Home » Comunicati Stampa » Bestack: la prima certificazione per l’imballaggio ortofrutticolo:

Bestack: la prima certificazione per l’imballaggio ortofrutticolo

giugno 23, 2011 Comunicati Stampa

L’ortofrutta rappresenta un importante settore dell’economia nazionale e circa il 25% dell’intera produzione lorda vendibile agricola italiana, soggetta a rapidi cambiamenti legati alle dinamiche del commercio internazionale, tra cui un aumento della distanza tra il luogo di produzione e di consumo, un’arena competitiva internazionale, il peso crescente delle moderne superfici distributive, l’introduzione di nuovi prodotti sul mercato per effetto del cambiamento negli stili di vita e di consumo.

E’ quindi sempre più importante considerare l’impatto dell’imballaggio. I principali sistemi sono le cassette monouso in cartone ondulato le cassette multiuso in plastica a sponde abbattibili. Il WWF ha dunque condotto un assessment per valutare quale potesse essere definita più ecologica, ovvero quale presentasse i migliori livelli di qualità ambientale, dall’estrazione delle materie prime fino allo smaltimento. A questo scopo sono stati analizzati sette studi del ciclo di vita del prodotto, determinanti il livello di qualità ambientale delle cassette in cartone monouso e plastica riutilizzabili.

Alla luce dell’assessment condotto si evidenziano considerevoli vantaggi ambientali nell’imballaggio per ortofrutta in cartone nella maggior parte dei casi, sebbene occorra valutare le specificità caso per caso.

L’utilizzo di imballaggi che garantiscono performance ottimali e maggiore sostenibilità è ormai una scelta obbligata per la nostra società, verso cui devono tendere tutti i grossi utilizzatori e distributori”, dichiara Massimiliano Rocco, Responsabile Foreste WWF Italia.

I contenitori in cartone risultano più convenienti dal punto di vista ambientale nelle distanze maggiori perché, all’aumentare del peso del contenitore, aumenta l’influenza dell’impatto della fase di trasporto sull’impatto totale. Infatti, i contenitori in plastica riutilizzabili devono compiere una tratta di trasporto in più rispetto ai contenitori in cartone che vengono riciclati vicino al punto di destinazione. Il rapporto peso tara/netto è un fattore importante per la prestazione ambientale del sistema di trasporto e può essere soggetto a ulteriori miglioramenti attraverso lo sviluppo di più formati progettati ad hoc: l’ottimizzazione si ottiene modificando le dimensioni e formati delle cassette per ridurre la quantità di materiale utilizzato.

Per gli imballaggi in cartone, sono già state identificate azioni di miglioramento come l’impiego di materiali più performanti,la riduzione della massa unitaria dei contenitori, percentuali di riciclo crescenti, già oggi in Italia superiori all’80%, dato in assoluto più alto in Europa tra tutti i materiali.

Sulla base dei risultati dell’assestment, il Consorzio Bestack di Forlì ha quindi deciso di incrementare la qualità e le prestazioni dei propri imballaggi promuovendo, primo nel mondo, la certificazione volontaria di prodotto sull’imballaggio ortofrutticolo.

Bestack Quality Approved è il nome della certificazione, che garantisce l’imballaggio nelle specifiche condizioni di impiego, personalizzandolo sul prodotto e riducendo il materiale impiegato. Bestack promuove inoltre procedure di produzione che impieghino carte vergini con certificazione forestale, riducano l’utilizzo di acqua, ottimizzino i rifili di lavorazione e massimizzino la raccolta del macero riciclato.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende