Home » Comunicati Stampa »Progetti » Borghi Alpini piemontesi: dopo Calsazio e Lunella, su Ebay in vendita anche Gilli:

Borghi Alpini piemontesi: dopo Calsazio e Lunella, su Ebay in vendita anche Gilli

febbraio 3, 2015 Comunicati Stampa, Progetti

Borgata alpina Perosa Argentina è il titolo dellannuncio che si può trovare su EBay, il più noto e usato sito al mondo per acquisti on line. Un borgo - Gilli, tra Perosa e Pomaretto, in Val Chisone – interamente da recuperare, esposto a sud. Otto fabbricati rurali con sviluppo totale di circa 700 metri quadrati interamente da ristrutturare, corte pianeggiante interna, strada di accesso privata, circa 7.500 metri quadrati di terreno a bosco verso il fondovalle. “Possibilità di recupero a fini abitativi, agriturismo, bed&breakfast, ristorazione, …” si legge nell’annuncio al quale è possibile rispondere con la proposta di acquisto (non si tratta di un’asta, ma l’offerta rientra nella possibilità “compralo subito”). 180.000 euro il costo degli otto immobili e del terreno. Da ritirare “solo in zona”.

Lannuncio è stato inserito dal geometra Giovanni Piavento di Settimo Torinese che ha voluto, con Uncem, rilanciare in questo modo il programma Borghi Alpini, sul quale da due anni e mezzo è impegnata la Delegazione Piemontese dei Comuni delle Comunità e degli Enti montani. Obiettivo, favorire la valorizzazione di 5.000 immobili e borghi (dalle cinque alle cinquanta case) completamente abbandonati nelle Terre Alte del Piemonte. “La montagna che si è spopolata negli ultimi quarant’anni – spiega Marco Bussone, coordinatore per Uncem del programma Borghi Alpini – ha lasciato questo patrimonio immenso che oggi deve essere valorizzato. Per questo abbiamo voluto aiutare i Comuni e i privati proprietari nell’individuare nuovi percorsi di promozione, attirando investimenti e agevolando luso di fondi europei per la rivitalizzazione. Proprio come era avvenuto con la misura 322 del Piano di Sviluppo Rurale regionale che nel 2009 aveva permesso a 35 borghi alpini di essere completamente trasformati. Una rivoluzione positiva mai vista prima”. Anche Gilli può essere oggetto di questo recupero. E ha già il sigillo dei “Borghi alpini”, marchio voluto da Uncem che identifica finora 80 borghi piemontesi dove i Comuni e i cittadini hanno avviato progetti di rivitalizzazione o dove questi si sono già conclusi, favorendo nuovo sviluppo economico e nuova imprenditoria, nel campo dellagricoltura, del turismo, dellartigianato anche dei green e smart jobs.

Un ritorno alla montagna – in Val Chisone è un modello il progetto di recupero delle vigne sui terrazzamenti in pietra avviato dal Comune di Pomaretto – per generare impresa, economia: il recupero genera nuovi posti di lavoro e fa lavorare le aziende edili locali. Lose, legno, pietra sono gli elementi chiave di un restauro dove la tradizione incontra l’innovazione. Lo sa bene Giovanni Piavento: “Da tempo ho ricevuto dai proprietari degli otto immobili a Gilli – spiega – l’incarico di vendere il borgo. I canali tradizionali, locali, sono saturi. Così ho stretto un accordo con Uncem per individuarne nuovi. EBay, strada che Uncem ha già individuato, può aprire nuovi mercati del real estate, anche in montagna. Mettiamo a disposizione dell’acquirente i rilievi e i progetti del borgo trasformato che torna a vivere. Diciamo loro, ‘ecco come il borgo diventerà’. È un impegno concreto. Una sfida che vogliamo vincere”.

Dopo Calsazio (frazione di Sparone in Valle Orco) e Lunella, borgo sopra il Col del Lys (Viù, Valli di Lanzo), andati on line sul sito di vendite a luglio 2014, Uncem e lo studio di Piavento rilanciano. “Per Calsazio e Lunella – conferma Bussone – il lavoro di analisi delle oltre 200 proposte di acquisto arrivate sta proseguendo. L’alto grado di innovazione della proposta e l’altissimo numero di risposte ricevute richiedono un grande impegno. Gilli può dare un ulteriore slancio a questo nuovo sistema di promozione on line che di fatto rivoluziona il real estate”. “Da questi processi, dall’attenzione per il fronte Borghi alpini di imprese, privati, università, investitori, Comuni – spiega il presidente Uncem Piemonte Lido Riba - è evidente una cosa: serve un impegno istituzionale della Regione. In primo luogo mettendo la rivitalizzazione dei borghi al centro delle politiche di sviluppo dei prossimi cinque anni. E rifinanziando, con le risorse europee del PSR, una nuova misura 322 per il recupero delle borgate. Lo chiedono centinaia di Comuni, che hanno già firmato una petizione, e che credono in questo ritorno al ‘rurale’ e alla montagna, a vantaggio dell’intero Piemonte”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende