Home » Comunicati Stampa »Progetti » Distretto friulano della sedia: prima filiera italiana certificata FSC e PEFC:

Distretto friulano della sedia: prima filiera italiana certificata FSC e PEFC

maggio 29, 2014 Comunicati Stampa, Progetti

E’ in Friuli Venezia Giulia il primo esempio di “Green District”, quale contenitore territoriale: raccoglie le realtà del Distretto della Sedia sensibili alla salvaguardia dell’ambiente e propone progetti legati al mondo della green economy. La formula di certificazione aggregata coordinata dall’Italian Chair District era già stata menzionata nella relazione Symbola come esempio a livello nazionale di best practices perché oltre ad essere la prima filiera italiana certificata FSC e PEFC a livello distrettuale è anche una delle poche in ambito europeo. Da poche settimane l’ICD ha gestito e condotto a conclusione ulteriori due cicli di certificazione (Il 4° ciclo FSC e il 2° ciclo PEFC), portando ad un totale di 89 le aziende certificate.

Oggi quindi la filiera certificata FSC, con l’attestato appena guadagnato da 10 nuove aziende, conta 55 imprese; altre 5 si sono aggiunte invece alla filiera certificata PEFC, per un totale di 24 aziende. Da quest’anno, inoltre, la certificazione multisito ISO 9001 si è evoluta a certificato di gruppo e ha confermato alla filiera 10 aziende della subfornitura. Complessivamente le 3 filiere certificate contano un fatturato aggregato di filiera pari a 170 milioni di euro (+2,2% rispetto al 2012), e i dipendenti occupati a livello aggregato sono quasi 1.100, 8 unità in più rispetto al 2012. Segnali positivi che testimoniano l’importanza dei percorsi d’innovazione portate avanti dalle aziende del Distretto.

L’attenzione del cliente, soprattutto internazionale, nei confronti della qualità certificata è sempre più alta: ottenere quindi il certificato di gruppo rafforza il valore e l’immagine delle aziende dell’ICD. Realtà che fino a non molto tempo fa erano concorrenti, ma che oggi stanno dimostrando concretamente che è possibile fare sinergia sui progetti, per affrontare i competitors e conquistare nuovi mercati sempre più orientati verso l’economia ecologica e lo sviluppo sostenibile.

“Per l’Italian Chair District – spiega il direttore Carlo Piemonteuna filiera certificata così ampia rappresenta un valore aggiunto indiscutibile per soddisfare le esigenze di mercati sempre più attenti all’ambiente, soprattutto quelli del nord Europa che esigono che il legno utilizzato sia proveniente da foreste gestite in maniera responsabile ed abbia una storia e una tracciabilità. E’ senza dubbio un importante segnale di crescita dell’intero territorio”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

A REbuild 2017 è protagonista l’edilizia “off-site”: dal cantiere alla fabbrica

maggio 8, 2017

A REbuild 2017 è protagonista l’edilizia “off-site”: dal cantiere alla fabbrica

Edilizia off-site è il concetto chiave del cambiamento proposto negli appuntamenti 2017 di REbuild, l’evento dedicato al settore delle costruzioni e riqualificazioni, in programma a Riva del Garda il 22 e 23 giugno prossimi. La produzione tende infatti a spostarsi in fabbrica, mentre il cantiere diviene il luogo dell’assemblaggio di parti prodotte industrialmente. Già in [...]

ANARF e Federforeste: un protocollo per rilanciare la filiera bosco-legno tra pubblico e privato

maggio 5, 2017

ANARF e Federforeste: un protocollo per rilanciare la filiera bosco-legno tra pubblico e privato

ANARF (Associazione Nazionale delle Attività Regionali Forestali), presieduta da Alberto Negro, Direttore di Veneto Agricoltura, e FederForeste, con a capo il trentino Gabriele Calliari, hanno siglato nei giorni scorsi a Mestre, presso la sede di Coldiretti Veneto, un protocollo per la gestione del patrimonio forestale improntato, tra l’altro, al dialogo tra realtà pubbliche e private. [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende