Home » Aziende »Comunicati Stampa »Pratiche » Da WakaWaka lampade fotovoltaiche per i medici impegnati contro l’Ebola:

Da WakaWaka lampade fotovoltaiche per i medici impegnati contro l’Ebola

ottobre 30, 2014 Aziende, Comunicati Stampa, Pratiche

Una lampada solare potrebbe non sembrare molto, ma il suo bagliore può salvare la vita. WakaWaka, l’azienda con sede nei Paesi Bassi, conosciuta per le lampade fotovoltaiche a LED per i paesi in cui vi è limitato o nessun accesso all’elettricità, è impegnata in un nuovo progetto. L’obiettivo è fornire un kit di pronto soccorso contenente una lampada fotovoltaica e del materiale sterile ed è pensato per chi quotidianamente lotta al contenimento del contagio del virus Ebola,  che ha già purtroppo tolto la vita a quasi 5.000 persone in Guinea, Sierra Leone e Liberia.

Più del 90% delle persone che vivono in questi paesi non hanno energia elettrica. Non si può combattere l’Ebola al buio. Molte delle cliniche di fortuna sono sprovviste di corrente elettrica  e non possono occuparsi delle persone malate dopo il tramonto. Un operatore sanitario, in una stanza piena di pazienti affetti dal virus, con una protezione inadeguata e al buio è uno scenario spaventoso da immaginare, ma è la realtà in Africa Occidentale.

Il Dr. Nahid Bhadelia, direttore di controllo Malattie Infettive presso la Boston University e medico infettivologo al Boston Medical Center, ha contribuito a curare le vittime di Ebola in Sierra Leone e ha descritto così l’incidenza del buio nella cura e prevenzione del contagio: “L’elettricità salta continuamente; mentre sei nell’unità medica e stai trattando un bambino malato, la luce  si spegne e rimaniamo al buio. Devi lasciare quel bambino perché sai che non potrà sopravvivere. Essere un medico in quel momento e rinunciare a quel paziente è la cosa più difficile  che tu abbia mai fatto.”

WakaWaka si è impegnata, dunque, a fornire lampade fotovoltaiche  agli operatori sanitari che lottano tutti i giorni contro la diffusione dell’Ebola. Le lampade solari WakaWaka  sono già state incluse in 10.000 kit di prevenzione e  inviati alle cliniche mediche  e alle famiglie che vivono nelle zone in cui è attivo il virus in Africa.

Camille Van Gestel, CEO e fondatore di WakaWaka commenta così quello che sta accadendo: “La crisi legata al virus Ebola ha puntato i riflettori su un problema più ampio: ora più che mai dobbiamo riuscire a illuminare la Liberia e tutti gli altri Paesi in cui l’accesso all’energia elettrica ha un effetto critico in materia di salute, sicurezza, educazione, sviluppo economico, in particolare nelle regioni più remote, in quelle colpite da calamità naturali  o nelle zone di guerra “. In Italia le lampade  solari WakaWaka sono distribuite da Keenergy. Per ogni lampada acquistata, l’azienda destina una parte dei proventi alla WakaWaka Foundation che si sta occupando di distribuire le lampade in Africa Occidentale e  in molte altre zone del mondo in cui la luce, purtroppo, non è ancora un diritto.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

settembre 15, 2016

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

Mai provata un’auto a emissioni zero? Come ha scritto il direttore editoriale di Greenews.info, Andrea Gandiglio, al rientro dalla 7° ECOdolomites, “è un’esperienza assolutamente da provare e suggerire a chiunque”. Il giorno del Battesimo Elettrico, per molti milanesi, potrebbe essere Sabato 17 settembre all’appuntamento che Share’ngo ha organizzato dalle 9.30 alle 13.00  presso l’Isola Digitale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende