Home » Comunicati Stampa »Eventi »Smart City » Fiori-TO: il verde al centro di Torino:

Fiori-TO: il verde al centro di Torino

maggio 15, 2012 Comunicati Stampa, Eventi, Smart City

Fiori-TO è il nome della nuova manifestazione nazionale, dedicata all’agricoltura e al verde urbano, che l’Assessorato all’Ambiente della Città di Torino e la Fondazione Torino Smart City hanno progettato per completare il quadro delle iniziative di promozione di una città più intelligente, sostenibile e inclusiva, previsto dal palinsesto dello Smart City Festival “Città Visibili, in programma dal 23 maggio al 5 giugno 2012, Giornata Mondiale dell’Ambiente.

Fiori-TO, da giovedì 24 a domenica 27 maggio, non sarà solo un’esibizione cittadina di fiori e piante, ma si propone come una vera e propria “fioritura culturale” della città, per riflettere sulla sostenibilità ambientale e la vivibilità dello spazio urbano, attraverso tre diversi strumenti: l’approfondimento informativo, la mostra-mercato e il momento didattico-formativo. La manifestazione, che si svolgerà nel centro di Torino, tra Piazzale Valdo Fusi e il tratto pedonale di via Carlo Alberto, conterrà infatti tre eventi complementari: il 2° Workshop Nazionale IMAGE – Incontri sul Management della Green Economy (24-25 maggio), la rassegna di orticoltura e florovivaismo Flor ’12 (25-27 maggio) e il convegno “Agricoltura Urbana(25 maggio), che darà vita anche ai laboratori pratici “Orti e frutteti in città” (26-27 maggio).

Organizzata da Greenews.info, in collaborazione con l’Associazione Greencommerce, la seconda edizione del Workshop IMAGE sarà focalizzata, quest’anno, sul tema “Verso la nuova PAC: agricoltura e sistema alimentare”. La riforma in corso della Politica Agricola Comune dell’Unione Europea (che prevede incentivi al cosiddetto “greening”) sarà lo spunto per offrire, agli operatori dei diversi settori della green economy, un momento pragmatico di reciproca conoscenza e di confronto su questioni come l’integrazione del reddito agricolo grazie alle fonti rinnovabili, l’agricoltura biologica e biodinamica, la sicurezza alimentare, l’agriturismo e il turismo en plein air, le biomasse e la gestione del patrimonio boschivo come risorsa, la “chimica verde”. Le due giornate di workshop, divise in quattro tavole rotonde (Agricoltura; Rinnovabili; Sistema Alimentare; Prospettive Future) presso il “Giardino d’Inverno” (ex Casa Canada) di Piazzale Valdo Fusi, saranno letteralmente “a porte aperte”, per consentire a un pubblico di professionisti, cittadini e studenti interessati ai temi ambientali di comprendere le opportunità e i limiti di una visione più sostenibile dell’agricoltura e della distribuzione alimentare che, diversamente da quanto si potrebbe pensare, toccano la quotidianità di ciascuno, tanto in campagna quanto in città.

Proprio la città e l’area metropolitana sono infatti il luogo entro il quale può realizzarsi, con successo, la cosiddetta ”Agricoltura Urbana”, di cui parlerà il convegno organizzato dal Dipartimento Colture Arboree dell’Università di Torino. Gli orti e i frutteti, come anche i giardini verticali e i “roof garden” tendono oggi a riconquistare frazioni dello spazio urbano che vengono sottratte, in questo modo, al cemento per ospitare un verde vivo e salutare, che assume una funzione sociale e anche alimentare, come insegnano le più avanzate tendenze dell’edible landscaping, la disciplina che consente di far convergere l’aspetto estetico e gastronomico di piante ed erbe. I laboratori pratici del sabato e della domenica, curati dagli esperti della Facoltà di Agraria, offriranno la possibilità, agli appassionati con il “pollice verde”, di apprendere, in concreto, le conoscenze e le tecniche necessarie alla corretta gestione di queste oasi cittadine.

Il tragitto che collega il tratto pedonale della centralissima Via Carlo Alberto con Piazzale Valdo Fusi sarà invece invaso, per tre giorni, dal 25 al 27 maggio, da Flor ’12, la rassegna che vedrà 100 tra i principali vivaisti piemontesi e italiani esporre piante, fiori e rarità da collezione, oltre a novità per il giardinaggio e materiali per orti e frutteti biologici a minor impatto ambientale. Flor’12 a fianco della mostra-mercato, ospiterà anche la partecipazione e gli interventi di architetti, paesaggisti e autori di libri per costruire un prezioso momento di riflessione sulla sostenibilità del verde urbano, ad oggi piuttosto unico nel panorama italiano. Per l’occasione saranno eccezionalmente allestiti e aperti al pubblico il Giardino storico della sede della Provincia di Torino, che ospiterà una mostra di collezioni botaniche, e il cortile della sede aulica della Camera di Commercio.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende