Home » Comunicati Stampa »Idee » Alla ricerca dell’orchidea perduta nel parco delle Dolomiti Bellunesi:

Alla ricerca dell’orchidea perduta nel parco delle Dolomiti Bellunesi

luglio 4, 2013 Comunicati Stampa, Idee

Liparis loeselii è una delle più rare orchidee italiane: ne sono stati censiti, negli ultimi anni, solo 70 esemplari. Vive nelle Alpi centro-orientali, tra Lombardia e Friuli, dove cresce in luoghi umidi, fino a 1000 metri di quota.

Nel 2012 Giorgio Perazza, assieme ad altri studiosi italiani di orchidee, ha descritto una nuova sottospecie: Liparis loeselii nemoralis, che vive in ambienti boscosi ed è conosciuta solo per una decina di località tra Veneto e Friuli, per un totale di circa 500 esemplari in tutto. Le due località venete si trovano entrambe in Val Canzoi (Cesiomaggiore, in provincia di Belluno), alle porte del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi ma all’esterno dei suoi confini.

Su iniziativa del botanico Cesare Lasen, nei giorni scorsi, un agguerrito gruppo di “cacciatori di orchidee”, coordinato dallo stesso Prof. Lasen e formato da appassionati botanici del GIROS (Gruppo Italiano per la Ricerca sulle Orchidee Spontanee), personale del CTA del Corpo Forestale dello Stato e del Parco Nazionale, ha deciso di cercare la rara orchidea nella parte di Val Canzoi inclusa nell’area protetta.

La ricerca è stata coronata da successo e Alberto Scariot ha “scovato” un esemplare di Liparis, aumentando così il già elevato numero di specie di piante note (attualmente sono oltre 1370) all’interno dei confini amministrativi del Parco Nazionale.

Una ricerca non facile, dato che la Liparis non è certo un’orchidea appariscente, a differenza della maggior parte delle altre specie della stessa Famiglia, note per la straordinaria bellezza dei loro fiori. Alta da 8 a 20 centimetri, Liparis loeselii ha due foglie di forma ovata, allungate, e un unico fusto che porta piccoli fiori verdi-giallastri.

Liparis loeselii è inserita nella “Lista rossa delle piante italiane minacciate di estinzione” e nell’allegato II della Direttiva europea “Habitat”, nata per tutelare gli ambienti e le specie animali e vegetali a rischio di scomparsa.

Nel corso della stessa “spedizione” è stata scoperta, sempre all’interno del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, anche una nuova stazione di un’altra orchidea: la molto più nota e appariscente “pianella della Madonna” (Cypripedium calceolus). Anche questa orchidea, che vive soprattutto in boschi radi e cespuglieti, pur essendo più comune della Liparis e a minor rischio di scomparsa, è inserita nella Lista rossa della flora italiana.

Gli esiti di questa ricerca confermano ancora una volta la ricchezza del territorio di un Parco che, seppure esplorato da decenni, riserva sempre nuove sorprese agli studiosi che decidono di indagare la sua straordinaria biodiversità.

Questi fiori, come tutti gli altri che vivono nel Parco, ovviamente non si possono raccogliere, poiché, come diceva Aldo Capitini: “solo il fiore che lasci sulla pianta è tuo“.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

febbraio 20, 2018

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

Il 13 febbraio la Città di Torino ha lanciato “Muoversi a Torino”, il nuovo servizio di infomobilità in linea con le principali città europee: un portale web istituzionale, interamente orientato a fornire indicazioni utili e informazioni sempre aggiornate per muoversi agevolmente in città e nell’area metropolitana. Il nuovo sito – realizzato e gestito dalla partecipata 5T - si [...]

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende