Home » Comunicati Stampa »Rassegna Stampa » “Girano le pale”. L’inchiesta di Report sulle rinnovabili:

“Girano le pale”. L’inchiesta di Report sulle rinnovabili

novembre 29, 2010 Comunicati Stampa, Rassegna Stampa

Un parco eolico, Courtesy of Flickr.com La trasmissione Report di Milena Gabanelli ha mandato in onda su Rai Tre, ieri sera, la videoinchiesta di Alberto Nerazzini  “Girano le pale”, dedicata alle storture presenti nei meccanismi di finanziamento italiani delle fonti rinnovabili e, in particolare, al rischio che l’eolico diventi un grande business principalmente per la criminalità organizzata calabrese.

“Nel 2020 l’Italia dovrà avere il 17% dei propri consumi elettrici da fonte rinnovabile – scrive Nerazzini – e questo perché dobbiamo abbassare le emissioni che alterano il clima. Lo prevede il Protocollo di Kyoto ma soprattutto gli accordi vincolanti decisi dai Paesi europei. Per questo l’Italia da anni sta finanziando lo sviluppo dell’energia pulita e non abbiamo badato a spese. I nostri sono gli incentivi più alti del mondo. Insomma anche se siamo partiti in ritardo rispetto agli altri Paesi abbiamo bruciato le tappe”. “Siamo stati in Calabria, la Regione che più di ogni altra negli ultimi anni ha aumentato la sua potenza eolica – continua l’autore dell’inchiesta – e ci siamo chiesti se è veramente questa l’industria del vento che dovevamo sviluppare, visto che stiamo investendo risorse miliardarie e le stiamo pagando con la nostra bolletta, la più cara del continente”.

Ma la grande truffa, a monte di tutto il sistema, starebbe, secondo Report, nel meccanismo dei certificati verdi e nell’importazione, dall’estero, di “energia verde” - o presunta tale, visto che le garanzie fornite dai venditori stranieri non forniscono certezza circa la fonte di produzione.

Si tratta di un sistema piuttosto complesso, a causa del quale, in sintesi, ad un’azienda italiana comprare un certificato verde costa quattro volte di più che importare dall’estero energia dichiarata “pulita”, anche se, per ammissione dello stesso sottosegretario Stefano Saglia non vi è alcuna garanzia circa la reale provenienza, né sarebbe possibile ottenere questa tracciabilità prima dell’avvento delle smart grid, le reti intelligenti. Per questo motivo il prezzo dei certificati verdi, troppo onerosi, è crollato e lo Stato si è dovuto impegnare al riacquisto di quelli invenduti, con un conseguente danno per il contribuente italiano.

Lunedì 29 novembre dalle 16:00 alle 17:00 Alberto Nerazzini sarà in video chat, sul sito di Report, per rispondere a tutte le curiosità su “Girano le pale”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Sacchetti per l’ortofrutta. CSI cerca di far chiarezza sui requisiti tecnici

gennaio 22, 2018

Sacchetti per l’ortofrutta. CSI cerca di far chiarezza sui requisiti tecnici

Il dibattito sull’obbligo dei sacchetti biodegradabili per l’acquisto di frutta e verdura sfusa nei supermercati e nei negozi, scattato il 1° gennaio 2018, non si placa e cresce la confusione tra i consumatori. Per questo il laboratorio Food-Packaging-Materials di CSI, società del Gruppo IMQ, è voluto intervenire per fornire alcune informazioni tecniche, che spiegano, ad [...]

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende