Home » Comunicati Stampa » Epson, prima azienda IT ad adottare l’etichetta “per il clima”:

Epson, prima azienda IT ad adottare l’etichetta “per il clima”

giugno 17, 2010 Comunicati Stampa

Courtesy of EpsonSi chiama  Etichetta “PER IL CLIMA” il progetto di Legambiente, primo in Italia ad esprimere l’impronta di CO2  di un prodotto: è uno strumento che serve all’azienda a conoscere da un angolo visuale nuovo il proprio prodotto e che informa il consumatore sulle emissioni di gas climalteranti emesse durante una o più fasi del ciclo di vita del prodottoEpson è la prima tra le aziende IT a indicare il suo impegno verso il consumatore, comunicando la quantità di CO2 generata da alcune stampanti durante il loro utilizzo. Il progetto una volta completato abbraccerà 22 stampanti sia laser che ink jet.

“Complimenti ad Epson che ha aderito a Etichetta “PER IL CLIMA”, una vera iniziativa italiana di green economy, sull’esempio di altri paesi europei, dove ormai le istituzioni e le imprese sono impegnate in prima fila a favore dell’ambiente – dice Andrea Poggio, vicedirettore nazionale di Legambiente -. Oggi Epson consente ai consumatori di scegliere non solo in base al prezzo e alle funzionalità, ma anche in base all’impatto sui consumi energetici e le alterazioni climatiche. Un esempio che speriamo siano in molti a seguire. È così che che ognuno può fare la sua parte per ridurre il consumo energetico”

La prima stampante a vantare l’ Etichetta “PER IL CLIMA” di Legambiente  è la business inkjet Epson B510DN: la sua impronta è pari  a  0,134 grammi di CO2 equivalente a pagina stampata (in modalità draft).  Il calcolo è stato effettuato tenendo in considerazione il consumo elettrico durante un ciclo settimanale medio  (Typical Electricity Consumption, TEC). Il ciclo TEC è considerato su  7 giorni,  durante i quali si calcolano momenti in cui la macchina è in modalità sleep (week end, notte, pausa pranzo) e i momenti di lavoro.  In totale, secondo questo ciclo settimanale, la stampante  sarà utilizzata per fare 3360 stampe e l’impatto complessivo sarà di 452grammi di  CO2 equivalente.

E’ un’indicazione di impatto importante che va integrata con un’attenta valutazione delle esigenze dell’attività. Come in tutte le tecnologie, anche con la stampante è l’uso che spesso determina i costi, sia economici che ambientali. È perciò importante valutare le proprie esigenze come, ad esempio, il monitoraggio del  numero e della qualità delle stampe che sono necessarie all’attività e integrarle con le considerazioni ambientali.

Tra i consigli per l’uso già in etichetta compare un’indicazione fondamentale: spegnendo la stampante a fine giornata e nel fine settimana si arriva a  risparmiare il 65% di CO2eq rispetto a quanto dichiarato nell’etichetta. Inoltre, per un miglior uso della stampante si possono osservare alcuni semplici accorgimenti: impostare la stampante in modo che di default stampi in fronte retro e in modalità bozza; utilizzare le anteprime di stampa e stampare solo quando necessario; utilizzare carta riciclata, possibilmente con etichettature ambientali (per esempio l’Ecoflower europeo). In questo modo il nostro ufficio avrà la macchina giusta e, soprattutto, rispettosa dell’ambiente.

Altre caratteristiche del prodotto e le modalità di calcolo delle emissioni sono descritte in dettaglio nella Dichiarazione che accompagna ogni etichetta e che è scaricabile dal sito dove, inoltre, si trovano  suggerimenti e consigli su come  ridurre gli impatti delle proprie attività in ufficio. Il calcolo del peso di CO2eq è effettuato dall’Istituto di Ricerche Ambiente Italia sulla base della metodologia Pas 2050:2008, riconosciuta a livello internazionale ed elaborata dal British Standard Institute.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

novembre 24, 2016

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ieri mattina ha accolto la richiesta di Greenpeace e del Pesticide Action Network (PAN) Europe stabilendo che i test di sicurezza condotti dalle aziende chimiche per valutare i pericoli dei pesticidi devono essere resi pubblici. Per la Corte di Giustizia questi studi rientrano infatti nell’ambito delle “informazioni sulle emissioni nell’ambiente“, [...]

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

novembre 24, 2016

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

Guido Barilla, Presidente della Fondazione Barilla Center for Food and Nutrition, ha incontrato ieri il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per presentare il 7° Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione dal titolo “Mangiare Meglio, Mangiare Meno, Mangiare Tutti” che si terrà il 1° dicembre 2016, all’Università Bocconi di Milano. Un grande evento interdisciplinare per creare un [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende