Home » Comunicati Stampa »Eventi » Disastro di Stava, la commemorazione dei geologi:

Disastro di Stava, la commemorazione dei geologi

luglio 9, 2015 Comunicati Stampa, Eventi

Il 15 Luglio alle ore 10,00  la Convention Nazionale dei Geologi si terrà, simbolicamente, al Palafiemme di Cavalese. Il 16 geologi e cittadini saranno invece sul Sentiero della Memoria e poi ad inaugurare  la mostra sul “Disastro di Stava”.  Mentre alle ore 15 l’incontro con la stampa si terrà in alta quota, là dove c’erano i bacini di decantazione, per aiutare, anche attraverso i media, a non dimenticare una tragedia in cui morirono 268 persone di 11 regioni italiane.“Raggiungeremo il punto più panoramico del sentiero – annuncia il Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi, Gian Vito Graziano – dal quale vedremo la colata di fango con gli occhi di chi la vide quel 19 Luglio del 1985”.

Le stazioni informative relative all’attività mineraria mostreranno , lungo il sentiero, la presa dell’acquedotto che portava all’impianto l’acqua necessaria per la lavorazione del minerale, l’imbocco della galleria della miniera a quota 1.550, i capannoni che ospitavano gli impianti di lavorazione del minerale e l’idrociclone che nella zona di Pozzole serviva per innalzare gli argini dei bacini di decantazione.

Lungo il Sentiero della Memoria c’è anche il cimitero dove sono sepolte le salme del “Disastro di Stava “. Alle ore 17 i geologi raggiungeranno il Centro Fondazione Stava 1985 Onlus a 1245 metri sul livello del mare , dove sarà allestita una mostra fotografica che ricorderà quei drammatici giorni. I geologi raggiungeranno il Sentiero della Memoria attraverso Il Geotrail/Sentiero Geologico del Dos Capèl che” fu il primo percorso tematico dedicato alla Geologia in Italia. Fu realizzato nella seconda metà degli anni 70. Il sentiero è davvero  un museo all’aperto – spiega Graziano -  un itinerario ideale per comprendere la geologia delle Dolomiti. Compiremo un viaggio attraverso oltre 40 milioni di anni di storia geologica raggiungendo anche quota 2145 sul livello del mare . L’intento è quello di divulgare la conoscenza geologica ricordando quanto accadde il 19 Luglio del 1985 . Vedremo le vette più significative:  Latemar, Sella, Marmolada, Monzoni, Costabella, Mulat, Viezzena, Bocche, Pale di San Martino, la parte più orientale della Catena del Lagorai, il Corno Nero e la Pala di Santa”.

Ma cosa accadde esattamente quel 19 luglio di trent’anni fa? Sembrava una giornata tranquilla, i bambini con le loro famiglie iniziavano a sedersi a tavola per pranzare. Molte di queste persone – famiglie, bambini, ragazzi, anziani – erano in vacanza, alcuni invece vivevano e lavoravano in quei luoghi. Alle 12 e 22′ i bacini di decantazione della miniera di Prestavel, sulle Dolomiti, collassarono e 170.000 metri cubi di acqua, fango, detriti, alberi spazzarono via tutto quanto era nel raggio di alcuni chilometri, ad una velocità di 90 km orari. Morirono 268 persone: 28 bambini di età inferiore ai 10 anni, provenienti da 64 comuni di 11 regioni italiane. 22 anni dopo la tragedia del Vajont .

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

agosto 9, 2018

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

E’ salpato sabato 21 luglio il primo Corso di Navigazione, Ambiente e Cultura del Centro Velico Caprera. Un’assoluta novità per la più prestigiosa scuola di vela del Mediterraneo che ha pensato di unire i contenuti di un classico corso di cabinato ad un’esperienza formativa dal punto di vista culturale e naturalistico, grazie alla presenza di un esperto [...]

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende