Home » Comunicati Stampa » “Dalla culla alla culla”:

“Dalla culla alla culla”

ottobre 31, 2009 Comunicati Stampa

Dalla culla alla culla di Braungart e McDonoughA Ecomondo Michael Braungart spiega la terza via per la salvaguardia dell’ambiente

Rimini, 31 ottobre 2009 – Ad Ecomondo (a Rimini Fiera fino a stasera) non ha tradito le attese Michael Braungart, coautore (con William McDonough) del libro ‘Dalla culla alla culla’. L’autore è il punto di riferimento della scuola di pensiero che in tema ambientale propone la parola d’ordine della ‘ecoefficacia‘ contrapposta al dualismo ‘crescita vs. salvaguardia degli equilibri ambientali’.
Una nuova frontiera dell’ambientalismo, dunque, che ipotizza la progettazione di filiere in grado di reinserire i materiali in successivi cicli produttivi, il passaggio dalla vendita di prodotti alla vendita di servizi. Un’elaborazione teorica accompagnata da esempi concreti.

“Adottare comportamenti che riducano i rifiuti o le emissioni – ha detto Braungart – significa accettare soltanto di fare meno male al pianeta. Avanti di questo passo andremo dalla culla alla tomba. La filosofia ‘dalla culla alla culla’ prevede invece che gli oggetti di cui ci circondiamo non muoiano come rifiuto, ma vengano reinseriti nel ciclo biologico, trasformandosi in ‘nutrienti’ per altri oggetti. Solo così il mondo potrà passare da una filosofia ‘cradle to grave’ (dalla culla alla bara) ad una ‘cradle to cradle’ (dalla culla alla culla). Dobbiamo passare dal concetto di ecoefficienza a quello di ecoefficacia”.

“Per arrivare a ciò – ha continuato – è fondamentale fissare degli obiettivi e generare una nuova attività di produzione, differenziandola da quella attuale in modo visibile, passando da un metabolismo tecnico ad un metabolismo biologico della materia. Questo è un moto della persona, non possiamo aspettare che queste cose avvengano per legge, quindi dobbiamo generare una nuova cultura”. A detta di Braungart, uesta filosofia non ha solo un fondamento etico, ma anche economico. “Le imprese che nel mondo ragionano in questo modo stanno moltiplicando gli affari. Se, ad esempio, si continuerà a pianificare la costruzione di termovalorizzatori, si programmerà la produzione di altri rifiuti affinché possano lavorare. Allo stesso modo, se ricicliamo materia costruita con agenti inquinanti, moltiplichiamo l’inquinamento. Io propongo una visione diversa: l’uomo non deve attenuare comportamenti negativi inquinando di meno, ma deve agire tendendo a non inquinare per nulla”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

A REbuild 2017 è protagonista l’edilizia “off-site”: dal cantiere alla fabbrica

maggio 8, 2017

A REbuild 2017 è protagonista l’edilizia “off-site”: dal cantiere alla fabbrica

Edilizia off-site è il concetto chiave del cambiamento proposto negli appuntamenti 2017 di REbuild, l’evento dedicato al settore delle costruzioni e riqualificazioni, in programma a Riva del Garda il 22 e 23 giugno prossimi. La produzione tende infatti a spostarsi in fabbrica, mentre il cantiere diviene il luogo dell’assemblaggio di parti prodotte industrialmente. Già in [...]

ANARF e Federforeste: un protocollo per rilanciare la filiera bosco-legno tra pubblico e privato

maggio 5, 2017

ANARF e Federforeste: un protocollo per rilanciare la filiera bosco-legno tra pubblico e privato

ANARF (Associazione Nazionale delle Attività Regionali Forestali), presieduta da Alberto Negro, Direttore di Veneto Agricoltura, e FederForeste, con a capo il trentino Gabriele Calliari, hanno siglato nei giorni scorsi a Mestre, presso la sede di Coldiretti Veneto, un protocollo per la gestione del patrimonio forestale improntato, tra l’altro, al dialogo tra realtà pubbliche e private. [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende