Home » Comunicati Stampa »Non-Profit »Pratiche »Progetti » 100 giorni x 100 orti: il crowfunding di Slow Food per “Mille orti in Africa”:

100 giorni x 100 orti: il crowfunding di Slow Food per “Mille orti in Africa”

Siamo in Mauritania, 18 chilometri dalla città di Bassikounou e soli 60 dalla frontiera con il Mali. Qui c’è il campo profughi di Mbera che, con quelli del Burkina Faso e del Niger, accoglie da mesi i maliani in fuga dalla guerra civile che infuria dal loro Paese. «Sono arrivato da Timbuctu con la mia famiglia portando con me alcune sementi», racconta Almahdi Alansari, Himba per gli amici, che in Mali coordinava il Presidio Slow Food della pasta katta di Timbuctu e Gao. «Non è stato facile, ma ora siamo in 50, abbiamo creato piccoli orti in cui produciamo il nostro cibo e proteggiamo i nostri semi tradizionali». Manca l’acqua, la sabbia sollevata dal vento soffia in continuazione e l’umidità è altissima. Ma tutti, donne e bambini, sono fieri del proprio orto. Orto che ha cambiato la mentalità di questo popolo, garantendo il cibo che mancava, restituendo il senso di comunità. E questa è solo una delle tante storie del progetto Mille orti in Africa portato avanti dalla Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus.

A due anni dall’annuncio del progetto, Slow Food ha avviato Mille Orti nel continente africano. 25 Paesi, 50 coordinatori e 30.000 persone hanno coltivato, innaffiato, raccolto, segnando la strada verso un futuro sostenibile, un futuro non disegnato dalle grandi istituzioni internazionali ma dalle persone che hanno avuto il coraggio e la capacità di agire per un futuro migliore. Ed è proprio con questo spirito che Slow Food lancia oggi Cento giorni per cento orti, il primo, ambizioso progetto di crowdfunding dell’associazione.

L’innovativa raccolta fondi inizia, non a caso, in occasione di Cheese 2013, a Bra, e prosegue per i prossimi 100 giorni con l’ambizioso obiettivo di raccogliere i 90.000 euro necessari a realizzare altri 100 orti in Africa. Il crowdfunding va ben oltre l’idea di raccogliere fondi da un vasto gruppo di persone, perché trasforma i sostenitori in ambasciatori attivi e interattivi.

«Crowdfunding significa che tutti insieme possiamo farcela», spiega Carlo Petrini, fondatore di Slow Food. «Possiamo restituire agli africani il diritto al cibo e alla sovranità alimentare. L’Africa rappresenta un osservatorio strategico in cui si concentrano le pressioni che stanno mettendo in crisi il nostro pianeta: le colture estensive per l’esportazione, le multinazionali, l’urbanizzazione. Ecco perché è importante che chi come noi crede che un mondo diverso sia possibile, sostenga questa iniziativa. Ognuno con quello che può, non è importante la cifra, è importante esserci».

«I social media e le nuove tecnologie consentono di dar voce e strumenti a chi crede che il coinvolgimento e la passione  siano la via verso il bene comune» spiega Claudio Bedino, fondatore di Starteed, piattaforma italiana di crowdfunding e partner del progetto. Valori come fiducia, trasparenza e partecipazione ci accomunano a Slow Food, per questo abbiamo deciso di sostenere con le nostre competenze e la nostra tecnologia questa iniziativa». Cento giorni per cento orti è una campagna traversale, che unisce tradizione e innovazione. I visitatori di Cheese – in chiusura oggi – possono donare alle postazioni mobili usando i più classici barattoli messi a disposizione dal Consorzio Ricrea e ottenuti da acciaio riciclato o le nuove tecnologie di pagamento, come carte di credito e smartphone, che per la prima volta permettono un vero e proprio “live crowdfunding”. Per tutti i 100 giorni si potrà poi contribuire con carta di credito o bonifico bancario direttamente dal sito del progetto, condividendo l’esperienza con i propri amici e tenendosi aggiornati sullo sviluppo della campagna. Non resta che raccogliere la sfida».

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

dicembre 19, 2018

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

La Camera dei Deputati ha approvato a grande maggioranza, nei giorni scorsi, il testo unificato delle proposte di legge “Disposizioni per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico”, che prevede l’introduzione di un logo nazionale e il riconoscimento del ruolo ambientale dell’agricoltura biologica, oltre a quello economico-sociale [...]

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

dicembre 19, 2018

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

Reborn Ideas è la nuova start up marchigiana nata con l’obiettivo di aggregare e vendere prodotti “ecochic”, 100% Made in Italy, ispirati all’upcycling, al recycling, o realizzati con nuovi materiali ecosostenibili, grazie alla riscoperta della sapiente manualità artigianale italiana. L’upcycling, in particolare, è il processo di conversione di materie prime di scarto o prodotti dismessi [...]

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

dicembre 14, 2018

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

Privati cittadini, operatori commerciali e liberi professionisti residenti o domiciliati a Torino potranno chiedere di disporre di una colonnina di ricarica elettrica sotto la propria abitazione o davanti al negozio o all’ufficio. Si tratta del nuovo progetto “Torino ti dà la carica“, presentato oggi dall’amministrazione comunale guidata da Chiara Appendino. Lo scorso 28 settembre la Città [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende