Home » Comunicati Stampa »Eventi » Agroinnova: parte la summer school sulla biosicurezza delle colture e del cibo:

Agroinnova: parte la summer school sulla biosicurezza delle colture e del cibo

luglio 16, 2012 Comunicati Stampa, Eventi

Una Summer school internazionale per favorire la costruzione di una cultura e di una consapevolezza sulla biosicurezza delle colture e del cibo fra tutti gli attori principali del settore: dagli studiosi alle Istituzioni, dai consulenti agli studenti. L’obiettivo ultimo è creare le basi per un network internazionale di competenze capace di mettere a punto efficaci sistemi di difesa in caso di introduzione deliberata o accidentale di patogeni nel sistema agro ambientale e agro alimentare.

Il corso di specializzazione si terrà a Torino, al Museo Regionale di Scienze Naturali (via Giolitti 36), tra il 16 e il 20 luglio. La Summer school è organizzata da Agroinnova, il Centro di Competenza per l’Innovazione in campo Agro-ambientale e Agro-alimentare dell’Università di Torino, nell’ambito del progetto quinquennale Plant and Food Biosecurity (PLANTFOODSEC), finanziato con circa sei milioni di euro dalla Commissione Europea per la Sicurezza nell’ambito del VII programma Quadro, avviato nel febbraio dello scorso anno e coordinato proprio da Agroinnova.

Cinque giorni di workshop e case studies, inclusa una simulazione di un possibile scenario critico condotta da UNICRI (United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute). E’ inoltre prevista una visita allo stabilimento di Lagnasco Group, il Consorzio di cooperative con sede in provincia di Cuneo, che rappresenta quasi 400 produttori ortofrutticoli in Italia.

I partecipanti provengono da ogni parte del mondo: Marocco, Bulgaria, Ungheria, Colombia, Inghilterra, Turchia, oltre ovviamente all’Italia, a testimonianza, spiega Agroinnova, della volontà dell’iniziativa di contribuire allo sviluppo di un network internazionale specializzato sui temi della biosicurezza.

Di respiro internazionale anche il panel dei relatori e le tematiche trattate, a partire da Fausto Pedrazzini del National Research Council (CNR) di Pisa, già Direttore di Programma presso la Divisione Affari Scientifici della NATO, che terrà una lectio tracciando lo scenario attuale della biosicurezza in ambito internazionale. Ettore Bompard del Politecnico di Torino porterà un case study sul progetto SESAME, finalizzato a tutelare il rifornimento di energia elettrica in Europa in caso di minacce di vario genere, dai terremoti ad attacchi di tipo terroristico; Alfredo Caprioli, del Dipartimento di Sicurezza Alimentare dell’Istituto Superiore di Sanità di Roma, affronterà il recente caso di epidemia di Escherichia coli in Germania; Edoardo Greppi e Lorenza Mola dell’Università di Torino, affronteranno rispettivamente i temi della legislazione e delle politiche sulla biosicurezza in Europa e nel resto del mondo e il rapporto fra biosicurezza e mercati internazionali.

“Il problema della biosicurezza oggi, in un mercato in cui le merci viaggiano ogni giorno da un continente all’altro, non può che essere affrontato in un’ottica globale”, spiega Maria Lodovica Gullino, direttore di Agroinnova, che svolgerà un intervento sui rischi emergenti in Europa in ambito agro-ambientale e agro-alimentare. “Questa Summer school, e il progetto europeo nel quale è inserita, si pongono proprio l’obiettivo – conclude Gullino – di creare un sistema internazionale che agevoli lo scambio di competenze, creando i presupposti per la messa a punto di sistemi di diagnosi e risposta rapidi ed efficaci, in grado di tutelare al meglio i consumatori”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende