Home » Aziende »Comunicati Stampa »Pratiche »Progetti » Energica Motor: la “Tesla delle due ruote” punta alla vendita di 2.000 moto elettriche entro il 2019:

Energica Motor: la “Tesla delle due ruote” punta alla vendita di 2.000 moto elettriche entro il 2019

Come comunicato dall’agenzia stampa Radiocor del Sole 24 Ore nei giorni scorsi, Energica Motor Company, societa’ modenese che produce moto elettriche, punta a diventare sempre più capillare nei mercati del Nord Europa e degli Stati Uniti, dove il progetto dell’elettrico ha gia’ fatto passi da gigante. Ma intanto accarezza l’idea che anche in Italia i veicoli elettrici diventino piu’ diffusi. Con due modelli nella propria gamma, Energica Ego la supersportiva ed Energica Eva la streetfighter, ed un terzo in arrivo, Energica Motor conta di rispettare i target indicati nel piano industriale e di arrivare al break even nel 2019. “Lo slittamento dell’IPO sul mercato AIM dal novembre 2015 al gennaio 2016 ha ritardato leggermente la nostra tabella di marcia, ma nel 2019 dovremmo raggiungere il break even”, ha spiegato a Radiocor l’amministratore delegato, Livia Cevolini, ricordando che il pareggio di bilancio sara’ possibile con la vendita di circa 2.000 modelli.

Sul mercato e’ attualmente presente il 20% circa del flottante, ma non sono da escludere mosse per rimpolpare le azioni scambiate sul mercato. A patto che avvengano attraverso aumenti di capitale che facciano fluire liquidita’ all’azienda per finanziare i piani di crescita. “Non saremo noi a vendere quote, ma l’eventuale capitale raccolto deve andare tutto in azienda”, ha sottolineato il direttore finanziario Andrea Vezzani, presente anche nel CDA della società, aggiungendo: “nell’ambiente ci conoscono e oggi tutti i produttori stanno guardando al progetto elettrico”. Da inizio anno le azioni hanno infatti guadagnato circa il  7%, a quota 3,12 euro (in linea con il valore dell’IPO).

Energica Motor Company e’ il primo costruttore di moto elettriche Made in Italy. In pratica si tratta di “una piccola Tesla delle due ruote”, nata solamente nel 2014. ‘Ma a differenza di Tesla, che e’ stata fondata dal nulla – spiega Cevolini – il nostro progetto e’ nato da CRP, societa’ di famiglia nata piu’ di 45 ani fa nella cosiddetta motor valley italiana del modenese, fornitore ufficiale della maggior parte dei costruttori automobilistici per le vetture piu’ veloci e tecnologicamente piu’ avanzate al mondo, tra le quali quelle di F1″.

In sostanza, ricorda l’AD, Energica Motor e’ “l’unica start up che vanta gia’ quasi 50 anni di esperienza tecnica e tecnologica nel settore”. Come Tesla nell’auto, però anche Energica Motor Company punta a produrre e commercializzare moto esclusive e totalmente elettriche, il cui costo si attesta attorno a 30.000 euro.

Le moto a marchio Energica Motor Company hanno un’autonomia media di 150 chilometri, che puo’ arrivare fino a 200 km se l’uso e’ “piu’ tranquillo”, o 120 se piu’ sportivo. “La nostra unicita’ – prosegue Cevolini – riguarda l’integrazione su tutte le nostre moto della tecnologia di ricarica rapida sulla base CCS Combo, la stessa del settore automotive, che ci permette di ricaricarci in circa 20 minuti“.

Il 2016 e’ stato, di fatto, il primo anno di operativita’ della societa’, in considerazione del fatto che nell’esercizio 2015 Energica era stata da poco costituita ed aveva iniziato ad operare negli ultimi mesi del 2014. I ricavi delle vendite si sono attestati soltanto a 800.000 euro, “livello inferiore all’iniziale indicazione del piano industriale a causa del fatto che, essendo slittata la quotazione, si sono rallentati i tempi di produzione”. Tra l’altro, sottolinea ancora l’AD, “le vendite di moto sono molto stagionali” e il ritardo ha inciso soprattutto sul mercato europeo, riducendo il potere di attrattività della rete vendita europea nei mesi primaverili. Il ritardo nel piano di produzione inciderà ovviamente anche sul 2017 spostando gli obiettivi iniziali del business plan, previsti su una cifra di 10 milioni, pur mantenendo inalterati gli obiettivi di lungo periodo.

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

maggio 21, 2019

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

“Made in Nature” è il progetto finanziato dall’Unione Europea con 1,5 milioni di euro per promuovere, nei prossimi tre anni (dal 1 febbraio 2019 al 31 gennaio 2022), i valori e la cultura della frutta e verdura biologica in Italia, Francia e Germania. Come indicato nel claim (“Scopri i valori del biologico europeo”), lo scopo [...]

MIUR: l’Italia avrà la sua nave rompighiaccio per studiare i mari polari

maggio 13, 2019

MIUR: l’Italia avrà la sua nave rompighiaccio per studiare i mari polari

Per la comunità scientifica italiana, in particolare quella che studia i Poli, si tratta di un grande risultato, che aprirà la strada a nuovi studi. L’OGS, Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – grazie ad un finanziamento di 12 milioni di euro ricevuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – ha acquistato dalla norvegese Rieber [...]

Clean Cliff Project: il progetto di salvaguardia delle scogliere nato da due tuffatori estremi

maggio 4, 2019

Clean Cliff Project: il progetto di salvaguardia delle scogliere nato da due tuffatori estremi

Per la prima volta dalla nascita di questa competizione sportiva, uno speciale progetto di salvaguardia ambientale, accompagnerà la Red Bull Cliff Diving World Series, il campionato mondiale di tuffo da scogliere naturali, per lanciare un forte messaggio in difesa degli oceani, grazie alla volontà e tenacia di due giovanissimi campioni: Eleanor Townsend Smart, high diver americana, e Owen Weymouth, [...]

Amianto: sono ancora 125 milioni i lavoratori esposti al “killer silenzioso”

aprile 29, 2019

Amianto: sono ancora 125 milioni i lavoratori esposti al “killer silenzioso”

Domenica 28 aprile si è celebrata la “Giornata Mondiale delle Vittime dell’Amianto”, una ricorrenza per ricordare che, ancora oggi, sono circa 125 milioni i lavoratori esposti alla fibra killer, che provoca non meno di 107.000 decessi ogni anno (secondo le stime OMS), di cui circa 6.000 solo in Italia. Una guerra al “killer silenzioso” che non può essere vinta [...]

Grande successo della Formula E a Roma. Campionato elettrico in crescita

aprile 15, 2019

Grande successo della Formula E a Roma. Campionato elettrico in crescita

Il neozelandese Mitch Evans, del team Panasonic Jaguar, si è aggiudicato sabato 13 aprile il Gran Premio di Roma, settima tappa del campionato mondiale ABB FIA Formula E, “la formula 1 delle auto elettriche”. Al secondo posto Andrè Lotterer su DS Techeetah e al terzo Stoffel Vandoorne del team HWA Racelab. Secondo le stime degli organizzatori la gara è stata seguita [...]

ECOMED Green Expo: Catania apre la via della green economy al Mediterraneo

marzo 29, 2019

ECOMED Green Expo: Catania apre la via della green economy al Mediterraneo

Dall’11 al 13 aprile la città di Catania si prepara a ospitare ECOMED, la prima “green expo” siciliana dedicata ai temi della green economy e dell’economia circolare, riletti in prospettiva mediterranea (e non solo nazionale). Per tre giorni il più grande centro fieristico ai piedi dell’Etna – le suggestive “Ciminiere” – sarà la casa di [...]

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

marzo 15, 2019

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

Come sarà la viticoltura in Trentino nel 2099? A causa dei cambiamenti climatici tra 80 anni si vendemmierà con un anticipo fino alle 4 settimane. A calcolarlo è uno studio interdisciplinare condotto da Fondazione Edmund Mach e Centro C3A con l’Università di Trento e Fondazione Bruno Kessler. Lo studio indaga l’impatto dei cambiamenti climatici sulle fasi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende