Home » Comunicati Stampa »Nazionali »Politiche » Biocarburanti: dalle aree marginali il 3% del fabbisogno energetico nazionale:

Biocarburanti: dalle aree marginali il 3% del fabbisogno energetico nazionale

Cave e miniere a cielo aperto esaurite, discariche e aree industriali dismesse: lo sfruttamento delle aree marginali per le coltivazioni bioenergetiche è una soluzione concreta allo studio in Europa e in Italia. Nel nostro paese, la coltivazione di colture bioenergetiche in queste zone potrebbe far fronte a più del 3% del fabbisogno energetico nazionale.

Una soluzione che consentirebbe di riqualificare e ridare funzionalità, e quindi opportunità di sviluppo, ad aree abbandonate e degradate, nonché di dare nuovo slancio alla industria italiana della produzione di bioenergia senza entrare in conflitto con le produzioni agroalimentari. Il dato è riportato nel nuovo numero di Materia Rinnovabile, bimestrale edito da Edizioni Ambiente, primo magazine interamente dedicato alla bioeconomia e all’economia circolare.

Per ridurre l’entità del consumo di suolo e gli impatti a esso collegati e non sottrarre terreno alle coltivazioni per usi alimentari, una possibilità per le colture bioenergetiche è quella di utilizzare i terreni marginali. Si tratta di aree che per le loro caratteristiche climatiche, pedologiche o colturali sono inadatte all’uso agricolo tradizionale (coltivazione, uso forestale e pascolo). Esempi ne sono le cave e le miniere a cielo aperto esaurite o dismesse, le discariche chiuse o abbandonate, le aree industriali dismesse, le aree degradate e inquinate. Esistono varietà vegetali in grado di crescere anche in terreni contaminati da metalli pesanti: sono piante che possono essere utilizzate come biomasse per la produzione di energia.

Un’altra interessante prospettiva deriva dall’utilizzo di piante a semina autunnale capaci di svilupparsi in condizioni di scarso apporto idrico. Questo diminuirebbe drasticamente la quantità di acqua utilizzata nel processo di “valorizzazione energetica” (oggi per produrre un litro di biodiesel servono complessivamente 4.000 litri di acqua)

In Italia la superficie totale disponibile per le colture bioenergetiche è pari a quasi 2 milioni di ettari: di questi circa 200.000 sono aree pubbliche incolte di cui spesso le amministrazioni pubbliche non sanno cosa fare e che in questa logica rappresentano una risorsa preziosa.  Nella produzione di biodiesel l’Italia è quarta in Europa, dopo Germania, Francia e Spagna con una capacità produttiva di oltre 2 milioni di litri all’anno (dato 2011). Ma il potenziale dell’industria è largamente inutilizzato tanto che, a fronte di una produzione interna stabile, la crescente domanda del mercato è soddisfatta con un aumento delle importazioni.

Lo sfruttamento delle aree marginali potrebbe dare un contributo significativo allo sfruttamento ottimale del potenziale produttivo italiano, al pari di un’azione decisiva per aumentare la raccolta delle biomasse residuali. Ovvero, per recuperare quegli scarti diffusi, disponibili nel settore agricolo (potature), forestale (residui forestali) e dell’agroindustria (gusci e sanse) che spesso rimangono inutilizzati o distrutti impropriamente.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Restructura 2018: focus su bioedilizia e recupero dei borghi alpini

ottobre 15, 2018

Restructura 2018: focus su bioedilizia e recupero dei borghi alpini

A Torino dal 15 al 18 novembre 2018 il quartiere espositivo del Lingotto Fiere propone la trentunesima edizione di Restructura, il salone nazionale dedicato a riqualificazione, recupero e ristrutturazione in ambito edilizio allestito all’interno dei 20.000 mq del padiglione Oval. Restructura è la manifestazione fieristica B2B e B2C del Nord Ovest che riunisce annualmente i principali interpreti della filiera [...]

“Bologna Award Food Festival”, il cibo come vettore di sostenibilità

ottobre 13, 2018

“Bologna Award Food Festival”, il cibo come vettore di sostenibilità

Dal 14 al 16 ottobre, negli spazi della Fondazione FICO a Bologna,va in scena il festival che racconta il cibo “sostenibile”: Bologna Award Food Festival propone incontri, dialoghi, eventi e un percorso espositivo firmato da Altan. Fra i protagonisti ci saranno il “giardiniere di Versailles”, Giovanni Delù, che ogni giorno accudisce non solo il verde della Reggia del [...]

La “Biennale della Sostenibilità Territoriale” apre al pubblico. Appuntamento all’EnviPark di Torino

ottobre 12, 2018

La “Biennale della Sostenibilità Territoriale” apre al pubblico. Appuntamento all’EnviPark di Torino

Dopo due giornate di lavori al Castello del Valentino, riservate a studenti e ricercatori, la prima edizione della Biennale della Sostenibilità Territoriale di Torino apre al pubblico, con l’appuntamento di oggi alle ore 16,00 all’Environment Park (“Verso il 2020: sostenibilità territoriale tra bilancio e rilancio”). La nuova Biennale ha l’ambizione di diventare un luogo di [...]

Nasce il “Venetian Green Building Cluster”, rete regionale per l’innovazione nell’edilizia sostenibile

ottobre 2, 2018

Nasce il “Venetian Green Building Cluster”, rete regionale per l’innovazione nell’edilizia sostenibile

Imprese, università e associazioni di categoria del Veneto hanno deciso di unire le proprie forze per creare una rete votata all’innovazione nell’ambito dell’edilizia sostenibile. È questa la missione del neonato Venetian Green Building Cluster che riunisce gli operatori veneti della filiera dell’edilizia e delle costruzioni, nell’intento di accelerare la trasformazione “green” dell’intero settore, sostenendo processi di [...]

Future Mobility Week 2018. A Torino si immagina la “mobilità nuova”

ottobre 1, 2018

Future Mobility Week 2018. A Torino si immagina la “mobilità nuova”

Come sarà la mobilità di domani? È possibile sperimentarla già oggi? Future Mobility Week, dall’1 al 5 ottobre al Lingotto di Torino, cercherà di rispondere a queste domande attraverso una rassegna sull’hardware, il software e i servizi per la mobilità nuova, che cambia le abitudini, le infrastrutture, la città, la società e l’economia. Un occasione [...]

Pedalare in Sardegna. Un convegno a Nuoro fa il punto sul cicloturismo

settembre 28, 2018

Pedalare in Sardegna. Un convegno a Nuoro fa il punto sul cicloturismo

Nell’ambito della 17° edizione della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, l’associazione FIAB-Amicinbici organizza a Nuoro per  sabato 29 settembre 2018 un convegno dedicato a “Mobilità sostenibile in Sardegna – Cicloturismo e economia del territorio”. L’incontro, che si terrà  presso l’auditorium della Biblioteca Satta dalle ore 9, intende presentare un’ampia panoramica delle “buone pratiche” connesse all’utilizzo [...]

Aperta la “call for proposal” di Novamont per l’innovazione circolare

settembre 26, 2018

Aperta la “call for proposal” di Novamont per l’innovazione circolare

Oggi in Italia, quasi 1 kg di materia prima ogni 5 kg di materiali consumati viene dal riciclo. Il nostro Paese è al secondo posto in Europa nell’uso di materia proveniente da scarti: secondo l’indice di circolarità calcolato dalla Commissione Europea, l’Italia è a una percentuale del 18,5% contro il 26,7% del primo assoluto, l’Olanda, e si colloca [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende