Home » Comunicati Stampa »Prodotti »Servizi » A Napoli il primo car sharing totalmente elettrico con Renault e NHP:

A Napoli il primo car sharing totalmente elettrico con Renault e NHP

giugno 19, 2013 Comunicati Stampa, Prodotti, Servizi

Lanciato al pubblico da poche settimane, dopo sei mesi di sperimentazione, a Napoli diventa una realtà in crescente successo BEE – Green Mobility Sharing.

Primo servizio di sharing completamente elettrico d’Italia, BEE vede collaborare Renault, leader europeo della mobilità elettrica, e NHP (NeaHelioPolis), società di riferimento nel fornire soluzioni per l’efficienza energetica e servizi per la sostenibilità ambientale, a favore dello sviluppo di una soluzione di mobilità alternativa.

Il servizio BEE – Green Mobility Sharing, che conta, al momento, su una flotta complessiva di 40 Renault Twizy, rivoluzionario quadriciclo 100% elettrico, simbolo di un’innovativa forma di mobilità, rappresenta il progetto più significativo di micro-mobilità urbana a zero emissioni in sharing in Italia. Si tratta di una flotta strutturata per servire, in modo rapido ed efficiente, il bacino di utenza della città di Napoli, rispondendo alle esigenze di mobilità sia della cittadinanza che dei turisti.

Con un abbonamento annuale di soli 30 € (in promozione fino all’estate rispetto alla tariffa base di 180 €) o con uno di tre giorni da 10 €, BEE consente di prenotare e di prelevare liberamente le Renault Twizy per i propri spostamenti presso uno dei BEE Point dislocati in diversi punti della città. Per chi preferisce avere una BEE a disposizione per l’intera giornata è poi possibile applicare la tariffa giornaliera a 36 € per chi ha l‘abbonamento annuale e 42 € per chi preferisce la formula 3-giorni: in pratica, la tariffa si ferma alla quarta ora ed il resto della giornata è gratis.

La prenotazione può essere fatta tramite il sito oppure tramite le App disponibili su piattaforma iOs e Android o, anche, chiamando il numero verde 800.969.887. Una soluzione pratica, moderna ed ecologica che rivoluziona il trasporto privato grazie al suo approccio innovativo al mondo dell’auto, avviando una moderna forma di mobilità più libera e funzionale. Sempre sul sito di BEE, è possibile divertirsi con i video realizzati con testimonial di eccezione o conoscere bene il mondo BEE con i video tutorial in inglese e in italiano.

Scelta da NHP per la sua compattezza ed agilità (con una lunghezza di 2,32 m e una larghezza di appena 1,19 m), che ne fanno il mezzo ideale per destreggiarsi con abilità nel traffico cittadino, Renault Twizy è una soluzione di mobilità urbana innovativa e pratica, con 4 ruote e 2 posti in linea, e soprattutto completamente ecologica, a zero emissioni inquinanti. Dotata di un’autonomia media di 100 km (in ciclo urbano normalizzato), Twizy offre agilità e comfort di guida, e le sue capacità di accelerazione nel traffico urbano e peri-urbano sono comparabili a quelle di un veicolo a due ruote.

BEE non comporta costi di assicurazione, assistenza, carburante o manutenzione del veicolo. Gli unici costi sostenuti sono quelli effettivi di utilizzo. Un risparmio stimato in un valore fino a 3.000 € all’anno. L’aspetto ecologico del servizio consente, poi, un ulteriore vantaggio: a bordo di Twizy è garantito libero accesso alle zone ZTL e alle corsie preferenziali presenti all’interno della città. BEE è attivo sette giorni su sette e 24 ore su 24 e può contare oggi su 27 BEE Point attivi nella città di Napoli, che diventeranno 70 entro gennaio 2014 100 entro giugno 2014. Il servizio, partito lo scorso 12 aprile, ha  conquistato in poco più di un mese già 180 utenti, equamente distribuiti tra donne ed uomini. L’utente medio ha circa 37 anni e percorre in media 6 km a corsa in circa 20 minuti.

Ancora più importante per la mobilità e la qualità dell’aria di Napoli è il fatto che i BEE Point rappresentano, di fatto, un’importante rete urbana di ricarica di veicoli elettrici, un’infrastruttura che entro la fine del 2013 sarà aperta anche alla ricarica di veicoli privati. Nei prossimi mesi è, inoltre, previsto l’inserimento nella flotta di BEE anche di Renault Zoe, la nuovissima berlina compatta 100% elettrica appena lanciata sul mercato.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

luglio 26, 2017

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

E’ una delle tendenze di questa estate, ma è in crescita da diversi mesi a giudicare dai dati Google e social: gli italiani amano sempre di più utilizzare prodotti “per il benessere sessuale della coppia”. Solo nelle ultime settimane le ricerche sul web per i sex toys hanno registrato un aumento del 300%. Tendenza che riguarda [...]

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

luglio 25, 2017

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

Cocoon, incubatrice biodegradabile brevettata dall’azienda olandese Land Life Company, potrebbe aiutare a riforestare i territori italiani colpiti da siccità e incendi rivitalizzando ecosistemi degradati e comunità, come sta già succedendo in 24 Paesi nel mondo. Sono infatti due miliardi gli ettari di terreno degradati nel mondo, un’area più grande di quella dell’intero Sudamerica. Tanto che [...]

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

luglio 25, 2017

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

Reti wireless, fibra ottica e tecnologie di visione digitale in campo per prevenire e contrastare gli incendi estivi che stanno causando ingenti danni in molte regioni italiane. E’ la Regione Emilia Romagna, con il supporto della Protezione Civile, a lanciare  un progetto pilota che interessa due siti dell’Appennino tra Modena e Ferrara. Qui sono state installate stazioni di monitoraggio composte da [...]

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

luglio 25, 2017

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

“È necessario uscire dalla logica dell’emergenza per la mancanza di risorse idriche poiché l’intervento emergenziale, in una fase di grave siccità come quella che stiamo attraversando, rischia di portare al nulla”. Lo afferma Arcangelo Francesco Violo, segretario nazionale e coordinatore della Commissione Risorse idriche del Consiglio Nazionale dei Geologi. Il binomio caldo-siccità, in questa torrida estate [...]

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

luglio 24, 2017

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

Un’autovettura a energia solare? E’ già in circolazione sulle nostre strade, si tratta della Toyota Prius PHV, lanciata sul mercato a febbraio 2017, è dotata dei “Moduli Fotovoltaici HIT per Automobile” di produzione Panasonic. Il modello è definito un plug-in hybrid (PHV) perché rappresenta l’evoluzione dal sistema hybrid verso un veicolo sempre più elettrico. La [...]

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

luglio 24, 2017

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

Seconda vittoria legale dell’Abruzzo in pochi giorni: la Corte Costituzionale, con sentenza 198/2017, ha annullato il decreto “Trivelle” del 2015 in quanto emanato senza preventiva intesa con le Regioni: “Non spettava allo Stato e per esso al Ministro dello Sviluppo Economico – scrive la Consulta – adottare il decreto del 25 marzo 2015 senza adeguato coinvolgimento [...]

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

luglio 21, 2017

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems, tramite il suo brand Climaveneta ha recentemente fornito due pompe di calore al District Heating di Fortum a Espoo, in Finlandia. Fortum, società energetica finlandese, aveva infatti la necessità di recuperare il calore espulso da un data center di Ericsson – multinazionale di servizi di telecomunicazione – per fornirlo alla rete [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende