Home » Comunicati Stampa »Eventi »Idee » Al CRIET della Bicocca un dibattito sullo sviluppo sostenibile del “Made in Italy”:

Al CRIET della Bicocca un dibattito sullo sviluppo sostenibile del “Made in Italy”

ottobre 27, 2017 Comunicati Stampa, Eventi, Idee

Mercoledì 25 ottobre si è svolto, presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, un evento dedicato alle “Eccellenze Sostenibili” organizzato dal CRIET (Centro di Ricerca Interuniversitario in Economia del Territorio) nell’ambito del progetto CRIET Incontra.

L’obiettivo era quello di mettere a fuoco valide prospettive di consolidamento del “Made in Italy” in quanto modello di riferimento per una produzione di qualità eccellente e sostenibile per l’ambiente. Un modello che ha iniziato ad affermarsi nel mondo agricolo, ma che a partire da questo ha successivamente contaminato la moda e il design, la valorizzazione del paesaggio e la tutela dei beni culturali.

Dopo i saluti istituzionali del Rettore dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, Cristina Messa, si sono succeduti gli interventi di Angelo Di Gregorio, Direttore del CRIET, focalizzato su “L’Economia Circolare”, di Matilde Ferretto, Presidente CLM in Turismo, Territorio e Sviluppo Locale del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, dedicato alla “Società culturale” e di Gilberto Garuti, Responsabile Ricerca e Sviluppo Neorurale Srl su “Agricoltura e sostenibilità”.

I tre relatori hanno presentato le condizioni che, dal loro punto di vista, porterebbero oggi l’Italia a essere all’avanguardia nel panorama internazionale per ricchezza di “eccellenze sostenibili”. Il nostro Paese presenta infatti un modello di agricoltura in cui ha rilievo (anche se ancora diffusione limitata) un’im­portante serie di fattori: qualità, distintività, valore culturale e antro­pologico del produrre, biodiversità, sostenibilità.

“Il modello agricolo italiano può candidarsi ad accogliere le principali sfide a livello globale, dimostrando che anche se intensiva l’agricoltura può essere rispettosa della biodiversità, farsi custode dell’ambiente e del patrimonio di civiltà che esprime, diventare protagoni­sta dell’intera filiera del food, purché sostenibile da un punto di vista ambien­tale ed economico”, ha affermato Angelo Di Gregorio, Direttore CRIET. “Connessi al mondo agricolo esistono inoltre segmenti e professioni che fanno della sostenibilità un valore primario della loro opera”.

Docenti universitari, personalità del mondo del food, della cultura e del design hanno quindi partecipato a un confronto sulle opportunità di successo delle “eccellenze sostenibili” espresse dai nostri territori, presentando il proprio contributo in termini di esperienza, conoscenza dei trend di cambiamento che impattano sulla percezione di qualità a livello internazionale secondo le rispettive prospettive settoriali, dall’Italian Food ai Beni Culturali, dal Design al Paesaggio.

“Il patrimonio culturale è un fattore essenziale nel contribuire a pro­muovere e valorizzare il territorio, attraendo talenti e turismo. In tal senso è determinante sviluppare progetti sostenibili intorno ai luoghi della cultura dove deve crescere una progettualità condivisa che produca benessere e sviluppo economico per l’intera comunità, preservando al tempo stesso il contesto ambientale e architettonico. Non possiamo trascurare la questione spazio quale risorsa da pro­teggere. Preservare i diversi territori, significa difendere luoghi nei quali l’uomo sia capace di orientarsi e riconoscersi, luoghi ai quali sente di appartenere perché in essi ritrova la propria memoria, la propria storia, la propria cultura e la propria identità. Quindi svi­luppo sostenibile e tutela e valorizzazione del paesaggio non sono concetti alienabili e devono camminare di pari passo”, ha affermato Gioia Gibelli, Presidente Siep-IALE (Sezione italiana della International Association for Landscape Ecology).

“E’ doveroso ripensare la moda, una delle industrie più inquinanti al mondo, secondo questa prospettiva. Trasformandola in un settore più sostenibile che include tanto i principi della moda ecosostenibile, cioè attenta all’ambiente, quanto quelli della moda etica, rispettosa delle condizioni di lavoro e disponibile a fornire ai consumatori tutte le informazioni riguardanti il prodotto finito”, ha affermato  Francesca Romana Rinaldi, Docente di Fashion Management all’Università Bocconi e Direttore del Master in Brand & Business Management presso il Milano Fashion Institute.

In cucina, il km zero è solo il punto di partenza per parlare di sosteni­bilità”, ha commentato Davide Oldani, ideatore della cucina POP. “Pensiamo alle opportunità per coniugare sostenibilità con la soddisfazione del palato e della ricerca estetica che derivano dall’impiego di risorse energetiche alternative, dalla riduzione dei consumi, da un efficiente impiego dell’acqua, dal riciclo al riutilizzo degli scarti”.

Per quanto riguarda, l’architettura e il design, Carlo Vezzoli, Docente di Disegno Industriale al Dipartimento di Design del Politecnico di Milano e Coordinatore del Gruppo di ricerca Design e Innovazione di sistema per la Sostenibilità (DIS), ha evidenziato l’interesse del contributo espresso da professioni “che si dimostrano sempre più sensibili a una progetta­zione che tiene conto delle condizioni ambientali di un luogo, così da adattarsi in maniera sapiente – e senza rinunciare all’estetica – al concetto di evoluzione”.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

giugno 26, 2020

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

Circularity, start up innovativa fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei rifiuti in Italia, ha lanciato il primo motore di ricerca per raccogliere informazioni e concludere transazioni che consentano alle imprese industriali di attivare processi di economia circolare e gestire i rifiuti come una risorsa e non soltanto come un costo e [...]

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

giugno 4, 2020

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

L’uso del condizionatore gonfia notevolmente le bollette elettriche delle famiglie, con importanti conseguenze sulla loro “povertà energetica”. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia e del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), appena pubblicato sulla rivista scientifica Economic Modeling. Studi precedenti realizzati negli Stati Uniti stimano un incremento [...]

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

giugno 4, 2020

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

E’ in fase di partenza l’edizione 2020 del progetto Green Jobs, nato per promuovere la crescita di competenze e sensibilità nel settore dell’economia circolare attraverso attività formative sul territorio: CONAI e l’Università degli Studi della Basilicata daranno, anche quest’anno, la possibilità a ottanta laureati della Regione di partecipare gratuitamente a un iter didattico per facilitare [...]

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

maggio 27, 2020

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

Quanto la second hand economy sia ormai rilevante nell’economia nazionale italiana lo conferma la sesta edizione dell’Osservatorio Second Hand Economy condotto da BVA Doxa per Subito, piattaforma leader in Italia per la compravendita di oggetti usati, con oltre 13 milioni di utenti unici mensili, che ha evidenziato come il valore generato da questa forma di “economia [...]

Möves: a Milano al lavoro in eBike

maggio 20, 2020

Möves: a Milano al lavoro in eBike

Anche a Milano finisce il lockdown e nasce Möves (dal gergo dialettale milanese: “muoviamoci“), un progetto dedicato alle aziende del capoluogo lombardo che vogliono agevolare la mobilità in sicurezza dei propri dipendenti. In base ai dati emersi da un censimento, il numero di residenti milanesi che si sposta quotidianamente per recarsi al luogo di lavoro [...]

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

maggio 15, 2020

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

Tra i provvedimenti varati dal Governo il nuovo “Decreto Rilancio” prevede l’innalzamento delle detrazioni dell’Ecobonus e del Sismabonus al 110% a partire dal 1° luglio 2020, aprendo importanti opportunità di rilancio per il settore immobiliare nel dopo emergenza Covid. “Grazie al ‘Decreto Rilancio’ e al Superbonus al 110% sarà possibile intervenire sulle nostre città con [...]

Studio Selectra: il 78% delle offerte di energia elettrica sul mercato è “green”

aprile 29, 2020

Studio Selectra: il 78% delle offerte di energia elettrica sul mercato è “green”

Le offerte “verdi” dell’energia elettrica (quelle cioè provenienti da fonti rinnovabili) non possono più essere considerate “alternative”, perché ormai rappresentano la maggior parte di tutte le tariffe disponibili sul mercato. Per il gas, invece, c’è ancora tanta strada da fare. Sono, in sintesi, i risultati dell’analisi che Selectra – azienda che mette a confronto le tariffe [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende