Home » Comunicati Stampa »Progetti » A Torino gli studenti andranno a scuola con il carpooling:

A Torino gli studenti andranno a scuola con il carpooling

giugno 26, 2013 Comunicati Stampa, Progetti

Biciclette a pedalata assistita, ristrutturazioni della viabilità di alcuni nodi cardine della città, sono solo due delle soluzioni di mobilità sostenibile proposte dagli studenti delle scuole medie superiori che hanno partecipato alla e-gomotion Challenge a Toino.

La prima a concretizzarsi sarà quella del team CO2idee del Liceo Scientifico Gobetti-Segrè, che ha già trovato un partner disposto a investire nell’idea progettuale per realizzare la prima piattaforma sperimentale di carpooling per le scuole superiori del territorio torinese. Il team è partito da un’esigenza reale: facilitare il più possibile i trasferimenti da e verso il proprio Istituto ottimizzando il trasporto a cui ogni mattina provvedono molti genitori con mezzi privati e affiancare dunque ai mezzi pubblici un sistema più sostenibile dell’attuale. La società Bring-Me, che gestisce uno dei siti italiani di riferimento nel carpooling, ha colto la sfida e ha deciso di sostenere i costi dell’operazione per trasformare l’idea in progetto e offrire agli studenti una piattaforma online che possa agevolare l’organizzazione degli spostamenti e spingere i ragazzi a fare sistema e condividere la propria automobile con i compagni, per limitare le emissioni di CO2 e altri inquinanti. Nei prossimi mesi Bring-Me e Politecnico di Torino lavoreranno a stretto contatto con il team Co2idee per l’implementazione della piattaforma, che sarà lanciata a gennaio 2014.

Attori fondamentali del progetto saranno anche il Comune di Torino con l’Assessorato ai Trasporti, che sta valutando come agevolare la finalizzazione dell’iniziativa sul territorio, e la Provincia di Torino, che agevolerà la rete di collegamenti con gli altri Istituti per estendere l’uso del carpooling su base provinciale – a partire dalla mappatura delle scuole di Torino e della cintura. La realizzazione della piattaforma sarà coordinata del Politecnico di Torino sotto la guida del Prof. Ezio Spessa del Dipartimento Energia.

Il Comune di Torino, inoltre, ha espresso interesse per l’iniziativa e-gomotion Challenge e si impegnerà per individuare possibili partner che vogliano sostenere la realizzazione della seconda edizione. Il concorso di idee per la mobilità sostenibile verrà infatti promosso come buona pratica di smart education attraverso una rete di città italiane di cui proprio il Comune di Torino sarà capofila.

L’assessore ai trasporti Claudio Lubatti ha così commentato: «La Città ha creduto nel progetto E-gomotion fin dall’inizio, l’udienza presso la Commissione Consiliare competente di stamane è solo un primo passo che deve seguire l’impegno da parte degli enti nella ricerca di sponsor a supporto delle prossime iniziative. L’amministrazione è orgogliosa di poter essere capofila di una rete di città italiane ed europee che riconoscono E-gomotion come buona prassi di “Smart Education».

Enrico Macii – vicerettore per la ricerca del Politecnico di Torino ed Ezio Spessa coordinatore del progetto europeo e-gomotion- hanno aggiunto: «la mobilità sostenibile è fra i temi di ricerca strategici del Politecnico di Torino. Sempre di più l’Ateneo promuove tra i giovani la cultura della sostenibilità su temi quali l’energia e i trasporti, fondamentali per la realizzazione di una Smart City. Progetti come E-gomotion permettono di realizzare pratiche di Smart Education, coinvolgendo attivamente i giovani con i quali non solo è  possibile parlare di questi temi ma anche progettare soluzioni concrete e realizzabili, come nel caso dell’idea sviluppata dal team CO2idee. Azioni di questo tipo contribuiscono a formare una comunità di cittadini consapevoli per porre le fondamenta di una Città Intelligente. E-gomotion costituisce una delle azioni che riteniamo fondamentali e strategiche a tal fine e siamo dunque lieti di poter coordinare e promuovere il progetto a livello italiano ed europeo».

Elisa Bracco della Provincia di Torino ha dichiarato: «L’iniziativa di CO2idee risulta di particolare interesse perché è una proposta che arriva dai giovani, che quindi confidiamo possa rispondere adeguatamente alle loro esigenze di mobilità utilizzando mezzi più sostenibili e strumenti tecnologici, due aggettivi che si addicono ai teenagers».

Francesca  Pergola di Bring-Me ha così concluso: «Bringme è onorato di poter supportare l’iniziativa del Team CO2Idee, in quanto crediamo fortemente che le scuole superiori possano contribuire attivamente a una mobilità più sostenibile».

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

maggio 26, 2018

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

Le associazioni CioCheVale, Fiab-MuovitiChieri, Il Tuo Parco e Asset, hanno comunicato che il 27 maggio 2018 alle ore 17.00 a Moriondo Torinese, verrà inaugurato il primo tratto della ciclovia su strade bianche del progetto “Pistaaa: La Blue Way Piemontese“, che permette di collegare i Comuni di Moriondo Torinese e Buttigliera d’Asti. Si tratta di un primo piccolo tratto, ma dal [...]

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

maggio 25, 2018

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

Il Coradia iLint di Alstom, il primo treno regionale del mondo a celle a combustibile idrogeno ha vinto il 4 maggio scorso il premio GreenTec Award 2018 nella categoria Mobility by Schaeffler. Il premio è stato ufficialmente conferito ad Alstom nel sito produttivo di Salzgitter, in Germania, dove si è svolta una cerimonia dedicata, prima [...]

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende