Home » Comunicati Stampa »Eventi » A Venezia il 28 e 29 marzo va in scena la mobilità sostenibile, su acqua e su terra:

A Venezia il 28 e 29 marzo va in scena la mobilità sostenibile, su acqua e su terra

marzo 24, 2014 Comunicati Stampa, Eventi

La mobilità sostenibile scende in campo a Venezia. Appuntamento al Terminal Crociere il 28 e 29 marzo 2014 con la prima edizione di Green Mobility Show, mostra congresso organizzata da VTP Events, società controllata al 100% dalla Venezia Terminal Passeggeri che presenterà al pubblico ed operatori internazionali le tecnologie e le soluzioni più innovative per ridurre l’impatto ambientale e migliorare l’efficienza del trasporto nautico e terrestre.  La rassegna, con ingresso gratuito, ha conseguito la certificazione ISO 20121, nuovo standard internazionale per la gestione degli eventi sostenibili, ed affianca ad un ricco programma congressuale e formativo,  un’area espositiva dove le aziende leader del settore presentano le tecnologie, i servizi ed i processi per combattere la crisi e contenere consumi ed emissioni.

Diviso in due giornate,  con focus a livello normativo e tecnologico, oltre alla presentazione di case histories nazionali, il programma convegnistico della manifestazione approfondisce con esperti di livello internazionale le tematiche più urgenti in materia. Venerdì 28 marzo, spazio agli aspetti regolatori della mobilità elettrica in acque interne e costiere, incentivi ed opportunità di risparmio con la nuova mobilità green, alimentazione elettrica per mobilità terrestre e marittima. Sabato 29 marzo, attenzione puntata su offerta tecnologica di progetti, servizi  e realizzazioni di mobilità elettrica ibrida nautica e terrestre, logistica, ed una rassegna di  casi di eccellenza e buone pratiche per la mobilità sostenibile. Tra gli eventi la presentazione al pubblico, del progetto europeo Greenberth , di cui é partner l’Autorità Portuale di Venezia. Rientra infatti tra le attività istituzionali dell’Autorità Portuale di Venezia il perseguire la competitività del porto anche attraverso lo studio del risparmio energetico e della tutela ambientale, coinvolgendo le PMI e i terminal portuali.

Green Mobility Show é l’occasione per vedere dal vivo le tecnologie più innovative in quanto a mobilità sostenibile e provarle personalmente, in collaborazione con le ditte espositrici,  in un’area esterna dinamica riservata a dimostrazioni sia su strada che in mare, con rispettivamente 3 km di viabilità interna ed uno spazio acqueo di 120.000mq. Il pubblico potrà scoprire le ultime novità in tema di auto elettriche ed ibride, scooter ecologici,  biciclette a pedalata assistita, batterie ed accumulatori “verdi”, componentistica per la movimentazione, sistemi di car sharing, nuovi veicoli a basso impatto ambientale dall’Estremo Oriente.   Presente anche il primo shuttle elettrico costruito in Italia con una locomotiva in grado di trasportare fino a 16 persone cui si possono agganciare carrozze con capienza fino a 28 passeggeri. In tema di mobilita’ acquea, grazie anche alla collaborazione con Vento di Venezia, che ha messo a disposizione alcune imbarcazioni, sono presenti modelli che coniugano la passione con la protezione per l’ambiente marino, icone di un nuovo concept di fare nautica ecosostenibile. In mostra anche  il primo pedaló assistito al mondo, mentre non mancano  sul fronte turistico le offerte di tour operator con un catalogo di viaggi ed itinerari nel belpaese da svolgersi esclusivamente con mezzi aderenti all’osservanza ed al rispetto dei principali canoni ecologici.

Un evento che rappresenta un’occasione per affrontare temi sempre più cruciali per il futuro, come spiega dal presidente del comitato scientifico della manifestazione,  Giampietro Ravagnan, professore ordinario al Dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi dell’Università Cà Foscari di Venezia: “Per la sfida del trasporto ecocompatibile ed ecosostenibile le tecnologie sono già pronte ma vi è bisogno di un disegno organico e la volontà politica, soprattutto degli enti locali, per creare infrastrutture di rete adeguate con incentivi funzionali. Anche in vista dell’EXPO 2015 Venezia ed il NordEst  debbono raccogliere la sfida di una nuova, giovane imprenditorialità ed avviare un percorso che ci porti nel 2020 a Città pulite, silenziose e tecnologicamente avanzate nei servizi alla popolazione ed al turismo. Esempi di tecnologie  energetiche   integrali off grid in mostra saranno un’occasione per proporre soluzioni, totalmente Made in Italy, adatte a quella gran parte del mondo dove la mancanza di energia “libera”  rappresenta un freno allo sviluppo delle Comunità locali.  Attendiamo numerosi anche  gli studenti delle Università”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Rapporto Deloitte “Digital Green Evolution”: nel 2022 gli smartphone genereranno 146 milioni di tonnellate di CO2

marzo 14, 2022

Rapporto Deloitte “Digital Green Evolution”: nel 2022 gli smartphone genereranno 146 milioni di tonnellate di CO2

Di fronte ad un numero di dispositivi che ormai nel complesso supera la popolazione mondiale, cresce l’attenzione ai temi della sostenibilità e degli impatti ambientali derivanti dalla produzione, dall’uso e dallo smaltimento dei “telefonini“, i device di più comune utilizzo sia tra giovani che adulti. A evidenziare la criticità di questi numeri è intervenuto il [...]

Matteo Viviani, una iena in verde a caccia di greenwashing

ottobre 29, 2021

Matteo Viviani, una iena in verde a caccia di greenwashing

L’ambiente e il clima sono ormai diventati temi “mainstream”. Anche se pochissimi fanno, tutti ne parlano! Soprattutto le aziende, che hanno intercettato da tempo la crescente attenzione di consumatori sempre più critici e sensibili all’ecosostenibilità di prodotti e servizi.  Vi viene in mente un’azienda che oggi non si dica in qualche modo “green” o “ecofriendly”? [...]

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende