Home » Comunicati Stampa »Eventi » Food Wine Design Week: le Langhe guardano a Expo 2015:

Food Wine Design Week: le Langhe guardano a Expo 2015

giugno 10, 2014 Comunicati Stampa, Eventi

Si è conclusa lunedì 9 giugno, ad Alba, la prima edizione della Food Wine Design Week, un evento internazionale diffuso sul territorio che intende legare la tradizione enogastronomica delle Langhe alle innovazioni del design italiano, in vista dell’Expo 2015 di Milano. Uno sguardo al passato per cercare di ridefinire uno stile di vita italiano futuro legato al territorio e alla bellezza.

Protagonisti dell’iniziativa Aldo Cingolani, CEO Bertone Design e Presidente dell’Associazione Food Wine Design, e Franco Miroglio, proprietario della Tenuta Carretta di Piobesi d’Alba, in collaborazione con l’imprenditore asiatico Muneaki Masuda, fondatore e presidente di CCC (Culture Convenience Club), società che opera in Giappone con il marchio Tsutaya, una catena di librerie e multimedia che conta circa 1.468 punti vendita.

Masuda, presidente onorario dell’associazione organizzatrice – che dal 6 al 9 giugno ha portato nelle Langhe chef stellati e designer mondiali in un mix di cultura, cibo e vino – ha annunciato, al termine della manifestazione, che il primo dei suoi centri culturali che aprirà in Italia verrà realizzato, a breve, proprio ad Alba, in Piemonte, per poi proseguire su Milano e altre località italiane.

Obiettivo dell’iniziativa, del resto, è quello di unire le eccellenze italiane alle competenze ed il prestigio di realtà imprenditoriali internazionali per lanciare un nuovo messaggio (mutuato anche dall’esperienza di Slow Food, non a caso nata a Bra, nel Roero): percepire l’alimentazione, “di qualità” come qualcosa che appartiene ad una cultura antica e moderna al tempo stesso.

Cingolani, Masuda e Miroglio hanno organizzato ad Alba, Pollenzo, nei poderi e nelle cantine Oddero a La Morra, nella Borgata Cerequio, a Serralunga d’Alba, a Piobesi d’Alba, a Barolo, cinque giorni di incontri, mostre, degustazioni, assaggi, workshop, conferenze e seminari, exhibit e divagazioni tra colline e castelli per confrontarsi sulla nuova vocazione all’eccellenza di alcuni settori produttivi italiani e condurre il pubblico alla scoperta di meravigliose cantine, nascoste tra le vigne, che custodiscono oggetti capaci di avvicinare l’uomo ai sapori della natura. La Banca del Vino di Pollenzo ha organizzato, in parallelo, al suo interno la mostra “Nudi o Vestiti, Comunicare con il packaging” per riaffermare come la forma di un oggetto commerciale possa diventare un elemento di sostenibilità, ma anche di cultura.

Non tutti sanno, infatti, che in una delle aree con la più alta densità di castelli del mondo nascono anche le idee del cibo e delle sue sfumature, degli usi alimentari, dei piatti, dell’arredamento, delle stesse cucine. E’ qui, tra queste tenute millenarie, che, di generazione in generazione, assieme al piacere del gusto, al valore simbolico del cibo, il design affina l’esperienza gastronomica. L’esperienza di un modo di vivere, in attesa di portare i vini all’esperienza mondiale di ‘Expo 2015’.

Secondo Franco Miroglio l’obiettivo del FWD è di fare sistema perché in questa Italia così in crisi è l’unico modo per riuscire a rialzarsi. Non si tratta di un evento che parla solo di cibo o di vino, ma di un’iniziativa che mette insieme le eccellenze del Made in Italy inteso come espressione di uno stile di vita che ci è riconosciuto nel Mondo. Mentre Cingolani ricorda, con orgoglio imprenditoriale, che il FWD è un evento completamente finanziato dai privati con un investimento di circa un milione di euro. Un’iniziativa che unendo cibo, vino e design, tutte eccellenze italiane, ha attirato l’attenzione sia internazionale che delle altre regioni italiane” tanto che l’Associazione ha già ricevuto contatti per riproporre il format in altri contesti territoriali.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende