Home » Comunicati Stampa »Nazionali »Politiche » 10 milioni di euro in Piemonte per ridurre le immissioni inquinanti:

10 milioni di euro in Piemonte per ridurre le immissioni inquinanti

febbraio 17, 2012 Comunicati Stampa, Nazionali, Politiche

Una prima tranche di 10 milioni di euro per finanziare investimenti finalizzati alla riduzione delle immissioni di gas serra in atmosfera , in attuazione  a quanto previsto dal Protocollo di Kyoto.

E’ quanto prevede per la Regione Piemonte la Convenzione siglata ieri a Roma, presso la Cassa Depositi e Prestiti, dal presidente di Finpiemonte S.p.A., Massimo Feira. Alla presentazione hanno preso parte il Ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, il Ministro per lo Sviluppo Economico , Corrado Passera , i vertici della Cassa Depositi e prestit i, i rappresentanti dell’ ABI , delle regioni aderent i e degli enti gestori regionali .

A sette anni esatti dall’entrata in vigore del Protocollo Kyoto, il Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio ha dato formalmente avvio a un fondo rotativo per il finanziamento delle misure volte alla diminuzione di emissioni di elementi inquinanti.
Lo strumento, istituito presso la Cassa Depositi e Prestiti prevede su tutto il territorio nazionale un plafond di 600 milioni di euro che saranno ripartiti in 3 anni per finanziare investimenti finalizzati all’attuazione del Protocollo di Kyoto.

Il primo Ciclo di Programmazione prevede sul territorio piemontese, una dotazione finanziaria di circa 10 milioni di euro così ripartiti inizialmente su tre assi:
·    impianti per l’incremento dell’efficienza negli usi finali dell’energia nei settori civile e terziario (misura usi finali), che disporrà di una dotazione finanziaria di circa 8 milioni di euro;
·    impianti di piccola taglia per l’utilizzazione delle fonti rinnovabili per la generazione di elettricità e calore (misura fonti rinnovabili) che disporrà di una dotazione finanziaria di oltre 1,5 milioni di euro;
·    impianti di micro-cogenerazione diffusa ad alto rendimento elettrico e termico (misura micro-cogenerazione diffusa), che disporrà di una dotazione finanziaria di circa 500 mila euro;
Aziende, Enti Locali, condomini e privati cittadini potranno inoltrare domanda di finanziamento per progetti legati a uno dei sette ambiti previsti: motori elettrici; protossido di azoto; diffusa; ricerca; gestione forestale sostenibile, micro-cogenerazione, rinnovabili, usi finali.

« Il Governo regionale sta lavorando per affermare in Piemonte un modello di sviluppo in ambito energetico che abbia nel risparmio e nell’utilizzo di materiali innovativi la formula vincente. – commenta l’ assessore allo Sviluppo Economico, Massimo Giordano - Siamo stati la prima regione d’Italia a varare un bando sugli edifici a zero emissioni, che diverranno obbligatori dal 2020 così come richiede l’Europa. Abbiamo inoltre varato specifiche misure sull’ottimizzazione energetica dei processi produttivi e continueremo su questa strada, anche attraverso incentivi specifici al settore edilizio per la realizzazione di “smart buildings”. Il finanziamento che portiamo a casa rappresenta un ottimo incentivo alle nostre strategie ».

La Regione Piemonte ha affidato a Finpiemonte, quale finanziaria regionale e braccio operativo per lo sviluppo e la competitività del territorio, l’attività di raccolta e istruttoria preliminare, tecnica ed economico-finanziaria delle domande.

«L’accordo siglato oggi – commenta il presidente di Finpiemonte, Massimo Feira – conferma come un “sistema” possa essere attivato e messo a disposizione delle imprese e di tutti quei soggetti che, in un momento così difficile sotto l’aspetto congiunturale, decidono di investire, dimostrando di aver fiducia nel futuro. Un futuro che ha nella tutela ambientale e nel risparmio energetico due cardini dai quali partire per avviare una seria e concreta politica industriale ».

Il finanziamento agevolato sarà concesso, fino a esaurimento dei fondi disponibili, come quota parte del costo totale del progetto e le percentuali di agevolazione saranno del 90% per i soggetti pubblici e del 70% per imprese, persone fisiche, persone giuridiche private, condomini.
Cassa Depositi e Prestiti, in qualità di mandatario del Ministero dell’Ambiente, svolgerà attività di stipula, gestione dei contratti ed erogazione dei finanziamenti agevolati.
La durata non potrà essere inferiore a 3 anni e superiore a 6 anni, mentre per i soggetti pubblici il limite è esteso a 15 anni e il tasso di interesse sarà pari allo 0,5% annuo.
Le domande dovranno essere compilate telematicamente collegandosi al sito di CDP. La gestione della pratica online consentirà ai beneficiari di essere costantemente informati sullo stato di avanzamento della richiesta, sulle eventuali problematiche sorte in fase di istruttoria e sui successivi passi per concludere ogni fase del processo.

Altrettanto importante per agevolare la fruizione delle risorse, sarà la collaborazione con ABI:  il sistema bancario, infatti, opererà in complementarietà con CDP per assicurare all’iniziativa una diffusione capillare. Le filiali delle banche aderenti a partire dal 1° marzo fungeranno da sportelli sul territorio e, oltre a rilasciare la fideiussione bancaria, interverranno  in fase di contrattualizzazione ed erogazione del finanziamento.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Bikeconomy Forum 2018: ecco come far girare l’economia su due ruote

novembre 14, 2018

Bikeconomy Forum 2018: ecco come far girare l’economia su due ruote

Si svolgerà il 16 novembre, a Roma presso il Museo MAXXI, la terza edizione del Bikeconomy Forum, il più importante evento nazionale dedicato all’economia che ruota attorno alla bicicletta. Ideato dalla Fondazione Manlio Masi e Osservatorio Bikeconomy, con il Patrocinio della Regione Lazio, di Roma Capitale, del CONI e della Federazione Ciclistica Italiana, il Forum quest’anno si concentra su [...]

“Science and the Future” 2, torna al Politecnico di Torino il dibattito su cambiamenti climatici e sostenibilità

novembre 12, 2018

“Science and the Future” 2, torna al Politecnico di Torino il dibattito su cambiamenti climatici e sostenibilità

Sono trascorsi cinque anni dal convegno Internazionale “Science and the future. Impossible, likely, desirable. Economic growth and physical constraints”, che si tenne al Politecnico di Torino nell’ottobre del 2013. Quanto in questi cinque anni ci siamo avvicinati ai “futuri desiderabili” delineati allora? Oppure, al contrario, continuiamo a dirigerci a grandi passi verso quei “futuri impossibili” legati [...]

Il futuro del fotovoltaico al 2030, tra nuovi obiettivi e fine vita degli impianti

novembre 9, 2018

Il futuro del fotovoltaico al 2030, tra nuovi obiettivi e fine vita degli impianti

Nel mese di settembre 2018, con 2,35 miliardi di chilowattora prodotti (+14,4% rispetto a un anno fa), il fotovoltaico ha coperto l’8% della produzione elettrica nazionale con una potenza complessiva di circa 20 GW. Il parco italiano conta oggi 815.000 impianti, i quali ogni anno possono produrre circa 25 miliardi di chilowattora. Tuttavia, con la [...]

A Ecomondo 2018 gli Stati Generali della Green Economy parlano di “nuova occupazione”

novembre 6, 2018

A Ecomondo 2018 gli Stati Generali della Green Economy parlano di “nuova occupazione”

Torna a Ecomondo, dal 6 al 9 novembre 2018 alla Fiera di Rimini, l’appuntamento con gli Stati Generali della Green Economy, un incontro promosso dal Consiglio Nazionale della Green Economy in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e con il supporto tecnico della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. Giunti alla settima edizione gli Stati Generali saranno [...]

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

ottobre 18, 2018

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

L’associazione Music Theatre International presenta il 26 ottobre 2018, in prima nazionale al Teatro Centrale Preneste di Roma, lo spettacolo “I 4 elementi“, idea artistica di Stefania Toscano, che ne cura la parte coreografica, con drammaturgia e regia di Paola Sarcina, progetto video di Federico Spirito. La teoria dei “4 elementi” della natura costituisce il “pretesto creativo” a cui s’ispira la [...]

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

ottobre 17, 2018

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

Si terrà a Roma, il 19 e il 20 ottobre prossimi, un convegno organizzato dall’Ordine dei Medici di Roma e da ISDE, l’Associazione Medici per l’Ambiente, sul delicato tema ambiente e salute. I “determinanti di salute” e, in particolare, il binomio ambiente-salute sono, infatti, secondo ISDE, scarsamente considerati nei programmi di studio delle facoltà universitarie di [...]

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

ottobre 16, 2018

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

Insieme per lo sviluppo delle “Terre Alte”. Oggi, agli Stati generali della Montagna, convocati a Roma dal Ministro delle Autonomie e degli Affari Regionali Erika Stefani, UNCEM e Confindustria Belluno Dolomiti (coordinatrice della rete nazionale di “Confindustria per la Montagna”), presenteranno un documento che evidenzia la necessità di attivare sui territori sinergie tra pubblico e privato per identificare strategie e politiche coerenti a [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende