Home » Comunicati Stampa »Prodotti »Prodotti » Goodyear, pneumatici con la lolla di riso per il mercato cinese:

Goodyear, pneumatici con la lolla di riso per il mercato cinese

Gomme-auto.it, rivenditore online di pneumatici, che mette in contatto i consumatori finali con i grossisti e le grandi case di produzione, ha reso noto che l’americana Goodyear ha siglato un accordo con la cinese Yihai Food and Oil, per la fornitura di silice ottenuta dalla cenere di “lolla di riso”. I primi pneumatici, in sostanza, con una componente da fonte rinnovabile vegetale e non di derivazione petrolifera.

Già 2 anni fa Goodyear aveva iniziato a testare questo tipo di silice all’interno del Centro di Innovazione di Akron, ottenendo ottimi risultati in tema di prestazioni, che sono risultate paragonabili a quelle ottenute con i materiali impiegati abitualmente.

Secondo Richard J. Kramer, CEO di Goodyear, i vantaggi della nuova silice sarebbero soprattutto di carattere ambientale, in quanto si avrebbe una minore quantità di scarti da dover inviare in discarica. Inoltre, per questo tipo di produzione sarebbe necessaria una quantità di energia inferiore ai processi convenzionali, che sono decisamente energivori. A questi aspetti positivi si aggiungerebbe inoltre una maggiore efficienza degli pneumatici. Tradizionalmente, nella mescola viene infatti utilizzato il “nerofumo”, ma la silice ha l’innegabile vantaggio di ridurre la resistenza al rotolamento portando, in questo modo, ad un minore consumo di carburante. Sempre grazie alla silice, l’aderenza del pneumatico risulterebbe infine migliore, soprattutto quando una vettura si trova a percorrere un tracciato caratterizzato da fondo stradale bagnato.

Da problema a opportunità, dunque. In base ai dati forniti dalla FAO, infatti, la quantità di riso raccolta annualmente nel mondo sarebbe pari a 700 milioni di tonnellate, il che porta alla necessità di smaltire una grandissima quantità di lolla di riso, che solitamente viene bruciata in impianti per produrre energia elettrica. La trasformazione in silice avviene ormai da diversi anni, ma solo recentemente è stato possibile sviluppare processi in grado di ottenere una silice qualitativamente valida per la produzione di pneumatici, aprendo così la possibilità di ridurre ulteriormente i quantitativi di questo residuo del riso da smaltire in discarica.

Il direttore tecnico di Goodyear, Joseph Zekoski, ha confermato che l’impegno della casa americana nell’innovazione ha come principale obiettivo quello di portare sul mercato gomme che, oltre ad avere un minore impatto ambientale a livello di processi produttivi e materiali impiegati, godano di prestazioni migliori e di un processo di fabbricazione con minori scarti e, quindi, un minor numero di sostanze inquinanti da smaltire. Zekoski ha inoltre sottolineato che l’interesse di Goodyear per le fonti rinnovabili non si fermerà alla lolla di riso, ma sono già iniziati studi sull’olio derivante dai semi di soia, che potrebbe rappresentare un altro materiale per sostituire le componenti a base petrolifera.

Intanto gli pneumatici con silice da lolla di riso inizieranno ad essere prodotti nello stabilimento di Pulandian, e saranno destinati, per il momento, al solo mercato cinese.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

settembre 29, 2016

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

L’Associazione Italia Solare di Monza vuole proporre al GSE un modello di risoluzione anticipata degli incentivi per impianti fino a 3 kWp, quindi residenziali, così che i proprietari degli impianti possano avere immediata liquidità. In Sicilia, ad esempio, ci sono oggi circa 11.000 impianti fotovoltaici incentivati con i vari “Conto Energia” (dal 1° al 5°) [...]

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende