Home » Comunicati Stampa »Eventi » Enel “Smart Energy Partner” di Expo 2015:

Enel “Smart Energy Partner” di Expo 2015

aprile 16, 2012 Comunicati Stampa, Eventi

Enel sarà presente all’Expo 2015 di Milano e installerà alcune delle più moderne tecnologie, creando una rete intelligente e un’illuminazione pubblica a led, ad alto valore innovativo. La controllata Enel Distribuzione – società di portata mondiale che ha curato l’installazione di 32 milioni di contatori intelligenti -  si è infatti aggiudicata le gare per portare le smart grids all’interno dell’Expo.

Rendere “intelligenti” le reti vuol dire metterle in grado di accogliere l’energia prodotta da innumerevoli micro-impianti alimentati da fonti rinnovabili, per loro natura intermittenti e di difficile prevedibilità, mantenendo sempre l’equilibrio tra domanda e offerta di energia elettrica. Ma anche informare i clienti su cosa, quanto e come stanno consumando, aiutandoli nel trovare le soluzioni per loro più convenienti, favorire lo sviluppo della mobilità elettrica e la diffusione di una illuminazione pubblica ad altissima efficienza. Tutto questo, impiegando le più moderne tecnologie, che includono innovativi sistemi per la gestione e il controllo della rete elettrica, fino ai sistemi di accumulo dell’energia .

I visitatori di Expo 2015 potranno così comprendere come l’energia veicolata attraverso la rete elettrica e guidata da un apparato informatico integrato si è trasformata da “semplice commodity”,  in servizio a valore aggiunto. Potranno sapere in tempo reale come si integrano e lavorano in sinergia tutte le fonti di energia dell’Expo, qual è il mix produttivo che alimenta l’esposizione e quali ne sono i consumi.

Sarà possibile vedere all’opera il centro di controllo di una città intelligente, con tecnici esperti che interagiscono con gli apparati. La centrale sarà caratterizzata  all’esterno da un’architettura “parlante” all’avanguardia (monitor che rendono visibili informazioni e dati) e all’interno dalla presenza di tecnologie di controllo interattive di ultima generazione.

Nello show-room predisposto da Enel, collegato  con tre postazioni di controllo distribuite sull’area dell’Expo e una postazione di controllo della mobilità elettrica, che formano il “cervello” del sistema, si potrà  capire come i flussi energetici si muovano all’interno della smart grid dell’Expo 2015: dalla generazione distribuita da fonti rinnovabili, ai sistemi di controllo della rete, all’illuminazione pubblica, ai sistemi di accumulo dell’energia, alla ricarica dei veicoli elettrici.

Il “sistema nervoso” della rete è formato da sette cabine master e 14 cabine secondarie. Tutte le cabine saranno rivestite nello stesso stile architettonico del centro di controllo per rappresentare l’architettura di rete e saranno strutture parlanti e grazie all’uso di schermi led daranno infatti informazioni su funzionamento, ruolo e altri dati.

La mobilità elettrica, uno dei cardini delle reti elettriche intelligenti, non potrà mancare a Expo 2015 ed Enel installerà decine di infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici che, perfettamente integrate all’interno della rete intelligente, saranno a disposizione sia degli operatori che dei visitatori.

Enel contribuirà anche ad illuminare l’area espositiva con una vasta rete di illuminazione pubblica basata sulla tecnologia LED, per un Expo a bassissimo impatto ambientale ed eco-sostenibile. Enel non farà tutto questo da sola ma sarà supportata da diversi partner nazionali e internazionali, in particolare da Siemens, partner strategico di Enel per la tecnologia smart grid di Expo Milano 2015.

“L’essere Partner di Expo 2015 è motivo di particolare orgoglio per Enel ed è un modo per riaffermare  il ruolo della nostra società nel processo di crescita e sviluppo  del nostro Paese – sottolinea il presidente di Enel, Paolo Andrea Colombo - un ruolo che ha caratterizzato tutta la storia di Enel, e che quest’anno si concretizza nel nostro cinquantesimo anniversario, che ci fa volgere con orgoglio lo sguardo al passato, ma che ci spinge ancora di più a pensare al futuro dell’energia, stimolandoci ad avere  visioni di lungo periodo e a fornire risposte efficaci alle sfide della competitività, della sostenibilità ambientale, dello sviluppo tecnologico. L’esposizione universale è, per eccellenza, il luogo dove queste visioni del futuro assumono forma concreta. Per questo motivo Enel vuole cogliere l’opportunità della partnership con Expo 2015 per raccontare ai milioni di persone che visiteranno l’esposizione quella nuova ”era elettrica” che, grazie alle nostre migliori tecnologie, vogliamo contribuire ad offrire al pianeta e a tutti i suoi abitanti”.

“Siamo soddisfatti – dichiara Giuseppe Sala, Amministratore Delegato di Expo 2015 SpA - che Enel sia ‘Smart Energy Partner’ di Expo Milano 2015. Avere il sostegno e la collaborazione del più grande operatore elettrico italiano è per noi motivo di grande orgoglio. Con Enel sono già quattro le società leader a livello mondiale che sono diventate nostre partners. Ciò significa che il progetto di creare una ‘smart city’, una cittadella altamente tecnologica ed attenta all’ambiente,  non solo funziona ma è vista dal mondo imprenditoriale come una grande opportunità. Grazie alla rete intelligente e al sistema di illuminazione pubblica che Enel svilupperà – prosegue Giuseppe Sala -  l’Esposizione Universale di Milano dimostrerà di essere il luogo più adatto per sperimentare  nuove tecniche di illuminazione a basso impatto ambientale.
Proprio su questo campo si giocherà una delle sfide lanciate dal tema di Expo Milano 2015. ‘Nutrire il pianeta, energia per la vita’ non è soltanto l’invito ad una più equa distribuzione delle risorse alimentari nel mondo, ma è uno sprone a promuovere modelli di sviluppo alimentari, ambientali ed urbanistici sostenibili, che abbiano come obiettivo assicurare migliore qualità di vita e maggiore benessere per tutti”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende