Home » Comunicati Stampa »Eventi » Ecobuild 2012: una rappresentanza di pietra per l’Italia:

Ecobuild 2012: una rappresentanza di pietra per l’Italia

marzo 14, 2012 Comunicati Stampa, Eventi

Ecobuild, la più grande manifestazione mondiale in materia di edilizia ecosostenibile ed energie rinnovabili (la 1° nel Regno Unito sotto il profilo degli scambi commerciali), torna dal 20 al 22 marzo a ExCel, il nuovo quartiere fieristico londinese. I visitatori sono infatti cresciuti da 1.000 nel 2005 ad oltre 55 mila nel 2011, richiedendo uno spazio espositivo di 28 mila mq. Nel 2011 l’evento ha generato un ritorno economico di 9,4 milioni di sterline con una crescita del 54% rispetto al 2007. Un trend accelerato anche dalle politiche europee a sostegno dell’ambiente e dell’utilizzo di fonti energetiche alternative. La manifestazione, da quest’anno sarà organizzata da UBM, società britannica leader nel campo degli eventi fieristici che si sta occupando anche della prima edizione cinese – a Shanghai dal 9 al 12 aprile 2012 – e di quella indiana, a Mumbai il prossimo settembre.

“Ecobuild sta superando ogni aspettativa – ha dichiarato Giuseppe Paoletti, Vice Segretario Generale della Camera di Commercia Italiana per il Regno Unito - offrendo ai visitatori una gamma impareggiabile di informazioni, contatti ed esperienze. Siamo orgogliosi delle aziende italiane presenti, espressione di innovazione, tecnologia e design. Queste aziende rappresentano all’estero il miglior Made in Italy al servizio di un futuro sostenibile e in armonia con l’ambiente”.

La Camera di Commercio Italiana per il Regno Unito, di cui Greenews.info è anche quest’anno  media partner, da 3 anni coordina la presenza italiana a Ecobuild. Una rappresentanza che nel 2011 ha visto coinvolti 100 espositori, che hanno dato vita al padiglione nazionale più grande e ricco della passata edizione-record: 1.300 espositori totali, 130 workshop e seminari e 750 relatori. L’edizione 2011 ha visto decuplicare la presenza italiana rispetto al 2010, con circa 1.000 mq di area espositiva, mentre quest’anno verrà superata la soglia dei 100 espositori, con un’area espositiva di 1.600 mq.

Tra i casi di eccellenza nazionale presenti ad Ecobuild 2012 ci sarà SantaMargherita, storica azienda veneta che, dalla seconda metà del ’900, detiene il primato nel settore della pietra agglomerata. Oggi, grazie ad un’innovativa tecnologia, gli agglomerati vengono prodotti utilizzando sino al 90% di materiale riciclato: il progetto SECOND.LIFE® si pone infatti l’obiettivo di dare una seconda vita a materiali che in passato hanno avuto altre forme e utilizzi, realizzando superfici di elevato livello tecnologico ed estetico e allo stesso tempo a bassissimo impatto ambientale. In questo modo SantaMargherita può mettere a disposizione dei professionisti, delle imprese e dei clienti privati una linea di agglomerati che si qualificano per i crediti del sistema edificio LEED, contribuendo all’ottenimento della certificazione di sostenibilità edilizia secondo gli standard di GBC (Green Building Council Italia).

Altro caso di azienda di lavorazione della pietra – settore che quest’anno avrà una rappresentanza a particolarmente numerosa a Ecobuild – è quello di Romagno Marmi di Mola di Bari, che negli ultimi anni ha lavorato all’ottimizzazione del reinserimento, nel ciclo produttivo, degli scarti di lavorazione, alla depurazione delle acque, alla riduzione dei consumi energetici, e infine alla creazione di energia direttamente utilizzabile da fonte rinnovabile. In particolare, per quanto riguarda l’utilizzo dell’acqua (elemento di ampio impiego per i processi di lavorazione marmifera), già nei primi anni ’80, l’azienda ha scelto di investire in un impianto di riciclo e depurazione delle acque, che allo stato attuale consente di depurare e riciclare più del 95% dell’acqua utilizzata nelle varie fasi di lavorazione dei materiali. Per ridurre l’impatto ecologico della produzione lapidea, l’azienda ha inoltre diversificato, dal 1995, il trattamento degli scarti lavorativi, suddividendoli in fanghi e solidi. I rifiuti fangosi vengono smaltiti da una ditta specializzata, mentre quelli solidi possono essere riutilizzati per la creazione di nuovi prodotti o diventare materiale inerte per l’utilizzo nel campo edile. A Ecobuild Romango Marmi esporrà prodotti artigianali di altissima qualità, utilizzabili in ambienti privati, sia su rivestimenti che pavimenti, e materiali lapidei dedicati a edifici pubblici e ambienti lavorativi.

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

dicembre 5, 2016

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

Il tempo è scaduto, le isole rischiano di sparire a causa degli effetti dei cambiamenti climatici. Le istituzioni a livello internazionale dovrebbero prenderne atto e agire velocemente per contrastare il fenomeno e supportare l’innovazione tecnologica nelle isole. È l’appello che arriva dalle istituzioni e popolazioni delle isole che oggi sono in prima linea ad affrontare, [...]

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

dicembre 5, 2016

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

Immaginate una nazione di medie dimensioni, come l’Ungheria, il Portogallo o la Repubblica Ceca. Ora immaginate l’intera area di quella nazione ricoperta da cemento e asfalto: è grossomodo la superficie di suoli agricoli che negli ultimi 50 anni è stata “consumata” da insediamenti e infrastrutture nei 28 paesi dell’Unione Europea. Il suolo continua ad essere [...]

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende