Home » Comunicati Stampa »Prodotti »Prodotti » Epson rivoluziona il mondo della carta: con PaperLab la puoi riciclare in ufficio:

Epson rivoluziona il mondo della carta: con PaperLab la puoi riciclare in ufficio

dicembre 9, 2015 Comunicati Stampa, Prodotti, Prodotti

Seiko Epson Corporation ha sviluppato il primo sistema compatto al mondo in grado di produrre carta a partire da carta usata triturata in modo sicuro e senza uso di acqua. Epson prevede di mettere in commercio in Giappone il nuovo PaperLab nel 2016 e successivamente anche in altri Paesi. Aziende e uffici della Pubblica Amministrazione che installeranno un PaperLab saranno dunque in grado di produrre carta di varie dimensioni, spessori e tipi: da carta da ufficio e biglietti da visita a carta colorata e profumata.

Un prototipo del PaperLab sarà esposto per dimostrazioni presso lo stand Epson a Eco-Products 2015, una mostra sull’ambiente che si terrà presso il Tokyo Big Sight (Tokyo International Exhibition Center) dal 10 al 12 dicembre.

La carta, del resto, pare non tramontare mai. Una recente ricerca condotta da Epson in Europa, ha rivelato che il 77% dei dipendenti in Italia, Francia, Spagna, Germania e Regno Unito ritiene che le stampanti siano uno strumento vitale per aiutarli a lavorare in modo efficace e che il 49% afferma che il non avere possibilità di stampare inciderebbe significativamente sulla produttività. Perché la carta è facile da portare con sé e permette di leggere con facilità, assimilare con rapidità e ricordare con più efficacia i dati riportati. Oltre al fatto che il 61% degli intervistati ha detto che “è più facile commettere errori correggendo un documento elettronico che uno stampato“.

D’altra parte, bisogna considerare che la carta viene prodotta a partire da una risorsa rinnovabile, ma limitata come il legno. Avendo presente il proprio ruolo e la propria responsabilità di azienda leader nel mondo del printing, Epson ha pertanto deciso di sviluppare la tecnologia che ambisce a cambiare il ciclo della carta. Con PaperLab, Epson propone di dare nuovo valore alla carta e promuoverne il riciclo.

Di solito, la carta è riciclata in un lungo processo che comporta il trasporto di carta usata dall’ufficio a un ente esterno che si occupa di riciclaggio. Con PaperLab, Epson sta cercando di accorciare questo percorso, permettendo di svolgere in ufficio il processo di riciclaggio. Dopo aver caricato la carta usata e premuto il pulsante start, PaperLab produce il primo nuovo foglio di carta in circa tre minuti. Il sistema è in grado di produrre circa 14 fogli formato A4 al minuto, pari a 6.720 fogli in una tipica giornata lavorativa di otto ore. E’ possibile produrre vari tipi di carta in formato A4 e A3 di vari spessori per soddisfare le diverse esigenze, ma anche carta per biglietti da visita, carta a colori e persino carta profumata.

PaperLab produce inoltre carta senza usare acqua. Con i processi esistenti, per fare un foglio A4 è normalmente necessaria una tazza di acqua. Ma dato che l’acqua è una risorsa preziosa, Epson ha voluto mettere a punto un processo a secco. Per PaperLab Epson ha sviluppato infatti la Dry Fiber Technology (tecnologia per fibre a secco), un nuovo insieme di tecnologie che non usano acqua. Solo una piccolissima quantità di acqua viene utilizzata per mantenere un certo livello di umidità all’interno del sistema.

Utilizzando un meccanismo originale, la carta da riciclare viene trasformata in lunghe e sottili fibre cotonose. Questo processo distrugge immediatamente e completamente i documenti riservati. Dal momento che PaperLab non usa l’acqua, non richiede impianti idraulici, tubazioni e collegamenti. Questo, oltre alle sue dimensioni compatte, la rende facile da installare negli uffici. Alle fibre possono essere aggiunti una varietà di leganti per aumentare la compattezza, la resistenza, il punto di bianco oppure per aggiungere colore, profumo, resistenza alla fiamma, o altre proprietà richieste per un determinato uso. Grazie alla tecnologia che permette di controllare densità, spessore e dimensioni della carta, con PaperLab è possibile produrre fogli di carta per ufficio in formato A4 o A3 e persino la carta per biglietti da visita.

Epson si propone di aiutare le aziende ad aumentare l’efficienza operativa, fornendo stampanti inkjet ad alta velocità e bassi consumi, che offrono immagini di straordinaria qualità ad un basso costo per stampa. E impiegando il nuovo PaperLab per convertire in nuova carta quella usata, la società ritiene che gli uffici di tutti i tipi cambieranno radicalmente il loro modo di pensare alla carta.

 


 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

febbraio 21, 2017

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

Obiettivo Alluminio giunge alla sua decima edizione e anche quest’anno si appresta a coinvolgere migliaia di studenti in oltre 5.000 scuole superiori italiane. Il progetto didattico organizzato dal CIAL (Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclo dell’Alluminio), in collaborazione con il Giffoni Film Festival e il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela [...]

Biogas Italy: la nuova rivoluzione agricola parte dal “biogasfattobene”

febbraio 21, 2017

Biogas Italy: la nuova rivoluzione agricola parte dal “biogasfattobene”

L’«alba di una nuova rivoluzione agricola»  è  lo slogan scelto dalla terza edizione di Biogas Italy, l’evento annuale del CIB, Consorzio Italiano Biogas, che si terrà a Roma il prossimo 24 febbraio allo Spazio Nazionale Eventi del Rome Life Hotel. L’evento, promosso in collaborazione con Ecomondo Key Energy, ospiterà gli “Stati Generali del Biogas e [...]

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

febbraio 20, 2017

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

Dopo il successo della prima edizione a Locarno, nel 2016, con circa 10.000 visitatori, Tisana, la ventennale fiera svizzera del benessere olistico, del vivere etico e della medicina naturale, torna al Palexpo Fevi dal 3 al 5 marzo 2017. In mostra le eccellenze del mercato internazionale in un percorso ispirato a 9 aree tematiche: Armonia, [...]

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

febbraio 17, 2017

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

Prende il via la quarta edizione del bando “culturability” promosso dalla Fondazione Unipolis: 400 mila euro per  progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale che rigenerino e diano nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione. Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità, occupazione giovanile: questi gli ingredienti richiesti [...]

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

febbraio 16, 2017

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

24  nuove stazioni, tutte  attivate  (l’ultima  in  ordine  cronologico  quella di  Piazza  dei Cavalieri) e per  altre  10 c’è  la  domanda  di  finanziamento al Ministero  dell’Ambiente. Con 5.300  abbonamenti, 170 bici (di cui 30 nuove) e 1.000 viaggi al giorno, Pisa si conferma, tra le città italiane di medie dimensioni, una buona pratica per il bike [...]

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

febbraio 15, 2017

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

Con 408 voti a favore e 254 contrari, il Parlamento Europeo apre le porte al CETA l’accordo economico e commerciale globale tra l’UE e il Canada: «Ancora una volta siamo di fronte a un trattato che intende affermare gli interessi della grande industria, a scapito sia dei cittadini che dei produttori di piccola scala. Ciò [...]

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

febbraio 14, 2017

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

Fiper, la Federazione dei Produttori da Energia Rinnovabile, ha presentato ai propri associati la ricerca “Analisi sul mercato dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE)” allo scopo di fare chiarezza sull’andamento a dir poco anomalo sul mercato dell’energia proprio dei TEE.  Nel corso del 2016, infatti, si sono registrati scambi a prezzi particolarmente alti rispetto alla [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende