Home » Comunicati Stampa »Prodotti »Prodotti » COOP: arriva la nuova linea di cosmetica bio Viviverde:

COOP: arriva la nuova linea di cosmetica bio Viviverde

maggio 31, 2012 Comunicati Stampa, Prodotti, Prodotti

Senza oli minerali derivati dal petrolio (sostituiti con oli naturali), senza parabeni ovvero senza conservanti chimici, senza siliconi (sostanze non biodegradabili che impediscono alla pelle di respirare), senza coloranti, senza polimeri sintetici (utilizzati come emulsionanti che possono causare allergie). E ancora senza ingredienti di origine animale. E’ la nuova linea Coop di cosmetica bio che va a arricchire la nutrita schiera dei prodotti Viviverde: prodotti alimentari e non solo, contrassegnati da una spiccata attenzione all’ambiente e così graditi ai soci e consumatori da generare performance a doppia cifra di crescita (i primi mesi del 2012 registrano un +20% di vendite).

All’attenzione per l’ambiente si somma dunque la cura della persona, che continua ad essere un must anche in periodi di crisi. In un recente sondaggio realizzato dalla Sime “Società Italiana di Medicina Estetica”, ad aprile 2012,  quasi il 40% delle italiane si è dichiarata disposta a spendere fino a 1.000 euro l’anno e il 34,7%  fino a 2.000 euro per le cure estetiche.

Ai pannolini riutilizzabili, alle caraffe filtranti e ai quaderni in eco pack si aggiunge così la nuova linea cosmetica che approda sugli scaffali degli oltre 1.400 punti vendita Coop di tutta Italia: 14 prodotti dedicati alla cura quotidiana della donne (prodotti per la pulizia e la cura del viso, la cura del corpo, una crema specifica per le mani etc etc). Formule dermatologicamente testate e almeno per il 98% (con punte del 100% per molti prodotti della linea) ricche di principi attivi di origine naturale, estratti da piante coltivate in agricoltura biologica e per questo affini con la composizione lipidica della pelle. Gli estratti sono stati accuratamente mixati tra loro per favorire la massima attività, sia idratante sia antiossidante. Dopo la progettazione, le formule  (in particolare la crema protettiva idratante, la crema protettiva anti-età giorno e la crema corpo nutriente) sono state sottoposte ad un test sensoriale a cui hanno partecipato complessivamente 300 donne di età tra i 25 e 60 anni.

Un’attenzione in più è stata rivolta anche al packaging ridotto fino all’essenziale tanto da evitare film di cellophane, astucci protettivi (solo le creme per il viso le hanno ma si tratta comunque di cellulosa certificata FSC). Si è arrivati a fare a meno persino del classico bugiardino sostituito da informazioni scritte direttamente sulla confezione e si è privilegiato il monomateriale per facilitare il riciclo.  Inoltre Coop da sempre non testa i propri cosmetici su animali e dal 2005 aderisce alla certificazione Lav “Non testato su Animali”: l’adesione a questo disciplinare fa sì che Coop si impegni a utilizzare solo le materie prime già in commercio e impiegare nuove molecole solo se verificate con test alternativi.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

settembre 29, 2016

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

L’Associazione Italia Solare di Monza vuole proporre al GSE un modello di risoluzione anticipata degli incentivi per impianti fino a 3 kWp, quindi residenziali, così che i proprietari degli impianti possano avere immediata liquidità. In Sicilia, ad esempio, ci sono oggi circa 11.000 impianti fotovoltaici incentivati con i vari “Conto Energia” (dal 1° al 5°) [...]

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende