Home » Comunicati Stampa » Da TNT arriva “BentoBox”, il sistema di consegne a basso impatto ambientale:

Da TNT arriva “BentoBox”, il sistema di consegne a basso impatto ambientale

giugno 7, 2012 Comunicati Stampa

Prende il nome dal tipico vassoio a scomparti dei pasti preconfezionati in Giappone e si ispira alla stessa filosofia “take away”, in questo caso applicata alla logistica. E’ la “BentoBox”, un contenitore modulare self service che permette di ritirare la propria merce quando si vuole, senza dover attendere il corriere o doversi recare in suo punto d’appoggio magari lontano chilometri.

E’ stata presentata dall’Assessore ai Trasporti, Infrastrutture, Mobilità e Logistica della  Regione Piemonte Barbara Bonino e dall’Assessore alla Viabilità e Trasporti del Comune di Torino Claudio Lubatti, che hanno illustrato le finalità di CityLog insieme alle Aziende e ai Centri Ricerca che hanno dato vita al progetto.

“La Regione ha avuto un ruolo importante nell’avvio di questo progetto, – ha dichiarato l’Assessore Bonino – strategico nell’ambito delle politiche per il miglioramento di sostenibilità ed efficienza della cosiddetta logistica dell’ultimo miglio. Abbiamo voluto coinvolgere il Comune di Torino identificando la sede più appropriata per la sperimentazione della Bentobox ed i test finora effettuati, anche se ancora da valutare complessivamente, hanno dato primi risultati soddisfacenti. Confidiamo quindi che una volta esaurita la fase sperimentale, il progetto CityLog possa trovare applicazione su scala industriale, contribuendo a ridurre il numero dei veicoli che quotidianamente percorrono le strade urbane, eliminando la fase della consegna porta a porta e migliorando, pertanto, gli impatti sull’ambiente e sul traffico”.

“Tutte le azioni dell’amministrazione in tema di mobilità”, ha commentato l’Assessore Lubatti, “sono concentrate verso una piena sostenibilità ambientale in particolare agevolando modalità pulita per il traffico privato con le limitazioni alla circolazione nella ZTL, di quello commerciale stimolando la progressiva sostituzione dei veicoli per la distribuzione delle merci e del trasporto pubblico con l’aggiornamento del parco circolante dei mezzi GTT ed il potenziamento della metropolitana”

Joost Bous, Operations Director di TNT Express Italy, ha evidenziato i vantaggi di un progetto realizzato in partnership fra diversi Enti ed Aziende e che ha portato a realizzare una “scatola magica” che elimina la fase della consegna porta a porta, riduce la percorrenza dei mezzi del corriere in città   e quindi l’impatto sull’ambiente e sul traffico. Bentobox, risolvendo il problema delle consegne a vuoto ed eliminando inutili viaggi, aumenta la soddisfazione del cliente che può ritirare i propri pacchi quando preferisce.

La BentoBox, sperimentata nell’ambito del progetto CityLog, è un prototipo ideato e realizzato da ICOOR, consorzio di Università per la Ricerca Operativa. Si compone di un telaio fisso (docking station) e di 6 moduli removibili (trolley) suddivisi in cassetti indipendenti nei quali il corriere TNT ripone i pacchi.  La docking station è connessa alle rete dati dell’operatore logistico ed è dotata di sistemi di sicurezza per monitorare in remoto eventuali manomissioni.

La merce depositata nella BentoBox è totalmente protetta: nel momento in cui TNT deposita il pacco nella BentoBox, il cliente riceve un SMS di avviso e può procedere quindi al ritiro. Forte dei successi dei test a Berlino, dove  un corriere locale ha effettuato lo scorso inverno le consegne per mezzo di biciclette e risciò, e a Lione, dove TNT France lo ha collocato all’interno del centro commerciale di Part-Dieu come Self-Service Point ad-hoc per un grande Brand del Fashion, BentoBox sperimenta ora al Lingotto di Torino una nuova modalità di utilizzo come self service point dei clienti TNT del Centro Commerciale. Il test, iniziato ad aprile, si è concluso il 6 maggio ed i risultati sono stati eccellenti.

Ma a Torino non sarà l’unica soluzione che verrà implementata nell’ambito del progetto europeo CityLog. Il progetto cofinanziato al 50% dalla Commissione Europea nell’ambito del 7° Programma Quadro per la Ricerca e lo Sviluppo Tecnologico 2007-2013, ha infatti come obiettivo il miglioramento della cosiddetta city-logistics o “logistica dell’ultimo miglio” e prevede la sperimentazione di due nuovi concept: oltre alla Bentobox a Torino arriverà infatti la Transhipment Area. Si tratta di un’area di interscambio che il Comune, d’accordo con i partner, ha individuato nei pressi del Nuovo Tribunale: un “freight bus” vi depositerà al mattino le tre unità di carico modulari contenenti i pacchi da consegnare e alla sera caricherà quelle da riportare al Centro di Distribuzione del corriere TNT.  A loro volta, uno o più delivery van prenderanno in consegna una unità di carico e partiranno per la distribuzione dei pacchi ai clienti. Anche in questo modo viene così ridotto il numero di furgoni che si muovono dal Centro di Distribuzione verso la città e viceversa, con conseguente riduzione di impatti sull’ambiente e sul traffico e maggiore efficienza operativa per il corriere.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende