Home » Comunicati Stampa »Idee »Progetti » Apiaria, la nuova opera di Piero Gilardi al PAV di Torino:

Apiaria, la nuova opera di Piero Gilardi al PAV di Torino

aprile 7, 2016 Comunicati Stampa, Idee, Progetti

Venerdì 15 aprile, alle ore 18, inaugura Apiaria, la nuova installazione partecipativa dell’artista Piero Gilardi, focalizzata sul tema dell’apicoltura urbana. Il focus di questa nuova opera collaborativa è la nostra “condivisione” con la vita delle api, importanti per il loro ruolo cruciale nella riproduzione della vegetazione del nostro pianeta e per la funzione sociale di biomonitoraggio degli ambienti urbani inquinati.

Il ruolo delle api negli ecosistemi è ormai ben noto: questo “organismo collettivo” costituisce l’agente dell’impollinazione, assieme ad altri fattori animali e metereologici, che permette il continuo rinnovo del ciclo della fertilità della vegetazione, oggi in una condizione ambientale profondamente alterata dall’inquinamento, dalla deforestazione e dall’effetto serra.

Nel contesto della crisi ambientale, l’apicoltura ha assunto il valore di una controstrategia volta a ripristinare l’equilibrio degli ecosistemi, in coerenza alle pratiche politiche e sociali, per avviare una conversione ecologica del modello di sviluppo incrementale ed estrattivo della società capitalistica neoliberista, responsabile, secondo l’artista, dell’attuale collasso ambientale globale.

L’apicoltura, per usare un termine contemporaneo, può dunque essere considerata un commons, “un agente politico attivo nella crescita della coscienza e della soggettività antagonista a livello di massa nel contesto degli odierni conflitti sociali”. Tale valenza “politica” è particolarmente evidente nella pratica dell’apicoltura urbana, in quanto la sua funzione di biomonitoraggio si svolge direttamente di fronte agli abitanti delle aree metropolitane, opportunamente tenuti al corrente dalla comunicazione coinvolgente delle comunità solidali degli apicoltori, radicate nei territori urbani.

In questo contesto politico e culturale il progetto di Apiaria assume un significato teorico e artistico peculiare. I visitatori sono invitati a entrare in Apiaria, guardare le immagini della danza delle api, riprese da una telecamera posizionata vicino alle arnie collocate su La Folie du PAV, installazione di Emmanuel Louisgrand. Oltre alla vista, anche il tatto e il gusto sono stimolati dall’opera, attraverso il suono del volo delle api e la possibilità di toccare materiali quali propoli e cera vergine; infine è possibile degustare il loro dono principale: il miele degli alveari del PAV.

Apiara è stata realizzata dalla Fondazione Centro Studi Piero Gilardi in collaborazione con l’Associazione di apicoltori urbani UrBEES e con il progetto “Biomonitoring Project Research”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende