Home » Aziende »Comunicati Stampa »Pratiche »Prodotti »Servizi » Acea Pinerolese entra nel mercato elettrico con energia prodotta dai rifiuti organici:

Acea Pinerolese entra nel mercato elettrico con energia prodotta dai rifiuti organici

Acea Pinerolese, società piemontese a totale partecipazione pubblica attiva nella vendita del gas metano, ha presentato ieri, al Centro Congressi dell’Unione Industriale di Torino, il suo ingresso, dal 1 aprile 2014, nella vendita dell’energia elettrica da fonti rinnovabili.

Acea Lucegas è il nuovo servizio che l’azienda propone sul mercato con un’offerta di energia elettrica che si aggiunge alla tradizionale vendita di gas metano, ambito nel quale opera da decenni. Un contratto unico e costi di attivazione ridotti, grazie alla possibilità di integrare l’energia elettrica al metano senza spreco di tempo o in alternativa la possibilità di attivare ex novo la duplice offerta con un’unica pratica. Energia con un’attenzione speciale all’ambiente. L’azienda ha infatti rafforzato la sua capacità produttiva di energia da fonti rinnovabili integrando l’idroelettrico, rappresentato da due centrali nella Val Chisone e dalla centrale “Alba Ovest”, recentemente acquisita, a Roddi d’Alba, con l’innovativa produzione di energia dal processo di trattamento dell’umido da raccolta differenziata, sino all’energia derivata dal fotovoltaico.

Alla conferenza stampa sono intervenuti Roberto Prinzio, Presidente di Acea Pinerolese Industriale, Francesco Carcioffo Amministratore Unico di Acea Pinerolese Energia, Angelo Tartaglia Senior Professor del Dipartimento di Scienza Applicata e Tecnologia del Politecnico di Torino e Ezio Chiaramello, Responsabile Operativo di Acea Pinerolese Energia

Oggi presentiamo il risultato di decenni di attività per costruire e creare soluzioni innovative sul fronte della produzione di energie rinnovabili – ha detto Roberto PrinzioQuesto è un importante momento per l’azienda, perché vediamo concretizzati in questa nuova sfida sul fronte energetico la volontà di una società pubblica di emergere e competere, grazie a una buona gestione e investimenti che rispondono a logiche di innovazione continua, redditività e attenzione ambientale.”

Acea Pinerolese ha sviluppato, prima in Italia, sin dalla fine degli Anni ’90 il Polo Ecologico Integrato, un impianto che tratta con un metodo unico nel suo genere i rifiuti organici di un terzo della Provincia di Torino. Un impianto che è in grado di trasformare con standard tecnologici e di attenzione ambientale elevatissimi lo scarto “umido” dei cittadini. Dal processo di trattamento in ambiente anaerobico dei rifiuti organici si capta integralmente il biogas dal quale si deriva, attraverso la cogenerazione, energia elettrica pulita e calore per teleriscaldare. L’umido così trasformato in un fango pulito e inodore viene miscelato con lo sfalcio di potatura e lasciato maturare in ambiente aerobico sino a produrre un preziosissimo compost per l’agricoltura.

La ricerca di Acea Pinerolese non si è fermata però a questi risultati. Per dare ulteriore impulso al futuro delle rinnovabili, l’azienda sta implementando sistemi di valorizzazione del biogas da rifiuti organici per trasformarlo in biometano, che saranno già in operatività sperimentale nel prossimo mese di maggio.

“Oggi lanciamo il nostro ingresso nel settore della vendita di energia elettrica da fonti rinnovabili” – afferma Francesco Carcioffo Amministratore Unico di Acea Pinerolese Energia – “Ma il futuro è dietro l’angolo e nel 2015 saremo pronti per immettere in rete il biometano derivato dai rifiuti organici. Un momento storico, poiché saremo in grado, probabilmente primi in Italia, di fornire biometano per alimentare tutte le esigenze del cittadino: da quelle domestiche, al riscaldamento sino alle esigenze industriali con un prodotto totalmente realizzato da fonte rinnovabile cioè dagli scarti organici dei rifiuti delle città.”

“Dal punto di vista energetico- afferma Angelo Tartaglia del Politecnico di Torino – l’Italia, e ovviamente quindi anche il Piemonte,  continuano a dipendere da fonti non rinnovabili sotto il controllo altrui, che in prospettiva diverranno scarse e con costi crescenti. In questa situazione la strada da seguire si basa su due capisaldi: sviluppo di energie rinnovabili e potenziamento dell’efficienza energetica. In entrambi i casi la ricerca e la capacità di innovazione hanno un ruolo fondamentale. Avendolo compreso, Acea si candida ad assumere un ruolo di primo piano nel settore, nell’interesse insieme dei propri clienti e dell’azienda”.

Nel corso della presentazione è stata mostrata in anteprima la campagna di comunicazione di Acea Lucegas che con lo slogan “E’ nata Acea Lucegas. L’idea più vicina ai tuoi interessi” evidenzia l’attenzione al territorio, al cliente e all’ambiente. La campagna si declinerà su testate regionali, locali, sul web e con affissioni nel pinerolese.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende