Home » Comunicati Stampa »Prodotti » Piano piano: la lentezza della natura nei gelati di Grom:

Piano piano: la lentezza della natura nei gelati di Grom

maggio 3, 2010 Comunicati Stampa, Prodotti

Courtesy of buttalapasta.itIntervallato da giornate di pioggia e rinfrescate notturne sembra che il caldo stia arrivando e, insieme, la voglia di svestirsi un po’ di più e di cambiare alimentazione, prediligendo cibi freschi e leggeri.

Oggetto del desiderio incontrastato dei prossimi mesi sarà dunque il gelato, alimento sano, completo e veloce da consumare che da qualche anno è ritornato in auge, diventando, qualche volta, il sostituto del pranzo.

Ma quali costi ha per l’ambiente questo (apparentemente innocuo) peccato di gola?

Risorse, provenienza delle materie prime impiegate, milioni di contenitori, cucchiaini e coppette…

Qualcuno se lo è chiesto e si è posto il problema. Tra questi, qualcuno che in soli 5 anni è passato dall’anonimato ad aprire negozi nel centro della Grande Mela, di Parigi, e di Tokyo. Qualcuno che credendo profondamente in un progetto vi ha investito con entusiasmo dando origine a una delle più innovative e interessanti realtà nel campo del gelato made in Italy. Stiamo parlando di Grom.

L’idea dei due giovanissimi imprenditori Guido Martinetti e Federico Grom, nel 2003, è stata quella di applicare, alla produzione del gelato artigianale, un principio comune a tutti i migliori ristoranti del mondo: l’acquisto di materie prime di qualità assoluta. A partire da questo assunto “la ricerca del meglio che il mondo dell’agricoltura può offrire” non si è mai arrestata. Dalle Langhe fino alla Sicilia, al centro America si sono seguiti principi rigorosi: solo frutta fresca e di stagione, proveniente dai migliori consorzi d’Italia e del mondo, nessun utilizzo di coloranti o additivi chimici, acqua di montagna di Lurisia come base per i sorbetti e latte fresco intero di alta qualità per le creme, uova biologiche e selezioni dei migliori cacao e caffè dal centro America.

Ma i due giovani torinesi non si sono fermati qui. In silenzio e “Mura Mura” (che nella lingua del Madagascar significa “piano piano”) nel 2007, su otto ettari di collina, hanno messo a dimora speciali frutteti: in prevalenza pesche, albicocche, pere, fichi, meloni e fragole. Un’azienda agricola battezzata con un nome che rimanda alla lentezza dei tempi della natura e che suggerisce immediatamente l’importanza di una coltivazione biologica per avere frutta genuina di alta qualità per la produzione di gelati.

Come ci ha spiegato Guido Martinetti: “Abbiamo scelto i migliori terreni del Piemonte, quelli solitamente dedicati alla coltura dei vigneti e li coltiviamo seguendo le strette regole dell’agricoltura biologica e biodinamica, senza l’utilizzo di serre e di materiali che non siano completamente biodegradabili, nel rispetto della natura e delle sue regole. Ciò che ci interessa non è fare una frutta bella e appetibile agli occhi, a noi interessa soltanto che sia buona, anzi buonissima, per garantire l’eccellenza del gelato”.

L’impegno tuttavia non si ferma qui, anzi coinvolge la catena di gelaterie Grom dal primo anello della filiera all’ultimo, dal produttore al consumatore. Con il progetto “Grom loves the world”, infatti, nessun particolare viene tralasciato: “abbiamo deciso di eliminare completamente la plastica dai nostri negozi sostituendola con il mater-bi, un materiale riciclabile, compostabile e biodegradabile, che ci permette di diminuire le emissioni di gas serra, ridurre il consumo di energia e risorse non rinnovabili innescando un circolo virtuoso. Cucchiaini e shoppers sono dunque totalmente recuperabili, mentre tovagliolini, coppette, brochure e imballaggi sono in carta certificata da Forest Stewardship Council e per finire nei nostri negozi saranno presenti bidoni per la raccolta differenziata, da un lato coni e cucchiaini destinati al compostaggio, dall’altro coppette e tovagliolini inviati anch’essi alla frazione organica” continua Guido Martinetti.

“Il nostro è un progetto a tutto tondo che vuole realizzare in concreto lo slogan con cui ci promuoviamo: siamo responsabili, adoriamo questo mondo, rispettiamo la natura”.

 Elena Marcon

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

marzo 20, 2017

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua del 22 marzo, InSinkErator, multinazionale americana leader mondiale nel settore dei dissipatori alimentari, presenta sul mercato italiano il nuovo erogatore antispreco 3N1, in grado di far risparmiare una risorsa sempre più preziosa come l’acqua. L’utilizzo casalingo, con cucina e bagno in testa, è infatti tra le principali cause dello spreco di [...]

Verso il Testo Unico sull’Agricoltura Biologica. La soddisfazione di Federbio

marzo 20, 2017

Verso il Testo Unico sull’Agricoltura Biologica. La soddisfazione di Federbio

La Commissione Agricoltura della Camera ha approvato, il 16 marzo, il testo unico sull’agricoltura biologica, da anni atteso dall’intero comparto. Il testo, che sarà trasmesso alle commissioni competenti in sede consultiva per l’espressione del parere di competenza, ha l’obiettivo di mettere ordine e dare valore a un settore in costante crescita e sempre più in [...]

Salva la Goccia! L’iniziativa di Green Cross per la Giornata Mondiale dell’Acqua

marzo 20, 2017

Salva la Goccia! L’iniziativa di Green Cross per la Giornata Mondiale dell’Acqua

“Salva la goccia” 2017 inaugura un nuovo sport: le Olimpiadi della Sostenibilità. Per la Giornata Mondiale dell’Acqua, che si celebra il 22 marzo, la quinta edizione della campagna per il risparmio idrico realizzata da Green Cross Italia chiede a bambini e studenti, insegnanti e cittadini di aderire alla gara anti-spreco. Obiettivo: ridurre i litri che [...]

Remedia chiude la raccolta 2016 di rifiuti elettronici a +68%

marzo 17, 2017

Remedia chiude la raccolta 2016 di rifiuti elettronici a +68%

Remedia, il principale sistema collettivo italiano per la gestione ecosostenibile di tutte le tipologie di RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), pile e accumulatori e impianti fotovoltaici, ha comunicato di aver chiuso i dati 2016 con un grande risultato: una raccolta di oltre 67.000 tonnellate di rifiuti elettronici, con un incremento di più del [...]

Torino firma la “Dichiarazione di Siviglia” sull’economia circolare

marzo 17, 2017

Torino firma la “Dichiarazione di Siviglia” sull’economia circolare

Oltre sessanta amministrazioni locali europee hanno aderito alla Dichiarazione di Siviglia, il documento, presentato mercoledì 15 marzo nella città spagnola, che ha l’obiettivo di promuovere politiche di economia circolare all’interno delle città. La firma è stata apposta durante la conferenza “Jornada de Economía Circular. El compromiso de las ciudades”, promossa dalla Federazione dei Comuni e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende