Home » Comunicati Stampa » “Green fashion”, pareri diversi sulle due sponde dell’Atlantico:

“Green fashion”, pareri diversi sulle due sponde dell’Atlantico

dicembre 29, 2010 Comunicati Stampa

modagreen, courtesy of weheartit.comUna recente ricerca condotta dall’Università Internazionale di Monaco (IUM), dimostra che il “green fashion” piace di più agli americani che agli europei.

La principale differenza é dovuta al fatto che per gli americani il consumatore di moda “verde” è più giovane, di tendenza, disinvolto  e sofisticato che nella percezione degli europei.

Nella ricerca “Green in Fashion”, i ricercatori della IUM misurano l’interesse dei consumatori per la moda ecologica. Più di un centinaio di americani e di europei ha risposto al sondaggio sulle motivazioni di acquisto di abiti e accessori ecologici e sulla percezione del compratore ideale.

I ricercatori hanno scoperto che l’interesse per l’acquisto di prodotti verdi è ancora moderato in Europa e che la maggior parte dei consumatori che scelgono la moda verde lo fa per delle ragioni legate alla protezione dell’ambiente e all’impatto sulla salute e l’etica.

Benché i consumatori europei siano pronti a pagare un surplus per acquistare cibi biologici, non vedono ragione per fare altrettanto con abiti e accessori ecologici” spiega Sandrine Ricard, Vice-Presidente della IUM e co-autore della ricerca. “Occorre informare meglio il consumatore sulla vera natura della moda ecologica, rendere più attraente la comunicazione e conferire più fascino ai prodotti stessi”.

La ricerca mostra, inoltre, che gli americani percepiscono la moda verde in modo più favorevole, in parte perché, spesso,  le marche di abiti ecologici sono lanciate da celebrities, come il marchio Edun, rappresentato da Bono e da sua moglie. Gli americani associano, infatti, la moda verde all’immagine di una donna di circa 20 anni, semplice ma sexy, che sceglie abiti e accessori ecologici.

Dall’altro lato, gli europei intervistati percepiscono i consumatori di moda verde come privi di stile, poco, o non abbastanza glamour. Il consumatore tipico della moda green per gli europei é donna sulla quarantina, in forma, con uno stile di vita salutare, ma non sofisticata. Inoltre, poiché i prodotti ecologici sono più cari in Europa, vengono associati ad uno status sociale e una propensione all’ostentazione.

Il team di ricercatori ha infine concluso che il concetto della moda verde non è ancora chiaro per la maggioranza delle persone che hanno partecipato al sondaggio. I consumatori sembrano confusi rispetto al significato esatto di “green fashion” e dalla mancanza d’informazioni chiare sulle norme sui processi produttivi.

Concludendo, se la moda verde vuole diventare un’alternativa valida per i consumatori europei, deve farsi più attrattiva e fare breccia sulle giovani generazioni.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Cambiano come Montmartre”, artisti del riuso

settembre 15, 2018

“Cambiano come Montmartre”, artisti del riuso

Per il trentunesimo anno consecutivo, domenica 16 settembre torna a Cambiano, in provincia di Torino, la manifestazione “Cambiano come Montmartre“, un evento per stimolare la creatività dei cittadini con una serie di iniziative che quest’anno ruoteranno intorno al tema “Riuso, Riciclo Creativo e Sostenibilità”. Gli artisti, le associazioni del territorio, le scuole e i diversi attori [...]

Repower presenta la nuova barca “full electric” al Salone Nautico di Genova

settembre 4, 2018

Repower presenta la nuova barca “full electric” al Salone Nautico di Genova

Repower presenterà alla 58° edizione del Salone Nautico di Genova, dal 20 al 25 settembre prossimi, la sua nuova creazione, una delle prime barche nate “full electric”, ricaricabile anche attraverso sistemi di ricarica veloce del mondo e-cars. Con RepowerE, evoluzione cabinata della Reboat, una imbarcazione aperta attiva dal 2016 sul Lago di Garda, l’azienda svizzera – [...]

“Urbanpromo Green”: a Venezia la seconda edizione del convegno sull’urbanistica sostenibile

agosto 30, 2018

“Urbanpromo Green”: a Venezia la seconda edizione del convegno sull’urbanistica sostenibile

Due giorni incentrati sulle innovazioni che le politiche di sostenibilità generano nella pianificazione urbanistica e territoriale, nella progettazione urbana e architettonica, nelle tecniche costruttive e nella erogazione dei servizi urbani. Per il secondo anno consecutivo, il 20 e 21 settembre, si terrà a Palazzo Badoer, sede della Scuola di Dottorato dell’Università Iuav di Venezia, Urbanpromo [...]

Il valore dei fiumi: un report del WWF evidenzia i benefici nascosti

agosto 27, 2018

Il valore dei fiumi: un report del WWF evidenzia i benefici nascosti

In un periodo in cui inondazioni e siccità devastano comunità e paesi in tutto il mondo, il nuovo rapporto del WWF internazionale “Valuing Rivers” sottolinea la capacità che hanno i fiumi, quando sono in buono stato di salute, di mitigare i disastri naturali: benefici che potremmo perdere se si continua a sottovalutare e trascurare il vero valore dei [...]

Le considerazioni dei geologi ad un anno dal terremoto: “alla fine la prevenzione rimane una chimera”

agosto 24, 2018

Le considerazioni dei geologi ad un anno dal terremoto: “alla fine la prevenzione rimane una chimera”

Oggi ricorre il secondo anniversario di quel 24 agosto 2016, quando un terribile terremoto colpì un’ampia fascia appenninica dell’Italia centrale portando con sé lutti e distruzione. A due anni di distanza il Consiglio Nazionale dei Geologi ha fatto quindi il punto, ricordando innanzitutto chi non c’è più e a chi ha perduto tutto – dai propri [...]

GSE: premio da 3.000 euro per tesi di laurea sulla bio-economia circolare

agosto 22, 2018

GSE: premio da 3.000 euro per tesi di laurea sulla bio-economia circolare

GSE, il Gestore Servizi Energetici conferma il suo impegno nell’iniziativa “Premi di Laurea” del Comitato Leonardo, giunta quest’anno alla XXI edizione, mettendo in palio una borsa di studio del valore di 3.000 euro per la migliore tesi di laurea in grado di presentare lo “Sviluppo di sistemi energetici in ambito agro-alimentare per promuovere nuovi modelli di bio-economia [...]

“Blue Heart”, il film di Patagonia contro l’idroelettrico selvaggio da oggi in streaming

agosto 21, 2018

“Blue Heart”, il film di Patagonia contro l’idroelettrico selvaggio da oggi in streaming

Il film documentario di Patagonia, “Blue Heart” – disponibile a partire da oggi, 21 agosto 2018, in tutto il mondo, su piattaforme di streaming come iTunes, Amazon Video, Google Play e Sony PlayStation – racconta della lotta per proteggere gli ultimi fiumi incontaminati d’Europa e concentra l’attenzione internazionale sul potenziale disastro ambientale che potrebbe colpire l’Europa [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende