri associati e l’opinione pubblica, tramite articoli dedicati su questione femminile e cambiamenti climatici: un aspetto della questione climatica di non immediata percezione, ma di sostanziale rilevanza, secondo l’associazione. “Siamo orgogliosi di questa nuova iniziativa, resa possibile grazie alla proposta di Chiara, che porterà avanti le attività della sezione. – ha dichiarato Veronica Caciagli, presidente dell’Italian Climate Network. - Le donne, per il loro ruolo sociale, svolgono spesso compiti direttamente connessi alla gestione dell’ecosistema e all’alimentazione perciò l’adattamento sostenibile ai cambiamenti climatici non può prescindere dalla questione di genere se vuole avere successo. Inoltre, l’accesso alle risorse e ai processi decisionali è gravemente pregiudicato dalla discriminazione verso le donne in termini di reddito, potere politico e istituzionale, istruzione e responsabilità familiare. Non è possibile realizzare un’effettiva giustizia climatica senza tenere in considerazione le politiche per la parità di genere”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

marzo 20, 2017

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua del 22 marzo, InSinkErator, multinazionale americana leader mondiale nel settore dei dissipatori alimentari, presenta sul mercato italiano il nuovo erogatore antispreco 3N1, in grado di far risparmiare una risorsa sempre più preziosa come l’acqua. L’utilizzo casalingo, con cucina e bagno in testa, è infatti tra le principali cause dello spreco di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende