Home » Comunicati Stampa » Accordo Hera – Caviro per smaltimento scarti verdi:

Accordo Hera – Caviro per smaltimento scarti verdi

gennaio 13, 2011 Comunicati Stampa

Courtesy of gruppohera.itL’impianto a biomasse Caviro, entrato in funzione lo scorso 27 maggio 2010, darà un contributo importante alla valorizzazione degli scarti di lavorazione dell’uva (vinacce) attraverso la produzione di energia rinnovabile. Grazie all’accordo siglato, a tali scarti si aggiungeranno i conferimenti di sfalci/potature ed altri componenti organiche che assicurerà Herambiente, la controllata del Gruppo Hera, che curerà inoltre il ritiro e smaltimento delle scorie di lavorazione.

Per rafforzare l’accordo commerciale raggiunto, Herambiente (Gruppo Hera) e Caviro, particolarmente attenta al recupero dei sottoprodotti delle proprie lavorazioni, hanno sottoscritto una partnership societaria con la costituzione di una società di scopo, Enomondo srl, che gestirà l’impianto di combustione di biomasse ubicato nella zona industriale di Faenza. L’impianto, alimentato a biomasse solide per complessivi 140.000 ton./annue, avrà una potenza a regime di 13,7 MWe. Con la produzione di energia “verde” si risponde al fabbisogno di circa 29.000 famiglie, comporterà un risparmio di anidride carbonica immessa in atmosfera di 35.488 ton./annue di CO2.

La partnership si è realizzata attraverso l’ingresso al 40% di Herambiente nella società Enomondo S.r.l., recentemente costituita, a cui Caviro ha conferito l’impianto a biomasse.

“Siamo particolarmente orgogliosi di questa partnership con Caviro”, spiega Filippo Brandolini, Presidente Herambiente e Presidente di Enomondo, di cui sarà Amministratore Delegato l’Ing. Sergio Celotti, “Si tratta infatti di un’esperienza unica nel panorama nazionale di sinergia con un operatore privato, che consente di attivare un circuito virtuoso fra produzione industriale ed energia rinnovabile, a tutto vantaggio dell’ambiente”.

L’Amministratore Delegato di Caviro Distillerie Sergio Dagnino sottolinea “Già dagli inizi degli anni ottanta Caviro ha imboccato la via delle fonti rinnovabili, che ci ha permesso di ridurre considerevolmente l’impatto ambientale. L’accordo con Herambiente pertanto consente al Gruppo di affermare ulteriormente la forte politica e l’impegno nei confronti dell’ecosostenibilità. L’esperienza che abbiamo maturato negli anni nel recupero degli scarti di lavorazione ci consente non solo di avviare questa importante collaborazione ma anche di pensare ad ulteriori innovazioni a beneficio della nostra filiera agricola.”

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

maggio 26, 2018

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

Le associazioni CioCheVale, Fiab-MuovitiChieri, Il Tuo Parco e Asset, hanno comunicato che il 27 maggio 2018 alle ore 17.00 a Moriondo Torinese, verrà inaugurato il primo tratto della ciclovia su strade bianche del progetto “Pistaaa: La Blue Way Piemontese“, che permette di collegare i Comuni di Moriondo Torinese e Buttigliera d’Asti. Si tratta di un primo piccolo tratto, ma dal [...]

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

maggio 25, 2018

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

Il Coradia iLint di Alstom, il primo treno regionale del mondo a celle a combustibile idrogeno ha vinto il 4 maggio scorso il premio GreenTec Award 2018 nella categoria Mobility by Schaeffler. Il premio è stato ufficialmente conferito ad Alstom nel sito produttivo di Salzgitter, in Germania, dove si è svolta una cerimonia dedicata, prima [...]

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende