Home » Comunicati Stampa » Design e sostenibilità nei rivestimenti pittorici Oikos:

Design e sostenibilità nei rivestimenti pittorici Oikos

dicembre 7, 2009 Comunicati Stampa

Pittura Sacra a Montecitorio - Dipinti dal ‘400 al ‘600 della Collezione PallaviciniDal 10 dicembre 2009 al 15 gennaio 2010 Palazzo Montecitorio ospita la mostra “Pittura Sacra a Montecitorio – Dipinti dal ‘400 al ‘600 della Collezione Pallavicini”, con opere di Luca Signorelli, Zanobi Machiavelli, Alessandro Botticelli, Federico Barocci, Pietro Paolo Rubens.
Oikos, da 25 anni azienda leader nella produzione di pitture decorative, è sponsor tecnico della mostra, con la messa in opera dei padiglioni espositivi.
Le strutture lignee sono dipinte con un procedimento che, utilizzando la finitura Antico Ferro, riproduce fedelmente la ruggine del cor-ten.
Antico Ferro si colloca tra i rivestimenti pittorici di ultima generazione, in grado di riprodurre i materiali nei cromatismi, negli spessori e nelle texture.
L’alta qualità raggiunta è il risultato di una lunga attività di ricerca e sperimentazione dei laboratori Oikos.
L’azienda, oltre a studiare e riprodurre da sempre le tecniche del passato, negli ultimi anni ha impegnato una intera divisione allo sviluppo di nuove finiture, in collaborazione con i progettisti ed in linea con quel design contemporaneo che predilige i materiali naturali (la pietra, il marmo, l’oro), le lavorazioni industriali (l’acciaio), i segni del tempo (ruggine, cor-ten).
Le qualità ecologiche di questi rivestimenti innovativi si sommano al loro valore estetico e tecnico: la produzione è interamente a Basso Impatto Ambientale, priva di solventi chimici e con processi non inquinanti.
Inoltre, riprodurre le pietre naturali o i metalli con pitture ad alto valore applicativo ha, oggi, la stessa valenza di risparmio energetico ricercata anticamente, ad esempio dai veneziani, che rendevano l’effetto del marmo con il sapiente utilizzo dello stucco.
L’utilizzo di prodotti leggeri comporta, oggi come allora, una notevole riduzione dei costi di trasporto rispetto a quelli delle materie prime, evitando al cont