Home » Comunicati Stampa »Non-Profit »Pratiche » Armi chimiche siriane in Italia: Green Cross chiede più trasparenza per lo smaltimento:

Armi chimiche siriane in Italia: Green Cross chiede più trasparenza per lo smaltimento

Occhi puntati sulla nave americana Cape Ray, dove si procederà alla distruzione delle armi chimiche siriane. L’ONG ambientalista Green Cross ha indirizzato al governo degli Stati Uniti la richiesta di un maggiore coinvolgimento delle comunità locali, che sono preoccupate per le possibili conseguenze derivanti dalle attività di smaltimento delle armi chimiche.

Nella lettera inviata il 4 febbraio 2014 ai segretari di Stato e alla Difesa degli Stati Uniti, John Kerry e Chuck Hagel, gli esperti dell’Ong, insieme ad altre autorevoli associazioni internazionali, si dichiarano favorevoli all’approccio tecnico previsto per la neutralizzazione di queste armi, opzione ritenuta “meno rischiosa” rispetto a un tentativo di distruzione in Siria, e invitano a un’accelerazione dei processi di smaltimento delle 22 tonnellate metriche di agente mostarda e delle circa 540 tonnellate di precursori chimici.

Secondo i firmatari, la questione più urgente oggi è quella di assicurarsi che tutti gli agenti chimici più pericolosi provenienti dagli arsenali siriani vengano rapidamente smaltiti. Ma è importante altresì mantenere una comunicazione trasparente e attiva con le comunità locali. «La piena trasparenza e il coinvolgimento di tutte le parti interessate – dichiara il presidente di Green Cross Italia Elio Pacilio, tra i firmatari della lettera – sono indispensabili per venire incontro alle corrette procedure democratiche e ai numerosi segnali di malcontento e timore pervenuti in queste settimane attraverso comprensibili mobilitazioni locali, come quelle di Gioia Tauro, e lettere indirizzate alla nostra sede italiana».

Per questo motivo gli esperti dell’Ong, tra cui Paul Walker, direttore del programma di “Sicurezza e sviluppo sostenibile” di Green Cross International, hanno lanciato una serie di proposte necessarie ad assicurare il successo della missione: la programmazione di una serie di incontri con la popolazione per spiegare il processo di distruzione e discutere dei possibili rischi e benefici;  attività costanti di aggiornamento sulle operazioni di smaltimento, attraverso un sito web dedicato e collegato ai portali delle Nazioni Unite e dell’OPAC; l’installazione di una webcam a bordo della nave, attiva 24 ore su 24, per documentare l’attività di demilitarizzazione; la notifica di eventuali proposte di manipolazione o distruzione dei prodotti chimici e degli effluenti tossici alle comunità prima dell’inizio delle operazioni.

«Garantire l’accesso libero e costante a tutte le informazioni – continua Elio Pacilio – potrà contribuire non solo a rafforzare la tutela della salute pubblica e dell’ambiente, ma anche ad alleviare le preoccupazioni ed evitare allarmismi inutili, che altrimenti potrebbero minare questa storica e importante missione di demilitarizzazione».

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Bikeconomy Forum 2018: ecco come far girare l’economia su due ruote

novembre 14, 2018

Bikeconomy Forum 2018: ecco come far girare l’economia su due ruote

Si svolgerà il 16 novembre, a Roma presso il Museo MAXXI, la terza edizione del Bikeconomy Forum, il più importante evento nazionale dedicato all’economia che ruota attorno alla bicicletta. Ideato dalla Fondazione Manlio Masi e Osservatorio Bikeconomy, con il Patrocinio della Regione Lazio, di Roma Capitale, del CONI e della Federazione Ciclistica Italiana, il Forum quest’anno si concentra su [...]

“Science and the Future” 2, torna al Politecnico di Torino il dibattito su cambiamenti climatici e sostenibilità

novembre 12, 2018

“Science and the Future” 2, torna al Politecnico di Torino il dibattito su cambiamenti climatici e sostenibilità

Sono trascorsi cinque anni dal convegno Internazionale “Science and the future. Impossible, likely, desirable. Economic growth and physical constraints”, che si tenne al Politecnico di Torino nell’ottobre del 2013. Quanto in questi cinque anni ci siamo avvicinati ai “futuri desiderabili” delineati allora? Oppure, al contrario, continuiamo a dirigerci a grandi passi verso quei “futuri impossibili” legati [...]

Il futuro del fotovoltaico al 2030, tra nuovi obiettivi e fine vita degli impianti

novembre 9, 2018

Il futuro del fotovoltaico al 2030, tra nuovi obiettivi e fine vita degli impianti

Nel mese di settembre 2018, con 2,35 miliardi di chilowattora prodotti (+14,4% rispetto a un anno fa), il fotovoltaico ha coperto l’8% della produzione elettrica nazionale con una potenza complessiva di circa 20 GW. Il parco italiano conta oggi 815.000 impianti, i quali ogni anno possono produrre circa 25 miliardi di chilowattora. Tuttavia, con la [...]

A Ecomondo 2018 gli Stati Generali della Green Economy parlano di “nuova occupazione”

novembre 6, 2018

A Ecomondo 2018 gli Stati Generali della Green Economy parlano di “nuova occupazione”

Torna a Ecomondo, dal 6 al 9 novembre 2018 alla Fiera di Rimini, l’appuntamento con gli Stati Generali della Green Economy, un incontro promosso dal Consiglio Nazionale della Green Economy in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e con il supporto tecnico della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. Giunti alla settima edizione gli Stati Generali saranno [...]

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

ottobre 18, 2018

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

L’associazione Music Theatre International presenta il 26 ottobre 2018, in prima nazionale al Teatro Centrale Preneste di Roma, lo spettacolo “I 4 elementi“, idea artistica di Stefania Toscano, che ne cura la parte coreografica, con drammaturgia e regia di Paola Sarcina, progetto video di Federico Spirito. La teoria dei “4 elementi” della natura costituisce il “pretesto creativo” a cui s’ispira la [...]

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

ottobre 17, 2018

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

Si terrà a Roma, il 19 e il 20 ottobre prossimi, un convegno organizzato dall’Ordine dei Medici di Roma e da ISDE, l’Associazione Medici per l’Ambiente, sul delicato tema ambiente e salute. I “determinanti di salute” e, in particolare, il binomio ambiente-salute sono, infatti, secondo ISDE, scarsamente considerati nei programmi di studio delle facoltà universitarie di [...]

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

ottobre 16, 2018

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

Insieme per lo sviluppo delle “Terre Alte”. Oggi, agli Stati generali della Montagna, convocati a Roma dal Ministro delle Autonomie e degli Affari Regionali Erika Stefani, UNCEM e Confindustria Belluno Dolomiti (coordinatrice della rete nazionale di “Confindustria per la Montagna”), presenteranno un documento che evidenzia la necessità di attivare sui territori sinergie tra pubblico e privato per identificare strategie e politiche coerenti a [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende