Home » Comunicati Stampa »Eventi » Carlsberg coinvolge gli stakeholder nel bilancio di sostenibilità:

Carlsberg coinvolge gli stakeholder nel bilancio di sostenibilità

maggio 14, 2012 Comunicati Stampa, Eventi

Bere responsabilmente non basta. Da oggi il drink ha anche le possibilità tecnologiche di ridurre il proprio impatto ambientale. I temi dello sviluppo sostenibile, l’etica e il lavoro sono alla base del primo Bilancio di sostenibilità che Carlsberg Italia presenterà a fine mese. Occasione per parlare di questa novità in casa della birra danese è stata una delle ultime tappe di elaborazione del testo con clienti, fornitori, finanziatori, collaboratori. Tra gli stakeholder coinvolti anche Greenews.info.

Il documento illustra le performance ambientali, sociali ed economiche, dando conto dell’impegno verso i temi dello sviluppo sostenibile. “Questo è un passo importante nella vita di Carlsberg”, racconta l’amministratore delegato Alberto Frausin. “Il nostro Bilancio di sostenibilità non è altro che un passaggio obbligato del cammino di questa azienda, che da sempre si basa su fondamenta etiche e solidali, fin da quando queste tematiche non erano ancora diventate moda, ma scelta di una ristretta élite”. Questo lavoro sembra dunque una testimonianza dell’importanza di continuare a creare valore anche e soprattutto nei momenti di difficoltà, nonché uno sprone al continuo miglioramento.

“La sostenibilità è un percorso articolato e continuativo che da sempre noi percorriamo e che vogliamo continuare a percorrere con sempre maggior impegno, in modo innovativo e innovatore”, precisa Frausin. Il vero punto di svolta per l’azienda è stato il lancio sul mercato di una rivoluzione per il nostro settore: un nuovo sistema di spillatura della birra, Modular 20, nato dall’esigenza di dare al consumatore un prodotto di altissima qualità, ma nel contempo in grado di ridurre in modo sostanziale l’impatto ambientale del trasporto e della somministrazione. Infatti la birra non è più contenuta nei tradizionali fusti di acciaio, ma in fusti in PET totalmente riciclabili che permettono un’innovativa spillatura senza Co2: 3 fusti, 60 litri, meno di 27 chili di Co2, uguale a un albero.

“Questa innovazione ha portato con sé un tale entusiasmo ed una tale sensibilità diffusa sui temi della sostenibilità che ci ha dato la consapevolezza finale dell’importanza della valorizzazione di tutti questi aspetti e ci ha quindi spronati a fare un resoconto preciso e trasparente di tutto quanto fatto in questi anni. Come detto, partire è importante, ma ancor di più è continuare questo viaggio con lo stesso entusiasmo e la stessa carica”, specifica l’amministratore delegato. Frutto di tutto questo è la convalida della dichiarazione ambientale di prodotto (EPD), ottenuta da Carlsberg. “La nostra è la prima azienda birraria ad aver intrapreso un percorso di analisi del ciclo di vita della birra per valutarne gli impatti ambientali associati a diversi scenari di produzione, conferimento e distribuzione”, chiarisce Frausin. I numeri fanno onore: -7,3% i consumi energetici di gas metano per produrre un ettolitro di birra rispetto al 2010, -8,2% di consumi idrici per produrre un ettolitro di birra rispetto al 2010, -8% le emissioni prodotte, -4,7% di rifiuti prodotti, 96,2% i rifiuti riciclati. Tutto a fronte di un aumento della produzione.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

A REbuild 2017 è protagonista l’edilizia “off-site”: dal cantiere alla fabbrica

maggio 8, 2017

A REbuild 2017 è protagonista l’edilizia “off-site”: dal cantiere alla fabbrica

Edilizia off-site è il concetto chiave del cambiamento proposto negli appuntamenti 2017 di REbuild, l’evento dedicato al settore delle costruzioni e riqualificazioni, in programma a Riva del Garda il 22 e 23 giugno prossimi. La produzione tende infatti a spostarsi in fabbrica, mentre il cantiere diviene il luogo dell’assemblaggio di parti prodotte industrialmente. Già in [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende