Home » Comunicati Stampa »Progetti » GBC Historic Building: parte a Guarene il primo caso di studio italiano:

GBC Historic Building: parte a Guarene il primo caso di studio italiano

settembre 6, 2013 Comunicati Stampa, Progetti

È stato firmato nei giorni scorsi a Rovereto (TN), nella sede di Green Building Council Italia, il protocollo d’intesa che darà avvio al primo caso di studio italiano per la definizione di GBC Historic BuildingTM, il nuovo protocollo di sostenibilità per gli edifici storici che vede impegnato un gruppo di lavoro di esperti presentato, a livello internazionale, a giugno dello scorso anno a Venezia.

GBC Historic Building nasce interamente in Italia, grazie ad un attento lavoro di sintesi tra due culture edilizie solo apparentemente distanti: quella americana, dove ha origine la famiglia di protocolli LEED®, e quella italiana, dove risiede il più ampio patrimonio al mondo di conoscenze e competenze sul restauro storico e conservativo. Uno standard innovativo, dunque, che mira a promuovere un nuovo concetto di conservazione sostenibile, nel quale convivano le esigenze di recupero di quella parte più pregevole e storica del parco edilizio nazionale con le indicazioni degli obiettivi europei di efficientamento energetico e riduzione dell’impatto ambientale dell’esistente.

GBC Historic Building rappresenta una scommessa tanto impegnativa quanto fondamentale in un Paese, come l’Italia, che attraverso la riqualificazione dei numerosissimi edifici con valore testimoniale presenti sul proprio territorio potrebbe contribuire al rilancio del settore dell’edilizia e dell’intera green economy. Il nuovo protocollo non si applica infatti ai soli edifici di eccezionale pregio e valore architettonico, ma anche a tutte quelle realizzazioni di “architettura spontanea” che caratterizzano le nostre campagne (rustici, cascine, baite, ecc.) e che costituiscono un patrimonio millenario di sapere costruttivo che andrebbe oggi valorizzato e attualizzato all’interno di un piano nazionale di sviluppo sostenibile.

Il caso di studio di Guarene, in Provincia di Cuneo, a cavallo tra le colline delle Langhe e del Roero – una delle zone più frequentate dal turismo enogastronomico in Piemonte – rientra in questa categoria di immobili di valore storico e documentale, proprio per la sua natura di “comune” rustico piemontese di fine Ottocento.

L’intervento di ristrutturazione in bioedilizia, con l’impiego prevalente di materiali naturali della tradizione locale, sarà avviato nelle prossime settimane su progetto dell’Arch. Alessandro Fassi (già progettista di importanti realizzazioni, come il PAV e l’Environment Park di Torino) e porterà al recupero dell’intera superficie, dove sorgeranno – secondo un’idea antica di “casa-bottega”, in cui convivono attività professionale e vita privata – un’abitazione famigliare, un bed&breakfast “dimostrativo” e, nell’ex fienile, gli uffici di Greengooo! New Media Production, il network specializzato nella comunicazione della green economy e delle smart city, di cui fanno parte l’agenzia Studio Greengrass, il nostro web magazine Greenews.info, il workshop I.MA.G.E. e l’Associazione Greencommerce.

L’intero intervento e l’avanzamento lavori – corredati da disegni, immagini e video – saranno raccontati su Greenews.info, sulle pagine social del network e in occasione di fiere e convegni di settore (Restructura, MADE Expo e altri), attraverso informazioni accessibili e utili tanto ai progettisti e alle imprese quanto ai committenti privati, per contribuire a sensibilizzare gli operatori del settore e l’opinione pubblica sull’importanza dell’edilizia sostenibile.

“Il caso studio di Guarene  – ha dichiarato Mario Zoccatelli, presidente GBC Italia – è interessante perché mostra come si possano avviare processi di ristrutturazione di edifici che hanno e vogliono mantenere la loro identità storica e nello stesso tempo attenersi a quanto prevede la Direttiva Europea 2012/27/UE. I sistemi GBC – LEED, e nel caso specifico il protocollo GBC Historic Building rappresentano strumenti che consentono il contemporaneo soddisfacimento di obiettivi di deep renovation energetica secondo le indicazioni europee e nello stesso tempo la salvaguardia e valorizzazione delle caratteristiche peculiari dei nostri edifici storici”.

Il progetto costituirà un supporto per le attività connesse allo sviluppo del protocollo GBC Historic Building curato dal Comitato di GBC Italia coordinato dall’arch. Paola Boarin, del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara. L’arch. Daniele Guglielmino si occuperà degli aspetti di formazione del team di progettazione e dell’impresa appaltatrice rispetto ai sistemi LEED/GBC. A livello locale, l’operazione sarà inoltre supportata, dal punto di vista comunicativo, dal Chapter Piemonte, coordinato dal segretario Massimiliano Fadin.

L’intervento sarà realizzato, come appaltatore generale, dalla Greengrass Srl – Bioedilizia & Ristrutturazioni, nuova impresa di riferimento del network Greengooo! che nasce per acquisire e trasmettere l’eccezionale know how che sarà sviluppato nel corso del caso di studio, anche in collaborazione con il Master in Edilizia Sostenibile ed Efficienza Energetica del Politecnico di Torino.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

settembre 29, 2016

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

L’Associazione Italia Solare di Monza vuole proporre al GSE un modello di risoluzione anticipata degli incentivi per impianti fino a 3 kWp, quindi residenziali, così che i proprietari degli impianti possano avere immediata liquidità. In Sicilia, ad esempio, ci sono oggi circa 11.000 impianti fotovoltaici incentivati con i vari “Conto Energia” (dal 1° al 5°) [...]

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende