Home » Comunicati Stampa »Green Economy »Greeneria »Progetti » Ford annuncia 13 nuovi modelli elettrificati nei prossimi 5 anni:

Ford annuncia 13 nuovi modelli elettrificati nei prossimi 5 anni

Ford ha annunciato che entro i prossimi 5 anni aggiungerà alla propria offerta globale 13 nuovi modelli elettrificati, tra cui la Mustang Hybrid, l’F-150 Hybrid e il Transit Custom Plug-in Hybrid.

L’elenco dei primi 7 modelli che saranno prodotti comprende un SUV compatto 100% elettrico, con un’autonomia di oltre 480 chilometri, e 2 nuovi modelli ibridi ad alte prestazioni destinati alle forze di polizia. L’”Ovale Blu” investirà 700 milioni di dollari per implementare le tecnologie di produzione dei veicoli elettrificati nel proprio impianto di Flat Rock, in Michigan, dove nascerà un nuovo Manufacturing Innovation Center e saranno creati 700 nuovi posti di lavoro. L’impianto, dove vengono realizzate auto “iconiche” come la Ford Mustang e la Lincoln Continental, sarà anche aggiornato per la produzione dei futuri modelli a guida autonoma. Ford sta inoltre sperimentando innovativi sistemi di ricarica wireless per i veicoli elettrici e ha dato il via alla sperimentazione di nuovi prototipi elettrici in Europa e negli Stati Uniti.

Questi aggiornamenti fanno parte di una più ampia strategia di electrification rispetto quale Ford investirà, entro il 2020, 4,5 miliardi di dollari, per introdurre, trasversalmente rispetto alla propria offerta globale, tecnologie che garantiscono maggiore efficienza, versatilità e potenza. L’investimento è a sua volta parte della trasformazione dell’azienda, che sta affiancando al proprio ruolo tradizionale di costruttore d’auto quello di provider di servizi di mobilità, che vanno dalla guida autonoma alla connettività on board.

Sempre più clienti in tutto il mondo sono interessati ai veicoli elettrici e ibrido-elettrici, e l’impegno di Ford è diventare leader nell’offrire una gamma di veicoli elettrificati e di servizi di mobilità in grado di migliorare le loro vite”, ha dichiarato Mark Fields, Presidente e CEO di Ford Motor Company. “Secondo le nostre previsioni, entro 15 anni i veicoli elettrificati supereranno nelle vendite globali quelli con motore esclusivamente a benzina, e gli investimenti e i progetti di espansione dell’offerta di questa categoria di veicoli procedono esattamente in questa direzione”. Ford ha definito la propria strategia di elettrificazione puntando sui modelli di volume, pick-up, SUV, veicoli commerciali e vetture ad alte prestazioni, tipologie che beneficeranno della propulsione alternativa in modi differenti ma che ne condivideranno l’incremento dell’efficienza, del piacere di guida e della versatilità.

L’offerta globale di modelli elettrificati beneficerà delle tecnologie EcoBoost, realizzando per la prima volta modelli ibridi che si avvarranno di questa avanzata famiglia di motori a benzina anziché di propulsori aspirati, per elevare ulteriormente l’efficienza. I lanci dei nuovi modelli saranno affiancati da una strategia di sviluppo di soluzioni e servizi aggiuntivi, come sistemi di gestione delle flotte elettriche e pianificazione avanzata dei tragitti.

“Mentre alcune case sembrano focalizzarsi su promesse di marketing, noi ci dedichiamo ai clienti e a ciò che più amano e apprezzano del loro veicolo Ford”, ha aggiunto Fields. Il Ford Escape Hybrid (primo SUV ibrido al mondo), ad esempio, è stato il primo veicolo ibrido prodotto in USA nonché il primo taxi ibrido introdotto in Nord America, dove Ford è il primo produttore di ibridi plug-in e il secondo nel mercato generale dei veicoli elettrificati. Oggi, molti Escape Hybrid hanno superato i 550.000 chilometri percorsi, utilizzando ancora le batterie originali.

Ford sta infine lavorando per affiancare alla nuova generazione di veicoli elettrificati una nuova generazione di servizi a loro dedicati.   “I servizi innovativi possono essere importanti per i clienti almeno quanto i veicoli stessi – ha spiegato Hau Thai-Tang, Vice Presidente Acquisti ed Electric Vehicles Champion di Ford – Stiamo investendo in soluzioni dedicate sia ai clienti privati che a quelli business, per implementare tecnologie innovative che migliorino la loro vita”. Ford, a dicembre dello scorso anno, ha firmato un memorandum d’intesa con diversi costruttori per la realizzazione di una rete di punti di ricarica rapida per le auto con alimentazione elettrica, basata sullo standard unico Combined Charging System (CCS), con un obiettivo iniziale di circa 400 punti di ricarica in tutta Europa. L’aumento della potenza di ricarica fino a 350 kW sarà in grado di ridurre significativamente i tempi di ricarica rispetto ai sistemi al momento disponibili per effettuare la medesima operazione. Entro il 2020, i clienti potranno accedere a migliaia di stazioni di ricarica rapida distribuite sul territorio europeo.

La strategia di electrification è stata delineata sulla base dei risultati di studi condotti sulle attitudini dei consumatori verso queste soluzioni, considerando anche i feedback degli oltre 560,000 clienti a livello globale, di cui 520.000 americani, che dal 2005 hanno acquistato veicoli elettrici Ford. In particolare, una ricerca dell’Ovale Blu condotta su 33.000 clienti, che hanno utilizzato il loro modello Ford elettrificato in oltre 58 milioni di spostamenti, ha rivelato che: la distanza percorsa quotidianamente dall’88% del campione è inferiore ai 100 chilometri; anche se la domanda di una maggiore autonomia è elevata, la cosiddetta “ansia da autonomia” si riduce nel tempo grazie alla maggiore familiarità che i clienti acquisiscono con il proprio veicolo e le sue tecnologie; l’80% dei clienti effettua una ricarica al giorno; Il 60% ricarica il proprio veicolo la sera; l’87% dei clienti di auto ibride plug-in dichiara di essere intenzionato ad acquistare, in futuro un altro modello ibrido plug-in, mentre il 92% dei clienti di auto 100% elettriche dichiara di essere intenzionato ad acquistare, in futuro un altro modello elettrico.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

dicembre 11, 2018

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

GBC Italia con UNESCO e il Comune di Ferrara organizzano dall’11 al 13 dicembre 2018 “Heritage & Sustainability“, un workshop internazionale incentrato sugli strumenti energetico-ambientali per la governance sostenibile del patrimonio architettonico esistente. L’evento, in collaborazione con la fiera RemTech Expo, si svolgerà tra due dei più prestigiosi edifici storici della città di Ferrara, il Castello Estense e il Palazzo Ducale. [...]

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

dicembre 7, 2018

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

Dopo la positiva esperienza del 2017, anche nel 2018, la Fondazione CRC (Cassa di Risparmio di Cuneo) prosegue e rafforza il suo impegno a favore del contesto ambientale e paesaggistico della provincia di Cuneo promuovendo il “Bando Distruzione“, con il duplice obiettivo di distruggere le brutture e ripristinare la bellezza di un contesto paesaggistico e [...]

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

dicembre 6, 2018

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

I “muretti a secco” sono  stati inseriti, nei giorni scorsi, nel Patrimonio immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, confermando le motivazioni dei Paesi europei che congiuntamente ne avevano presentato la candidatura - Italia, Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Slovenia, Spagna e Svizzera – facendo leva sulla “relazione armoniosa tra l’uomo e la natura”. L’arte dei muretti a secco, come si [...]

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

dicembre 3, 2018

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

Dopo il successo della prima edizione torna mercoledì 5 dicembre 2018, all’Environment Park di Torino, l’EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte, un momento di confronto e dibattito sulla gestione virtuosa dei rifiuti con i principali operatori locali del settore (aziende, pubblica amministrazione, consorzi), per concentrarsi sulle criticità del ciclo dei rifiuti e sulle soluzioni per minimizzare lo smaltimento [...]

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

novembre 30, 2018

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

MOTUS-E, l’associazione costituita da operatori industriali, mondo accademico e associazionismo ambientale e consumeristico con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia attraverso il dialogo con le Istituzioni, il coinvolgimento del pubblico e programmi di formazione e informazione, ha rilasciato un comunicato stampa in cui rileva che la manovra finanziaria arrivata in Parlamento [...]

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

novembre 30, 2018

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

Ieri a Bruxelles è stata ufficialmente lanciata l’ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei) EAToriginal, la campagna di Coldiretti e altre associazioni europee per chiedere alla Commissione Europea di introdurre un’etichettatura obbligatoria sull’origine del cibo. La contraffazione e l’adulterazione di prodotti alimentari rappresentano infatti un grave rischio per la salute dei consumatori, soprattutto quando vengono utilizzati ingredienti di bassa [...]

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

novembre 28, 2018

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

Con la siccità che, ogni anno, coinvolge anche il nostro Paese, a causa dei cambiamenti climatici, il mare potrebbe diventare la principale risorsa idrica disponibile. La dissalazione dell’acqua marina può dunque rappresentare una valida soluzione alla crisi idrica che quasi sicuramente ci troveremo ad affrontare. Serve però una normativa specifica sul funzionamento degli impianti e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende