Home » Aziende »Comunicati Stampa »Pratiche »Prodotti »Servizi » Acea Pinerolese entra nel mercato elettrico con energia prodotta dai rifiuti organici:

Acea Pinerolese entra nel mercato elettrico con energia prodotta dai rifiuti organici

Acea Pinerolese, società piemontese a totale partecipazione pubblica attiva nella vendita del gas metano, ha presentato ieri, al Centro Congressi dell’Unione Industriale di Torino, il suo ingresso, dal 1 aprile 2014, nella vendita dell’energia elettrica da fonti rinnovabili.

Acea Lucegas è il nuovo servizio che l’azienda propone sul mercato con un’offerta di energia elettrica che si aggiunge alla tradizionale vendita di gas metano, ambito nel quale opera da decenni. Un contratto unico e costi di attivazione ridotti, grazie alla possibilità di integrare l’energia elettrica al metano senza spreco di tempo o in alternativa la possibilità di attivare ex novo la duplice offerta con un’unica pratica. Energia con un’attenzione speciale all’ambiente. L’azienda ha infatti rafforzato la sua capacità produttiva di energia da fonti rinnovabili integrando l’idroelettrico, rappresentato da due centrali nella Val Chisone e dalla centrale “Alba Ovest”, recentemente acquisita, a Roddi d’Alba, con l’innovativa produzione di energia dal processo di trattamento dell’umido da raccolta differenziata, sino all’energia derivata dal fotovoltaico.

Alla conferenza stampa sono intervenuti Roberto Prinzio, Presidente di Acea Pinerolese Industriale, Francesco Carcioffo Amministratore Unico di Acea Pinerolese Energia, Angelo Tartaglia Senior Professor del Dipartimento di Scienza Applicata e Tecnologia del Politecnico di Torino e Ezio Chiaramello, Responsabile Operativo di Acea Pinerolese Energia

Oggi presentiamo il risultato di decenni di attività per costruire e creare soluzioni innovative sul fronte della produzione di energie rinnovabili – ha detto Roberto PrinzioQuesto è un importante momento per l’azienda, perché vediamo concretizzati in questa nuova sfida sul fronte energetico la volontà di una società pubblica di emergere e competere, grazie a una buona gestione e investimenti che rispondono a logiche di innovazione continua, redditività e attenzione ambientale.”

Acea Pinerolese ha sviluppato, prima in Italia, sin dalla fine degli Anni ’90 il Polo Ecologico Integrato, un impianto che tratta con un metodo unico nel suo genere i rifiuti organici di un terzo della Provincia di Torino. Un impianto che è in grado di trasformare con standard tecnologici e di attenzione ambientale elevatissimi lo scarto “umido” dei cittadini. Dal processo di trattamento in ambiente anaerobico dei rifiuti organici si capta integralmente il biogas dal quale si deriva, attraverso la cogenerazione, energia elettrica pulita e calore per teleriscaldare. L’umido così trasformato in un fango pulito e inodore viene miscelato con lo sfalcio di potatura e lasciato maturare in ambiente aerobico sino a produrre un preziosissimo compost per l’agricoltura.

La ricerca di Acea Pinerolese non si è fermata però a questi risultati. Per dare ulteriore impulso al futuro delle rinnovabili, l’azienda sta implementando sistemi di valorizzazione del biogas da rifiuti organici per trasformarlo in biometano, che saranno già in operatività sperimentale nel prossimo mese di maggio.

“Oggi lanciamo il nostro ingresso nel settore della vendita di energia elettrica da fonti rinnovabili” – afferma Francesco Carcioffo Amministratore Unico di Acea Pinerolese Energia – “Ma il futuro è dietro l’angolo e nel 2015 saremo pronti per immettere in rete il biometano derivato dai rifiuti organici. Un momento storico, poiché saremo in grado, probabilmente primi in Italia, di fornire biometano per alimentare tutte le esigenze del cittadino: da quelle domestiche, al riscaldamento sino alle esigenze industriali con un prodotto totalmente realizzato da fonte rinnovabile cioè dagli scarti organici dei rifiuti delle città.”

“Dal punto di vista energetico- afferma Angelo Tartaglia del Politecnico di Torino – l’Italia, e ovviamente quindi anche il Piemonte,  continuano a dipendere da fonti non rinnovabili sotto il controllo altrui, che in prospettiva diverranno scarse e con costi crescenti. In questa situazione la strada da seguire si basa su due capisaldi: sviluppo di energie rinnovabili e potenziamento dell’efficienza energetica. In entrambi i casi la ricerca e la capacità di innovazione hanno un ruolo fondamentale. Avendolo compreso, Acea si candida ad assumere un ruolo di primo piano nel settore, nell’interesse insieme dei propri clienti e dell’azienda”.

Nel corso della presentazione è stata mostrata in anteprima la campagna di comunicazione di Acea Lucegas che con lo slogan “E’ nata Acea Lucegas. L’idea più vicina ai tuoi interessi” evidenzia l’attenzione al territorio, al cliente e all’ambiente. La campagna si declinerà su testate regionali, locali, sul web e con affissioni nel pinerolese.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

settembre 1, 2020

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

Il gas naturale è da tempo una delle principali fonti energetiche del mondo e potrebbe ulteriormente acquisire un ruolo chiave nella “transizione energetica”, come recentemente evidenziato dal Global Gas Report 2020 di International Gas Union (IGU), BloombergNEF (BNEF) e Snam e, sul fronte italiano, dalle proiezioni dello Studio Confindustria – Nomisma Energia “Sistema gas naturale [...]

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

giugno 26, 2020

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

Circularity, start up innovativa fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei rifiuti in Italia, ha lanciato il primo motore di ricerca per raccogliere informazioni e concludere transazioni che consentano alle imprese industriali di attivare processi di economia circolare e gestire i rifiuti come una risorsa e non soltanto come un costo e [...]

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

giugno 4, 2020

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

L’uso del condizionatore gonfia notevolmente le bollette elettriche delle famiglie, con importanti conseguenze sulla loro “povertà energetica”. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia e del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), appena pubblicato sulla rivista scientifica Economic Modeling. Studi precedenti realizzati negli Stati Uniti stimano un incremento [...]

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

giugno 4, 2020

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

E’ in fase di partenza l’edizione 2020 del progetto Green Jobs, nato per promuovere la crescita di competenze e sensibilità nel settore dell’economia circolare attraverso attività formative sul territorio: CONAI e l’Università degli Studi della Basilicata daranno, anche quest’anno, la possibilità a ottanta laureati della Regione di partecipare gratuitamente a un iter didattico per facilitare [...]

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

maggio 27, 2020

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

Quanto la second hand economy sia ormai rilevante nell’economia nazionale italiana lo conferma la sesta edizione dell’Osservatorio Second Hand Economy condotto da BVA Doxa per Subito, piattaforma leader in Italia per la compravendita di oggetti usati, con oltre 13 milioni di utenti unici mensili, che ha evidenziato come il valore generato da questa forma di “economia [...]

Möves: a Milano al lavoro in eBike

maggio 20, 2020

Möves: a Milano al lavoro in eBike

Anche a Milano finisce il lockdown e nasce Möves (dal gergo dialettale milanese: “muoviamoci“), un progetto dedicato alle aziende del capoluogo lombardo che vogliono agevolare la mobilità in sicurezza dei propri dipendenti. In base ai dati emersi da un censimento, il numero di residenti milanesi che si sposta quotidianamente per recarsi al luogo di lavoro [...]

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

maggio 15, 2020

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

Tra i provvedimenti varati dal Governo il nuovo “Decreto Rilancio” prevede l’innalzamento delle detrazioni dell’Ecobonus e del Sismabonus al 110% a partire dal 1° luglio 2020, aprendo importanti opportunità di rilancio per il settore immobiliare nel dopo emergenza Covid. “Grazie al ‘Decreto Rilancio’ e al Superbonus al 110% sarà possibile intervenire sulle nostre città con [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende