Home » Comunicati Stampa » 10 azioni green per “coltivare” la sostenibilità:

10 azioni green per “coltivare” la sostenibilità

ottobre 12, 2011 Comunicati Stampa

Dieci azioni green per “coltivare” la sostenibilità. E’ il vademecum del WWF Italia per un’agricoltura sostenibile, rispettosa di biodiversità, risorse idriche e del clima, che a partire dallo scorso 8 ottobre  fino al prossimo novembre l’associazione del Panda divulgherà con 4 workshop in diverse regioni d’Italia, proprio alla vigilia della presentazione della Nuova Politica Agricola Comune (PAC) dell’Unione Europea.

Una maratona dedicata alle nuove sfide ambientali delle politiche agricole europee e che culminerà con il Salone Nazionale dell’Agriturismo, Agri@Tour, che si terrà ad Arezzo dal 11 al 13 Novembre, dove il WWF sarà presente con uno spazio convegni, dibattiti, mostre e laboratori.

Il primo appuntamento è stato nelle Marche, a Montalto di Cessapalombo, nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini,  dove rappresentanti del Ministero  delle Politiche Agricole e Forestali, delle Regioni, delle Università e delle Associazioni di categoria degli agricoltori si sono confrontati sul tema “Agricoltura e Biodiversità”. Prossime tappe del viaggio saranno il 21 ottobre, in Basilicata, sul tema “Agricoltura, cambiamenti climatici ed energie rinnovabili”; in Lombardia il  28 ottobre sul tema “Agricoltura, gestione del territorio e delle risorse idriche”, per finire ad Arezzo dal 11 al 13 Novembre con tre incontri analoghi nell’ambito del Salone Nazionale dell’Agriturismo.

Gli incontri promossi dal WWF Italia sono parte integrante di un progetto di comunicazione ed informazione sulla PAC realizzato in collaborazione con Arezzo Fiere e Congressi nell’ambito di Agri@Tour il Salone Nazionale dell’Agriturismo, con il contributo della DG Agricoltura della Commissione Europea.Gli incontri in programma saranno accompagnati dalla presentazione di una mostra sui temi ambientali legati all’agricoltura multifunzionale e da materiali informativi rivolti al pubblico.

Con questa iniziativa il WWF Italia vuole accendere i riflettori sulla prossima importante scadenza della riforma della PAC post 2013 e le sue relazioni con le quattro sfide ambientali: la conservazione della biodiversità, mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, produzione delle energie rinnovabili in agricoltura e gestione sostenibile delle risorse idriche.  Mercoledì 12 ottobre la Commissione Europea presenterà le proposte legislative per la riforma della Politica Agricola Comune (PAC) 2014-2020, il network dei WWF europei esprime forti preoccupazioni riguardo alla possibilità che le proposte della Commissione potrebbero non essere in grado di salvare le risorse naturali dell’Europa come la terra, l’acqua, la biodiversità, per un’agricoltura sostenibile.

I WWF europei hanno  inviato una  lettera appello ai Commissari europei per evitare che la riforma annunciata come una svolta significativa verso un’agricoltura verde non si traduca in una autentica “PAC greenwash”, una politica agricola comunitaria solo ‘apparentemente verde’.  Per il WWF, in tempi caratterizzati da grande austerità e severi vincoli di bilancio per tutti gli Stati Membri, una nuova PAC deve stabilire degli obiettivi prioritari e dimostrare come può garantire i risultati finalizzati al loro raggiungimento.   “Sarebbe inaccettabile immaginare che i contribuenti, già fortemente sotto pressione, possano approvare spese che comportino sprechi di denaro o, peggio ancora, sussidi caratterizzati da effetti dannosi per i beni pubblici come l’ambiente – dichiara  Stefano Leoni, Presidente nazionale del WWF Italia – Malgrado l’introduzione di alcune nuove misure per l’ambiente le attuali proposte, ove approvate senza variazioni, saranno ben lontane dal garantire una reale riforma e addirittura costituirebbero un passo indietro rispetto alle precedenti negoziazioni sulla riforma”.

La società civile e in particolare le ONG ambientaliste hanno sinora difeso strenuamente il bilancio della PAC, riconoscendo il contributo dell’agricoltura alla difesa dell’ambiente e l’esigenza di garantire per questo il mantenimento  di un settore agricolo  sicuro, sano e dinamico in Europa. Il WWF nel suo appello ha voluto però sottolineare l’importanza dell’inserimento di un forte e significativo ‘accento verde’ nel futuro del settore agricolo europeo. I contenuti della riforma della PAC post 2013 dovranno per questo garantire davvero risultati positivi per l’ambiente.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

dicembre 5, 2016

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

Il tempo è scaduto, le isole rischiano di sparire a causa degli effetti dei cambiamenti climatici. Le istituzioni a livello internazionale dovrebbero prenderne atto e agire velocemente per contrastare il fenomeno e supportare l’innovazione tecnologica nelle isole. È l’appello che arriva dalle istituzioni e popolazioni delle isole che oggi sono in prima linea ad affrontare, [...]

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

dicembre 5, 2016

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

Immaginate una nazione di medie dimensioni, come l’Ungheria, il Portogallo o la Repubblica Ceca. Ora immaginate l’intera area di quella nazione ricoperta da cemento e asfalto: è grossomodo la superficie di suoli agricoli che negli ultimi 50 anni è stata “consumata” da insediamenti e infrastrutture nei 28 paesi dell’Unione Europea. Il suolo continua ad essere [...]

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende