Home » Comunicati Stampa »Non-Profit »Pratiche » Armi chimiche siriane in Italia: Green Cross chiede più trasparenza per lo smaltimento:

Armi chimiche siriane in Italia: Green Cross chiede più trasparenza per lo smaltimento

Occhi puntati sulla nave americana Cape Ray, dove si procederà alla distruzione delle armi chimiche siriane. L’ONG ambientalista Green Cross ha indirizzato al governo degli Stati Uniti la richiesta di un maggiore coinvolgimento delle comunità locali, che sono preoccupate per le possibili conseguenze derivanti dalle attività di smaltimento delle armi chimiche.

Nella lettera inviata il 4 febbraio 2014 ai segretari di Stato e alla Difesa degli Stati Uniti, John Kerry e Chuck Hagel, gli esperti dell’Ong, insieme ad altre autorevoli associazioni internazionali, si dichiarano favorevoli all’approccio tecnico previsto per la neutralizzazione di queste armi, opzione ritenuta “meno rischiosa” rispetto a un tentativo di distruzione in Siria, e invitano a un’accelerazione dei processi di smaltimento delle 22 tonnellate metriche di agente mostarda e delle circa 540 tonnellate di precursori chimici.

Secondo i firmatari, la questione più urgente oggi è quella di assicurarsi che tutti gli agenti chimici più pericolosi provenienti dagli arsenali siriani vengano rapidamente smaltiti. Ma è importante altresì mantenere una comunicazione trasparente e attiva con le comunità locali. «La piena trasparenza e il coinvolgimento di tutte le parti interessate – dichiara il presidente di Green Cross Italia Elio Pacilio, tra i firmatari della lettera – sono indispensabili per venire incontro alle corrette procedure democratiche e ai numerosi segnali di malcontento e timore pervenuti in queste settimane attraverso comprensibili mobilitazioni locali, come quelle di Gioia Tauro, e lettere indirizzate alla nostra sede italiana».

Per questo motivo gli esperti dell’Ong, tra cui Paul Walker, direttore del programma di “Sicurezza e sviluppo sostenibile” di Green Cross International, hanno lanciato una serie di proposte necessarie ad assicurare il successo della missione: la programmazione di una serie di incontri con la popolazione per spiegare il processo di distruzione e discutere dei possibili rischi e benefici;  attività costanti di aggiornamento sulle operazioni di smaltimento, attraverso un sito web dedicato e collegato ai portali delle Nazioni Unite e dell’OPAC; l’installazione di una webcam a bordo della nave, attiva 24 ore su 24, per documentare l’attività di demilitarizzazione; la notifica di eventuali proposte di manipolazione o distruzione dei prodotti chimici e degli effluenti tossici alle comunità prima dell’inizio delle operazioni.

«Garantire l’accesso libero e costante a tutte le informazioni – continua Elio Pacilio – potrà contribuire non solo a rafforzare la tutela della salute pubblica e dell’ambiente, ma anche ad alleviare le preoccupazioni ed evitare allarmismi inutili, che altrimenti potrebbero minare questa storica e importante missione di demilitarizzazione».

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

novembre 10, 2017

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

Il Gruppo Sanpellegrino, leader italiano del settore beverage e acque minerali, con 1.500 dipendenti e 900 milioni di euro di fatturato, ha realizzato, per la prima volta, un Report sulla “creazione di valore condiviso”, per raccogliere e diffondere i dati relativi alle azioni di CSR (corporate social responsibility) avviate negli ultimi anni. Dal quadro tracciato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende