Home » Comunicati Stampa » Area C, tra una settimana riparte il provvedimento:

Area C, tra una settimana riparte il provvedimento

settembre 11, 2012 Comunicati Stampa

Mancano sette giorni alla riattivazione di Area C. Da lunedì 17 settembre il provvedimento sarà di nuovo operativo, a partire dalle 7.30 e fino alle 19.30, fatta eccezione per il giovedì, giorno in cui le telecamere verranno disattivate alle 18. Per accedere alla Ztl Cerchia dei Bastioni, delimitata da 43 varchi, di cui 6 a uso esclusivo dei mezzi pubblici e 1 promiscuo (corso di porta Vittoria), bisognerà attivare il tagliando da 5 euro il giorno stesso o al massimo entro la mezzanotte del giorno successivo all’accesso.

Tornano a essere attive le agevolazioni per i veicoli di servizio, che potranno continuare a scegliere tra due opzioni: 5 euro con 2 ore di sosta incluse oppure 3 euro per la sola attivazione di Area C. Fino al 26 luglio si erano registrati circa 29.000 veicoli di questa categoria (circa 10.500 aziende). Tra le diverse categorie registrate, facendo riferimento alle sezioni ATECORI, il 44,3% dei veicoli di servizio appartiene alla sezione “Costruzioni”, il 19,5% a quelle di “Commercio all’ingrosso e al dettaglio” e “Riparazioni di autoveicoli e motocicli”, il 10,3% ad “Attività manifatturiere”, il 7,6% a “Trasporto e magazzinaggio”, il 4,6% a “Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese”. Nel periodo di applicazione di Area C gli accessi medi giornalieri dei veicoli di servizio sono stati 6.195, corrispondenti al 7,1% del traffico totale in ingresso alla Ztl Cerchia dei Bastioni. Infine, nell’84% dei casi i veicoli di servizio hanno scelto la tariffa a 3 euro (il 16% quella a 5 euro con due ore di sosta).

Sempre in tema di agevolazioni, i residenti all’interno della Ztl Cerchia dei Bastioni potranno continuare a utilizzare gli ingressi gratuiti che hanno ancora a disposizione dai 40 iniziali e poi usufruire della tariffa agevolata di 2 euro. Sia i residenti sia veicoli di servizio, se non l’hanno ancora fatto nei primi sei mesi di attivazione di Area C, hanno l’obbligo di registrazione per poter accedere alle agevolazioni a loro riservate. È prevista, infine, una tariffa agevolata per chi deciderà di parcheggiare, per quattro ore non frazionabili, in una delle autorimesse del centro che aderiranno all’iniziativa: 13 euro comprensive di 4 ore di sosta.

Sono completamente esentate dal pagamento alcune categorie, tra cui moto e motorini, veicoli elettrici, veicoli per il trasporto di persone con disabilità e per chi deve sottoporsi a terapie salvavita, i mezzi degli enti e delle associazioni no profit che svolgono attività di assistenza a malati e soggetti fragili, i veicoli ibridi, a metano, bifuel e Gpl. Non potranno, invece, più accedere nel centro di Milano, negli orari di attivazione del provvedimento, i veicoli benzina Euro 0 e i diesel Euro 0, 1, 2 e 3 (eccetto derogati).

Per tenersi informati sul provvedimento Area C sono a disposizione il numero di telefono 02.02.02, il sito internet wareac.it, la pagina Facebook ‘Area C’, gli uffici di via Friuli 30 (con orario continuato dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 16) e, solo per i residenti, l’ufficio di via Beccaria 19 al piano terra (lun.-ven., dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 16).

Nei primi sei mesi di applicazione il traffico in Area C si era ridotto in media del 34%, rispetto allo stesso semestre del 2011 (e del 7% nel resto della città); era aumentata la velocità commerciale dei mezzi pubblici di circa il 6% (autobus) e 5% (tram); erano diminuiti di circa il 49% gli accessi di veicoli inquinanti; c’era stato un incremento dei veicoli a minor impatto ambientale (da 9,6% a 16,6%); si era ridotto il numero di incidenti (-28%); erano calate le emissioni di Pm10 allo scarico (-23%), Pm10 totale (-22%), ammoniaca (-15%), ossidi di azoto (-20%), anidride carbonica (-22%) e si erano ridotte le concentrazioni di Black Carbon (fino a -40%).

Dal 26 luglio, invece, è stato del 52% l’aumento degli ingressi effettuati da categorie di auto che, con Area C, potevano accedere attivando i taglianti di ingresso. Identica anche la percentuale di aumento degli ingressi di veicoli inquinanti nei primi cinque giorni dopo la sospensiva (+52%). Più bassa la percentuale di aumento dei veicoli intestati a residenti: +20%, per un totale di circa 1.600 ingressi in più ogni giorno. Invariato, infine, il traffico riguardante i veicoli di servizio. Per quel che riguarda le emissioni inquinanti, infine, l’aumento maggiore dal 26 luglio ha riguardato quelle di ammoniaca, che hanno fatto registrare un +42. Sono salite del 16% le emissioni di anidride carbonica, del 5% quelle di Pm10 allo scarico, del 9% di Pm10 totale e del 10% di ossidi totali di azoto.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

luglio 27, 2017

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

Con la collaborazione diretta della casa madre italiana Tere Group Srl, detentrice della tecnologia e insieme ad UNIMORE (Università di Modena e Reggio Emilia), L.I.S.T. (Luxembourg Institute of Science and Technology) e altri partner lussemburghesi, la nuova società Tere Group Lux S.A avvierà un innovativo progetto rivolto alla costruzione di MEMO (Mezzo Operativo Mobile), un [...]

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

luglio 26, 2017

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

E’ una delle tendenze di questa estate, ma è in crescita da diversi mesi a giudicare dai dati Google e social: gli italiani amano sempre di più utilizzare prodotti “per il benessere sessuale della coppia”. Solo nelle ultime settimane le ricerche sul web per i sex toys hanno registrato un aumento del 300%. Tendenza che riguarda [...]

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

luglio 25, 2017

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

Cocoon, incubatrice biodegradabile brevettata dall’azienda olandese Land Life Company, potrebbe aiutare a riforestare i territori italiani colpiti da siccità e incendi rivitalizzando ecosistemi degradati e comunità, come sta già succedendo in 24 Paesi nel mondo. Sono infatti due miliardi gli ettari di terreno degradati nel mondo, un’area più grande di quella dell’intero Sudamerica. Tanto che [...]

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

luglio 25, 2017

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

Reti wireless, fibra ottica e tecnologie di visione digitale in campo per prevenire e contrastare gli incendi estivi che stanno causando ingenti danni in molte regioni italiane. E’ la Regione Emilia Romagna, con il supporto della Protezione Civile, a lanciare  un progetto pilota che interessa due siti dell’Appennino tra Modena e Ferrara. Qui sono state installate stazioni di monitoraggio composte da [...]

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

luglio 25, 2017

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

“È necessario uscire dalla logica dell’emergenza per la mancanza di risorse idriche poiché l’intervento emergenziale, in una fase di grave siccità come quella che stiamo attraversando, rischia di portare al nulla”. Lo afferma Arcangelo Francesco Violo, segretario nazionale e coordinatore della Commissione Risorse idriche del Consiglio Nazionale dei Geologi. Il binomio caldo-siccità, in questa torrida estate [...]

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

luglio 24, 2017

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

Un’autovettura a energia solare? E’ già in circolazione sulle nostre strade, si tratta della Toyota Prius PHV, lanciata sul mercato a febbraio 2017, è dotata dei “Moduli Fotovoltaici HIT per Automobile” di produzione Panasonic. Il modello è definito un plug-in hybrid (PHV) perché rappresenta l’evoluzione dal sistema hybrid verso un veicolo sempre più elettrico. La [...]

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

luglio 24, 2017

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

Seconda vittoria legale dell’Abruzzo in pochi giorni: la Corte Costituzionale, con sentenza 198/2017, ha annullato il decreto “Trivelle” del 2015 in quanto emanato senza preventiva intesa con le Regioni: “Non spettava allo Stato e per esso al Ministro dello Sviluppo Economico – scrive la Consulta – adottare il decreto del 25 marzo 2015 senza adeguato coinvolgimento [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende