Home » Comunicati Stampa »Eventi »Progetti » Clean Cliff Project: il progetto di salvaguardia delle scogliere nato da due tuffatori estremi:

Clean Cliff Project: il progetto di salvaguardia delle scogliere nato da due tuffatori estremi

maggio 4, 2019 Comunicati Stampa, Eventi, Progetti

Per la prima volta dalla nascita di questa competizione sportiva, uno speciale progetto di salvaguardia ambientale, accompagnerà la Red Bull Cliff Diving World Series, il campionato mondiale di tuffo da scogliere naturali, per lanciare un forte messaggio in difesa degli oceani, grazie alla volontà e tenacia di due giovanissimi campioni: Eleanor Townsend Smart, high diver americana, e Owen Weymouth, campione europeo del tuffo da 20 metri.

La scogliere più selvagge, infatti, sono lo scenario del cliff diving, così come il mare, che accoglie questi arditi atleti dopo i 3 secondi di caduta libera, assorbendo l’impatto dei loro tuffi. Per questo Ellie Smart, nel 2017, ha voluto fondare, assieme al collega inglese Owen Weymouth, il Clean Cliffs Project, un ambizioso progetto per proteggere scogliere, mari e animali dall’inquinamento della plastica. “L’idea è semplice ed efficace” – spiega Eleanor – “continuiamo a fare quello che amiamo e, nel farlo, cerchiamo di trasferire una forte sensibilità verso i temi dell’ecologia dimostrando come bastino pochi gesti per fare la differenza e contribuire a migliorare la salute del pianeta”. Una specie di Clean Up the World che vede impegnati gli atleti nella raccolta dei rifiuti plastici nei contesti naturali di gara.

È stato proprio durante i numerosi viaggi da cliff diver intorno al mondo che Eleanor e Owen si sono resi conto del grave stato di inquinamento delle acque causato dalla plastica. Da qui, la volontà di impegnarsi in prima linea, dando un contributo attivo e organizzando campagne di sensibilizzazione ambientale a livello internazionale in collaborazione con enti e associazioni non-profit come Plastic Ocean, per diffondere il loro grido d’allarme ed educare il prossimo con workshop su operazioni di pulizia realizzabili da tutti e programmi educativi focalizzati su attività di riciclo. “Mi sento molto fortunata ad aver coniugato nel Cliff Diving la mia passione per lo sport e il lavoro, e ho voglia di condividere questa sensazione con il mondo, dando allo stesso tempo qualcosa indietro all’ambiente che ci ospita”, aggiunge Eleanor. “Dalla prima volta in cui mi sono tuffata da scogliere di grandi altezze, ho notato come molte meraviglie naturali del nostro pianeta fossero in realtà estremamente inquinate. Questa consapevolezza mi ha spezzato il cuore, e mi ha ispirato ad agire e fondare The Clean Cliffs Project.”

Anche altri protagonisti della Red Bull Cliff Diving World Series hanno collaborato alle iniziative di Clean Cliffs Project. Nel 2017 per la prima spedizione in Croazia hanno preso parte al progetto Michal Navertil, diver 32enne della Repubblica Ceca con alle spalle 11 anni nella World Series, Anna Bader, storica protagonista tedesca della Women’s World Series, e il 32enne polacco Kris Kolanus, atleta ufficiale della line up di questa edizione nonchè marito della Bader.

Oggi, l’organizzazione è riconosciuta a livello internazionale, è attiva in 4 continenti e conta centinaia di ambassador che diffondono l’importante messaggio di prevenzione ambientale. Quest’anno con il passaggio di Eleanor da atleta wildcard a permanent diver, The Clean Cliffs Project viaggerà con la Red Bull Cliff Diving World Series toccando tutte le tappe della competizione e coinvolgendo i propri ambassador nella promozione di questa causa in tutto il mondo.

Il 2 giugno prossimo l’appuntamento per la tappa italiana sarà a Polignano a Mare, in Puglia.

Redazione Greenews.info

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

maggio 21, 2019

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

“Made in Nature” è il progetto finanziato dall’Unione Europea con 1,5 milioni di euro per promuovere, nei prossimi tre anni (dal 1 febbraio 2019 al 31 gennaio 2022), i valori e la cultura della frutta e verdura biologica in Italia, Francia e Germania. Come indicato nel claim (“Scopri i valori del biologico europeo”), lo scopo [...]

MIUR: l’Italia avrà la sua nave rompighiaccio per studiare i mari polari

maggio 13, 2019

MIUR: l’Italia avrà la sua nave rompighiaccio per studiare i mari polari

Per la comunità scientifica italiana, in particolare quella che studia i Poli, si tratta di un grande risultato, che aprirà la strada a nuovi studi. L’OGS, Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – grazie ad un finanziamento di 12 milioni di euro ricevuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – ha acquistato dalla norvegese Rieber [...]

Clean Cliff Project: il progetto di salvaguardia delle scogliere nato da due tuffatori estremi

maggio 4, 2019

Clean Cliff Project: il progetto di salvaguardia delle scogliere nato da due tuffatori estremi

Per la prima volta dalla nascita di questa competizione sportiva, uno speciale progetto di salvaguardia ambientale, accompagnerà la Red Bull Cliff Diving World Series, il campionato mondiale di tuffo da scogliere naturali, per lanciare un forte messaggio in difesa degli oceani, grazie alla volontà e tenacia di due giovanissimi campioni: Eleanor Townsend Smart, high diver americana, e Owen Weymouth, [...]

Amianto: sono ancora 125 milioni i lavoratori esposti al “killer silenzioso”

aprile 29, 2019

Amianto: sono ancora 125 milioni i lavoratori esposti al “killer silenzioso”

Domenica 28 aprile si è celebrata la “Giornata Mondiale delle Vittime dell’Amianto”, una ricorrenza per ricordare che, ancora oggi, sono circa 125 milioni i lavoratori esposti alla fibra killer, che provoca non meno di 107.000 decessi ogni anno (secondo le stime OMS), di cui circa 6.000 solo in Italia. Una guerra al “killer silenzioso” che non può essere vinta [...]

Grande successo della Formula E a Roma. Campionato elettrico in crescita

aprile 15, 2019

Grande successo della Formula E a Roma. Campionato elettrico in crescita

Il neozelandese Mitch Evans, del team Panasonic Jaguar, si è aggiudicato sabato 13 aprile il Gran Premio di Roma, settima tappa del campionato mondiale ABB FIA Formula E, “la formula 1 delle auto elettriche”. Al secondo posto Andrè Lotterer su DS Techeetah e al terzo Stoffel Vandoorne del team HWA Racelab. Secondo le stime degli organizzatori la gara è stata seguita [...]

ECOMED Green Expo: Catania apre la via della green economy al Mediterraneo

marzo 29, 2019

ECOMED Green Expo: Catania apre la via della green economy al Mediterraneo

Dall’11 al 13 aprile la città di Catania si prepara a ospitare ECOMED, la prima “green expo” siciliana dedicata ai temi della green economy e dell’economia circolare, riletti in prospettiva mediterranea (e non solo nazionale). Per tre giorni il più grande centro fieristico ai piedi dell’Etna – le suggestive “Ciminiere” – sarà la casa di [...]

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

marzo 15, 2019

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

Come sarà la viticoltura in Trentino nel 2099? A causa dei cambiamenti climatici tra 80 anni si vendemmierà con un anticipo fino alle 4 settimane. A calcolarlo è uno studio interdisciplinare condotto da Fondazione Edmund Mach e Centro C3A con l’Università di Trento e Fondazione Bruno Kessler. Lo studio indaga l’impatto dei cambiamenti climatici sulle fasi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende