Home » Aziende »Comunicati Stampa »Pratiche »Pubblica Amministrazione » Agroinnova: l’eccellenza nella ricerca agro-alimentare:

Agroinnova: l’eccellenza nella ricerca agro-alimentare

Campus di Grugliasco (TO)Alle porte di Torino, circondato dalle Alpi, esiste un centro di eccellenza dedicato alla ricerca la cui fama e la cui expertise sono giunte fin all’Estremo Oriente. Si tratta del Centro di Competenza per l’Innovazione Agroinnova dell’Università di Torino.

Agroinnova si è specializzato fin dalla sua creazione, nel 2002, nei campi della ricerca agro-ambientale ed agro-alimentare, dell’alta formazione e del trasferimento tecnologico, lavorando a stretto contatto con il mondo delle imprese del settore. Oltre un quarto dei finanziamenti che Agroinnova riceve ogni anno da istituzioni e aziende italiane e internazionali sono reinvestiti in ricerca, con l’acquisto di nuove apparecchiature e il miglioramento delle infrastrutture, aumentando sempre più, con il passare del tempo, il numero di ospiti stranieri (studenti, dottorandi e ricercatori) e consentendo di attivare molte collaborazioni con istituzioni di tutto il mondo.

Nei suoi gruppi di ricerca specialistica lavorano più di 40 tra dottorandi, assegnisti, consulenti, tecnici e collaboratori; la composizione del personale è caratterizzata da una forte presenza femminile, rispecchiata anche dalla struttura organizzativa: il presidente Angelo Garibaldi, infatti, è affiancato dal direttore Maria Lodovica Gullino e anche il consiglio scientifico, formato da 30 eminenti ricercatori italiani e stranieri, nonché da dirigenti di Ministeri e Istituzioni partner e da responsabili tecnici di aziende private, è connotato dalla presenza di numerose donne.

Ma questa non è certo l’unica particolarità che contraddistingue Agroinnova rispetto ad altri centri di ricerca italiani. Nel corso degli ultimi anni, mostrando una notevole lungimiranza, Agroinnova ha sviluppato una notevole competenza nel campo del trasferimento tecnologico, operando intensamente in paesi in via di sviluppo e ad economia emergente come la Cina e l’India.

In Cina, in particolare, coordina e realizza un programma di cooperazione finalizzato alla ricerca nel campo dell’agricoltura sostenibile e della sicurezza alimentare, tematiche di estrema attualità nel quadro politico ed economico internazionale. L’attività di cooperazione è tesa alla risoluzione di questioni pratiche come il sistema di difesa delle piante, argomento di notevole importanza anche per l’affinità con problematiche di tipo ambientale e igienico-sanitario.

D’altro canto, le nuove forme di agricoltura sostenibile portate da Torino alla Cina potranno, da un lato, garantire un miglioramento degli standard qualitativi nella filiera produttiva agroalimentare (in particolare, quella destinata all’esportazione) e dall’altro consentiranno un miglioramento del reddito degli agricoltori locali, e ancor più una maggiore tutela della loro salute e delle loro condizioni di vita. Il tutto tramite un coinvolgimento diretto di imprese, istituti e centri di ricerca cinesi, i quali possono approfittare, al pari, di tutti i benefici diretti e indiretti derivanti da queste operazioni di trasferimento tecnologico.

Parallelamente ai rapporti internazionali Agroinnova è, tuttavia, una realtà ben radicata nel proprio territorio di appartenenza, ossia la Provincia di Torino e la Regione Piemonte. Il Piemonte, in particolare, ha nel comparto agricolo uno dei punti di forza della propria economia, caratterizzata da vette di eccellenza riconosciute in ambito internazionale – basti citare al proposito il settore vinicolo. Il Centro è in grado di preparare tecnici e specialisti qualificati per imprese del settore che operano sul territorio e di realizzare progetti come MoMaVip, finalizzato alla realizzazione di un modello di supporto alle decisioni per il contenimento delle malattie della vite in Piemonte.

Tutto questo non sarebbe possibile senza la ricerca di base ed applicata, vero punto di forza di Agroinnova – che ha attualmente in attivo oltre 40 progetti, molti dei quali finanziati dall’Unione Europea, sui quali investe oltre 3 milioni di euro all’anno. Tra i principali argomenti oggetto di ricerca la sicurezza alimentare, le strategie di difesa eco-compatibile nei confronti di malattie delle colture, le biotecnologie applicate alla difesa delle colture e alla protezione dell’ambiente e gli aspetti collaterali negativi legati all’impiego di fitofarmaci. Agroinnova ha inoltre sviluppato due brevetti relativi a microrganismi agenti di lotta biologica.

Eva Filoramo

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

giugno 5, 2017

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

E’ stato presentato il 30 maggio a Roma, in un evento alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, il documento “Elementi per una Road map della mobilità”, redatto con il supporto scientifico di RSE – Ricerca Sistema Energetico. Il testo è frutto dei contributi forniti dai partecipanti al [...]

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

giugno 5, 2017

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

Nell’aspetto sembra una cassetta qualunque, ma grazie a un innovativo brevetto, frutto di cinque anni di studi universitari, è uno strumento intelligente contro lo spreco alimentare: consente infatti di ridurlo in modo significativo. È il packaging “Attivo” che Bestack – il consorzio non profit dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta – ha messo [...]

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

giugno 1, 2017

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

Dopo i 20 anni di Cinemambiente, nella Torino “green” si celebra un altro compleanno: [TO]BIKE, il servizio di bike sharing cittadino, compie sette anni. Inaugurato nel 2010, dalla sua attivazione ad oggi ha registrato 27.500 abbonati annuali, che ogni anno percorrono sulle oltre 1.100 biciclette gialle circolanti in città circa 3.700.000 chilometri. Come già lo scorso anno l’intento [...]

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

maggio 31, 2017

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

La 20° edizione del Festival Cinemambiente è la prima che si tiene nell’Antropocene, la nuova epoca geologica segnata dalle attività umane, da poco formalmente riconosciuta dalla società scientifica internazionale. La coincidenza temporale sarà lo spunto ideale per “Il punto” di Luca Mercalli, che apre ufficialmente il cartellone degli appuntamenti (alle ore 21 di stasera al [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende