Home » Aziende »Comunicati Stampa »Pratiche » Boston Consulting: le aziende con approcci sostenibili hanno margini migliori:

Boston Consulting: le aziende con approcci sostenibili hanno margini migliori

dicembre 18, 2017 Aziende, Comunicati Stampa, Pratiche

Le aziende che adottano approcci sostenibili hanno margini e valutazioni migliori. Questo è il dato principale emerso dall’analisi di The Boston Consulting GroupTotal Societal Impact: A New Lens for Strategy”, condotta su 300 aziende dei settori Consumer Packaged Goods, Biofarmaceutica, Oil & Gas, Retail & Business Banking e Tecnologia.

Per Total Societal Impact (TSI) si intende l’impatto totale sulla società e sull’ambiente che deriva da tutti i prodotti, i servizi, le operazioni e le attività di una certa azienda. Non è misurabile da una singola metrica, ma un buon punto di partenza per quantificarlo è analizzare la performance aziendale nelle aree ESG, cioè ambientali, sociali e di governance.

Qualche numero a conferma: nei settori Consumer Packaged Goods, Biofarmaceutica, Oil & Gas e Retail & Business Banking, i top performer in temi ESG hanno registrato valutazioni (valuation multiple premium) tra il 3 e il 19% più alte, e margini di 12.4 punti percentuali superiori rispetto alla media.

Il report di BCG misura la relazione quantitativa tra performance ambientali, sociali e di governance e dati finanziari, indentificando 8 fattori chiave che aiutano le aziende a migliorare sia il loro impatto sociale, il TSI, sia la loro performance finanziaria, il Total Shareholder Return. Tra i fattori identificati, è cruciale che il top management comprenda il vero significato e impatto del TSI e ne supporti l’implementazione, coinvolgendo tutta l’organizzazione.

Integrando il TSI alle proprie strategie, le organizzazioni possono infatti contribuire positivamente alla società, senza compromettere – o addirittura aumentando – il proprio valore. Inoltre, il TSI può ridurre i rischi e offrire nuove opportunità, come l’ingresso in nuovi mercati, la diminuzione dei costi riducendo gli scarti, una catena del valore più inclusiva e affidabile, maggiore fiducia da parte dei clienti, la capacità di attrarre talenti.

Secondo il report di Boston Consulting, è dunque giunto il momento, per le aziende, di ripensare il proprio ruolo nella società. Questo grazie ai propri stakeholder, che le spingono ad affrontare le sfide più critiche, agli investitori, che si interessano di più di pratiche sociali e ambientali, e alla crescente disponibilità di dati attendibili sulle performance ESG delle aziende.

Nel settore dei beni di consumo, alcune aziende hanno adottato soluzioni a lungo termine per affrontare il tema delle potenziali ricadute del loro business sulla comunità, aumentando così la loro valutazione dell’11% rispetto alla media. Per esempio, una multinazionale proprietaria di marchi di largo consumo ha compreso la necessità di ridurre la presenza di plastica negli oceani. Investendo in packaging sostenibile e riciclabile, l’azienda ha diminuito il volume di rifiuti del 28% per consumatore, risparmiando migliaia di euro in costi di packaging e migliorando la brand reputation.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende