Home » Comunicati Stampa » Biometano: un’energia rinnovabile ancora trascurata:

Biometano: un’energia rinnovabile ancora trascurata

novembre 22, 2010 Comunicati Stampa

Courtesy of jeancliclac, Flickr.comLegambiente propone di dare finalmente concretezza alla valorizzazione della risorsa biogas per la generazione di elettricità e calore, nonché per produrre biometano da immettere nella rete gas e da utilizzare come biocarburante. La proposta è quella di  istituire un tavolo di lavoro per raggiungere obiettivi che in altri paesi europei sono già una realtà e che non ha più alcun senso ritardare in Italia. All’interno di questo percorso si pone anche la presentazione di un disegno di legge proposto dal Senatore Francesco Ferrante e aperto ai contributi di tutti gli attori del settore. Questi gli argomenti della tavola rotonda “Biogas e biometano. Non solo kilowatt! Parliamo anche di calore e kilometri” che si è tenuta il 19 novembre in occasione del Greenergy Expo 2010.

“Già oggi sono circa 500 gli impianti di biogas presso le aziende agricole italiane – ha detto Andrea Poggio, vice direttore nazionale di Legambiente -. In futuro saranno moltissimi dato che si potrà produrre dagli scarti organici il 10% del metano che consumiamo. Per non complicare la vita degli agricoltori vorremmo che potessero ‘vendere’ il biometano direttamente ai consumatori come si fa in molti paesi europei”

L’attenzione sarà focalizzata sulla costruzione di una rete di soggetti per lo scambio di know-how e conoscenze. Ma le attività del tavolo proposto da Legambiente consisteranno  soprattutto nel raccogliere la pluralità degli interessi e questi dovranno farsi parte attiva per la costruzione di progetti pilota, proporre osservazioni costruttive al disegno di legge Ferrante e sostenerne la presentazione e l’iter legislativo e regolamentare ciò che ne seguirà.

In Europa, gli altri paesi stanno guardando avanti: la Francia, a giorni,  pubblicherà   la feed-in-tariff per l’immissione nella rete del biogas. In Gran Bretagna, in attesa che venga predisposto il sistema, l’azienda Ecotricity acquista biogas dall‘Olanda per poter stipulare con i propri clienti contratti di  ‘gas verde’. La Germania, con obiettivi stringenti  (il 10% del fabbisogno di gas naturale coperto dal biometano entro  il 2030) ha predisposto una piattaforma web based, per lo scambio dei metricubi di biometano tra produttori, utilizzatori, broker.

I motivi per cui ciò accade sono molti: gli obiettivi europei del 20-20-20, l’obiettivo di sostituire, almeno in parte,  i carburanti fossili con biocarburanti; il minor costo/kg CO2 garantito dal  biometano per questa sostituzione; il trattare come risorse quelli che fino a ieri erano scarti o rifiuti dei nostri consumi o di processi produttivi. La lista potrebbe continuare.

“L’idea di presentare un disegno di legge, inserito nel quadro degli incentivi alle energie rinnovabili, vuole essere  uno stimolo per questo settore e un contributo alla soluzione dei problemi dell’agricoltura – ha affermato  il senatore Francesco Ferrante – Faciliterebbe, inoltre, la realizzazione di un sistema industriale che collega tanti attori, realtà urbane e realtà agricole e consentirebbe di ottenere finalmente un’ economia legata ai territori che da essi trae risorse e ad essi le restituisce, in forma di beni, servizi, occupazione”.

Alla tavola rotonda sono intervenuti: Andrea Poggio,Vice Direttore Generale Legambiente Onlus, Francesco Ferrante – Senatore del Partito Democratico, XIII Commissione Ambiente, Territorio, Beni ambientali. Sara Romano, Direttore generale, Ministero dello Sviluppo Economico, Francesco Ciancaleoni, Area Ambiente e Territorio di Coldiretti, Donato Rotundo, Area Ambiente e Qualità di Confagricoltura, Paolo Vettori, Presidente di Assogasmetano, Marino Berton, Presidente di Aiel, Marco Pigni, Direttore di Aper, Gianluca Cencia, Direttore di Federambiente, Piero Gattoni, Consigliere Consorzio italiano Biogas, Pietro Tatarella, Assessorato al Commercio, Turismo e Servizi della Regione Lombardia, Gabriele Boccasile, Direzione generale Agricoltura, Regione Lombardia, Lorenzo Tardini, Responsabile Energia e Ambiente, Direzione Infrastrutture e Costruzioni Expo 2015, Michele Ziosi, Direttore di NGV System Italia e Stefano Ciafani, Responsabile Scientifico, Legambiente Onlus.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende