Home » Comunicati Stampa » Epson EC-01: Ecologia, Economia, Innovazione:

Epson EC-01: Ecologia, Economia, Innovazione

ottobre 6, 2009 Comunicati Stampa

epson EC-01Frutto dell’impegno di Epson per lo sviluppo di prodotti a basso impatto ambientale, in linea con la Environmental Vision 2050 della società, Epson EC-01, grazie all’autonomia di 8.000 pagine a colori è ideale per la scuola, la pubblica amministrazione e la piccola e media impresa, sempre più dinamiche sul territorio. All’insegna del tema caro ad Epson: “ecologia & economia”.

Cinisello Balsamo (MI), 2 luglio 2009 – Epson annuncia Epson EC-01, la prima stampante senza cartucce ma con inchiostro sufficiente, al suo interno, per stampare a colori fino a 8.0001 pagine, pari a circa 3 anni in base a un utilizzo medio: il tutto con un risparmio pari a circa il 60% rispetto a una laser di pari prestazioni. EC-01 è frutto dell’impegno di Epson per lo sviluppo di stampanti a basso impatto ambientale. Si tratta di un prodotto innovativo, oggetto di un test legato ad un nuovo modello di business, previsto dal secondo dei quattro punti della Environmental Vision 2050 – introduzione di tutti i prodotti nel ciclo di riciclaggio e riutilizzo delle risorse – e si distingue non solo perché è amica dell’ambiente, ma soprattutto perché è economica e davvero facile da usare.

Il prezzo di vendita al pubblico è di 319€ (Iva esclusa) e sono presenti incentivi per coloro che, una volta terminato l’inchiostro, restituiranno il prodotto a Epson perché proceda alla rigenerazione della stampante.

“Epson EC-01 grazie alle sue caratteristiche di convenienza e sostenibilità – spiega Alberto Raviolo, direttore marketing di Epson Italia – rappresenta la perfetta espressione della strategia “Ecologia, Economia, Innovazione” che Epson Italia ha sintetizzato in “L’economia che fa bene all’ecologia”. In più, grazie alla sua versatilità, è ideale per settori molti diversi, dalla scuola alla pubblica amministrazione, laddove la facilità d’uso e la praticità ed economia di gestione possono fare davvero la differenza”.

Secondo  lo  standard  ISO/IEC  FCD24711  e  24712.  Il  numero  delle  pagine  può  dipendere  dalle  condizioni  di  utilizzo  e  dai  documenti  stampati.  Per  maggiori  informazioni www.epson.it

Quando l’economia aiuta l’ecologia.

Con Epson EC-01 si ottiene in un’unica soluzione sia la macchina che il materiale di consumo sufficiente per stampare fino a ben 8.000 pagine: tre anni di tranquillità senza doversi preoccupare di comprare nuove cartucce. Con una stampante laser di pari prestazioni, invece, al prezzo della macchina occorre aggiungere la spesa dei toner e delle cosiddette parti soggette a usura (fotoconduttore e fusore) necessari per stampare lo stesso numero di pagine. I calcoli sono presto fatti: nel medio-lungo periodo con Epson EC-01 si ottiene un risparmio fino al 60% rispetto ad una stampante laser in grado di fornire pari volumi di stampa.

Per questo Epson EC-01 è un investimento conveniente, perché fornisce in un’unica soluzione sia l’hardware che il materiale di consumo, senza dover mettere in preventivo ulteriori spese.

L’ecologia è il suo biglietto da visita.

Epson EC-01 è la stampante amica della natura: consuma appena 26 W in stampa, equivalenti a soli 12 kg di CO2 in un anno, cioè il 90% in meno rispetto a una laser di pari categoria. In altre parole: per compensare le emissioni di Epson EC-01 bastano solo due alberi, mentre per i 350 Kg di CO2 della laser tradizionale ne servono ben 44.

Da non dimenticare che Epson EC-01 è anche prodotta con materiale interamente riciclabile e, soprattutto, una volta restituita a Epson, viene rigenerata: in pratica, al termine dell’utilizzo delle stampanti il rivenditore provvederà al loro ritiro e alla consegna a Epson Italia che, insieme a tutte le altre filiali europee, invierà questo prodotto a un centro europeo in modo che venga rigenerato e quindi re-immesso sul mercato con tutta la qualità del prodotto nuovo Epson. E poi è intuitiva. Davvero Plug&Play.

Con Epson EC-01 è possibile ottenere ottimi risultati di stampa senza fatica. Basta inserire la spina e iniziare a stampare: davvero Plug& Play. L’utilizzo e la manutenzione della stampante non comportano sostituzione o scorta di cartucce e non richiedono formazione o interventi di personale specializzato; inoltre la qualità di stampa è sempre garantita grazie alla tecnologia Epson Micro Piezo, sia nel caso di testi che di grafici o immagini. E non dimentichiamo che, grazie all’apposito slot, è possibile stampare direttamente da schede di memoria, senza accendere nemmeno il PC, con la qualità Epson e un costo di appena 0,13 Euro per ogni foto 10×15 cm (esclusa la carta).

E infine è versatile: per scuola, pubblica amministrazione e piccole e medie aziende.

Epson EC-01 è ideale per vari tipi di ambienti: dalle piccole e medie imprese e i liberi professionisti alle scuole di ogni ordine e grado sino alla pubblica amministrazione.

Cominciamo dalle aziende. Epson EC-01 è particolarmente indicata per le società che hanno personale dislocato sul territorio o che lavora anche da casa: quale miglior soluzione di una stampante che annulla i costi di spedizione delle cartucce e non richiede scorte di consumabili per chi lavora da casa. In questo modo è possibile per l’azienda avere un controllo accurato dei costi di stampa e pianificare al meglio la propria gestione economica, con la garanzia ulteriore di un risparmio che arriva sino al 60% rispetto a prodotti di pari prestazioni.

EC-01 si rivela inoltre molto utile anche nel mondo della scuola. Innanzi tutto perché garantisce una stampa sicura e continua durante tutto l’anno scolastico, senza interruzioni del lavoro per il reperimento e la sostituzione delle cartucce. Quindi perché gode di ridotti costi di stampa e di mantenimento – un elemento importante per il nostro panorama scolastico – e infine grazie alla sua semplicità: niente cambio cartucce e quindi nessuna necessità di intervenire per quella che può apparire come una operazione complessa. Inoltre, grazie alla tecnologia Epson, EC-01 può essere facilmente integrata in soluzioni complesse, in combinazione con le lavagne interattive – che stanno entrando nel mondo della scuola – nelle aule multimediali e nei laboratori fotografici.

Epson EC-01 infine risponde perfettamente alle esigenze della pubblica amministrazione: contenimento dei budget, nessun spazio aggiuntivo per lo stoccaggio del materiale di consumo, nessun rifiuto da smaltire.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende