Home » Comunicati Stampa »Prodotti »Prodotti » Siemens: entra in funzione il rotore più grande al mondo per una turbina eolica:

Siemens: entra in funzione il rotore più grande al mondo per una turbina eolica

ottobre 19, 2012 Comunicati Stampa, Prodotti, Prodotti
Il 6 ottobre 2012, il Settore Energy di Siemens ha iniziato le fasi di test in campo del suo nuovo rotore da 154 metri sulla turbina eolica offshore da 6 MW installata a Østerild, Danimarca. La turbina SWT-6.0-154 è equipaggiata con le pale di rotore più lunghe al mondo, ognuna delle quali misura 75 metri. Con un diametro rotore record di 154 metri, ogni turbina SWT-6.0-154 è in grado di produrre 25 milioni di kilowattora di elettricità pulita in applicazioni offshore, abbastanza da soddisfare i bisogni energetici di 6.000 famiglie europee.

“L’inizio della fase di test in campo del rotore da 154 metri per la turbina da 6 MW è un passo entusiasmante nello sviluppo di tecnologie competitive per i grandi parchi eolici offshore del futuro. Abbiamo messo insieme tutta la nostra competenza tecnologica guadagnata in oltre tre decadi di ricerca e sviluppo della turbina senza riduttore di giri e della sua pala da 75 metri,” ha dichiarato Henrik Stiesdal, CTO della Divisione Wind Power del Settore Energy di Siemens.
La tecnologia senza riduttore di giri consente di ottenere un design compatto: impiegando la tecnologia Direct Drive di Siemens, la SWT 6.0 è la turbina più leggera della sua classe, con una navicella dal peso di solo 200 tonnellate. Questa combinazione tra design robusto e peso leggero riduce i costi di infrastruttura, d’installazione e di manutenzione. “Allo stesso tempo, la turbina fornisce una resa energetica maggiore offrendo una più alta profittabilità lungo l’intero ciclo di vita,” ha aggiunto Stiesdal.
Siemens ha sviluppato la SWT 6.0 specificamente per impiego nelle condizioni critiche in ambito offshore. “La nuova turbina da 6 MW è una pietra miliare nella tecnologia eolica,” continua Stiesdal. “Rispetto alla nostra prima turbina da 30 kilowatt, progettata 30 anni fa, la nuova SWT 6.0-154 produrrà – annualmente – una quantità di energia più di mille volte maggiore.” Allo stesso tempo, anche lo sviluppo della pala del rotore è stato davvero impressionante. La prima pala della turbina da 30 kilowatt era lunga cinque metri, come un minibus, mentre le nuove pale da 75 metri hanno una lunghezza che corrisponde a quella di un aeroplano Airbus 380, il velivolo più grande del mondo.
La prima turbina Siemens da 6 MW è stata installata, nel maggio del 2011, nell’area di test di Høvsore in Danimarca. Per il prototipo è stato impiegato un rotore da 120 metri a causa delle restrizioni in altezza imposte. La turbina, in funzione da oltre un anno, ha registrato delle ottime performance definendo nuovi record di produzione durante la fase di test. Il rotore record da 154 metri è stato ora montato su una turbina da 6 MW installata nel nuovo centro nazionale per i test di Østerild, in Danimarca, e il lancio formale della turbina ha avuto luogo in occasione dell’inaugurazione del centro test il 6 ottobre 2012.
La pala B75 usata nel nuovo rotore si caratterizza per l’elevata stabilità e il basso peso. I profili aerodinamici speciali consentono di ottenere ottime performance su un ampio range di velocità di vento. Per la produzione della pala B75, Siemens utilizza il processo brevettato IntegralBlade®, che consente di produrre le pale rotore da un pezzo unico di fusione senza giunti adesivi. Una pala IntegralBlade® è fino al 20% più leggera rispetto a una costruita con i metodi tradizionali. Nel complesso, la combinazione di un profilo intelligente della pala rotore con un minor peso contribuisce ad abbassare il costo dell’energia eolica.
Nel luglio del 2012, Siemens ha stretto un Master Agreement con la compagnia elettrica danese DONG Energy per la consegna di 300 turbine offshore di questo tipo. Si prevede che queste turbine saranno impiegate nei progetti offshore del Regno Unito. Siemens installerà infatti, a breve, altri due prototipi di SWT-6.0 nella centrale eolica offshore inglese di Gunfleet Sands. Per la prima volta una turbina eolica Siemens da 6 MW sarà testata in ambito offshore. Entrambi gli aerogeneratori per questo progetto saranno equipaggiati con rotori da 120 metri di diametro.
L’energia eolica è parte del Portfolio Ambientale di Siemens. Nell’anno fiscale 2011, il fatturato derivante da questo Portfolio ha registrato un totale di circa 30 miliardi di Euro, attestando Siemens quale primo fornitore al mondo di tecnologie ecofriendly. Nello stesso periodo, i prodotti e le soluzioni hanno permesso ai clienti di ridurre le proprie emissioni di gas serra di quasi 320 milioni di tonnellate, una cifra pari al totale delle emissioni di CO2 prodotte ogni anno da Berlino, Delhi, Hong Kong, Istanbul, Londra, New York, Singapore e Tokyo.
Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende