Home » Comunicati Stampa »Eventi » Biologico, BRC, denominazione di origine: un convegno di CCPB e Certiquality al Vinitaly:

Biologico, BRC, denominazione di origine: un convegno di CCPB e Certiquality al Vinitaly

marzo 25, 2015 Comunicati Stampa, Eventi

La certificazione è la via maestra per valorizzare le qualità del vino”. Se n’è parlato ieri mattina al Vinitaly di Verona, in un convegno promosso da CCPB e Certiquality. Con l’aiuto di esperti e professionisti del settore i due organismi di certificazione, hanno passato in rassegna i principali servizi di certificazione del comparto vitivinicolo: biologico, BRC, vini a denominazione di origine.

Lino Nori, Presidente del Consorzio Il Biologico, nell’introduzione della giornata ha ricordato come “l’Italia è ai primi posti nel mondo per produzione di vino bio e nell’UE primeggia per i vini a denominazione con 73 DOCG, 332 DOC e 118 IGT”. Umberto Chiminazzo, Direttore Generale di Certiquality, ha aggiunto: “È indubbio che il vino rappresenta una delle eccellenze delle produzioni agroalimentari del nostro paese ed è ambasciatore della qualità italiana nel mondo. Oggi, insieme alla qualità, non si può prescindere dalla sicurezza. L’accesso al mercato è subordinato al possesso di specifiche certificazioni – BRC e IFS – volte ad assicurare elevati standard nei processi di produzione.”

Nella prima relazione Carlo Flamini, Direttore del Corriere Vinicolo – Unione Italiana Vini, ha poi illustrato la posizione dell’Italia sui principali mercati, mentre Isabella d’Adda di Certiquality, ha presentato la nuova versione n. 7 dello standard BRC, che entrerà in vigore dal 1° luglio 2015. Per agevolare le imprese nell’implementazione del nuovo standard, Certiquality ha elaborato linee guida esplicative, ovvero un documento che per ognuno degli oltre 300 requisiti dello standard fornisce una guida per il suo adempimento.

Secondo Fabrizio Piva, amministratore delegato di CCPB, il biologico in vitivinicoltura “ha beneficiato dell’regolamento dell’Unione Europea: regole chiare hanno determinano il successo di mercato del bio che vediamo in questi anni”.Per Barbara Fausti, CCPB, “la tracciabilità e l’applicazione dei disciplinari DOP IGP sono ottimi strumenti per garantire la sicurezza del prodotto e come tali vengono percepiti dai consumatori”. Luca Chiusano, del Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Agroalimentari dell’Università di Torino, ha infine delineato le “guide per la valutazione delle performance ambientali di vigneto e cantina”.

A partire da mercoledì 25 marzo su www.ccpb.it saranno pubblicate e rese disponibili le relazioni del convegno.

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende