Home » Comunicati Stampa » Al via i “farm days”: le visite in campo del progetto europeo Solibam:

Al via i “farm days”: le visite in campo del progetto europeo Solibam

giugno 12, 2012 Comunicati Stampa

Sono cominciate lo scorso 5 giugno, con la partecipazione di oltre 200 persone, e si prolungheranno fino al 15 giugno 2012 le visite alle aziende AIAB che stanno sperimentando la selezione on farm di orzo e frumento duro in varie regioni d’Italia, dalla Sicilia al Friuli Venezia Giulia. Gli incontri, sia divulgativi che formativi, sono organizzati da AIAB e saranno tenuti dal Prof. Salvatore Ceccarelli, esperto genetista e consulente in miglioramento genetico, dell’ ICARDA - International Center for Agricultural Research in the Dry Areas.

Questa settimana sarà dunque una preziosa occasione per poter scambiare esperienze e conoscenze sulla ricerca varietale in agricoltura, orientata a formare agricoltori e tecnici del settore bio-agricolo locale. I “farm days” si inseriscono all’interno del programma di promozione del progetto europeo di ricerca SOLIBAM (Strategy for Organic and Low-input Integrated Breeding And Management), di cui AIAB è partner.

SOLIBAM è un progetto basato sull’incremento e la valorizzazione della diversità nei sistemi di coltivazione biologica e a ridotto utilizzo di componenti chimiche (basso input). E’ rivolto ad agricoltori, tecnici e ricercatori interessati. Ha per obiettivo lo sviluppo di nuovi metodi per il miglioramento genetico, integrando le varie tecniche di gestione agricola per aumentare la performance, la qualità, la sostenibilità e la stabilità delle produzioni biologiche e a basso input in Europa e nell’Africa Subsahariana.

Si basa principalmente su 4 aspetti fondamentali che puntano a potenziare la diversità nella coltivazione: ricerca partecipativa, miglioramento genetico, pratiche colturali, sostenibilità. L’attuazione di strategie di ricerca partecipativa mira ad ottenere un miglioramento genetico da sviluppare attraverso pratiche colturali diversificate, il tutto in un’ottica di sostenibilità ecologica ed economica.

La peculiarità del progetto SOLIBAM è che tende a divulgare delle pratiche di miglioramento genetico basate su un obiettivo di sostenibilità ambientale, ma soprattutto destinate ad incentivare la pratica non più svolta in laboratorio, ma nei campi dagli stessi agricoltori-produttori.

Le popolazioni di orzo e frumento, basate sull’incremento della diversità al loro interno, provenienti principalmente dalla Siria e dall’Africa Subsahariana sono state seminate nelle aziende Italiane nel 2010. I cinque anni del progetto permetteranno ai ricercatori e agli agricoltori coinvolti di osservarne la capacità di adattamento alle esigenze climatiche, economiche e culturali dei nostri produttori.

I “farm days 2012” permetteranno agli agricoltori di entrare nel dettaglio di come osservare le parcelle e che tipo di dati rilevare e come durante la stagione. Le visite sono organizzate da AIAB in collaborazione con le diverse AIAB regionali, ICARDA, Stazione Sperimentale di Granicoltura e Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende