Home » Comunicati Stampa » A Senigallia il primo ipermercato “verde” delle Marche:

A Senigallia il primo ipermercato “verde” delle Marche

giugno 3, 2010 Comunicati Stampa

Courtesy of IperSimplyE’stato inaugurato pochi giorni fa a Senigallia il primo ipermercato “verde” delle Marche, a insegna IperSimply, concepito nel rispetto dell’ambiente e del sociale, come gli analoghi progetti di Simply in Lombardia e nel Lazio.

Un progetto a elevata sostenibilità, che coniuga diversi aspetti: dal risparmio energetico al riciclo dei materiali e dei rifiuti, dai prodotti ecologici all’impegno concreto verso la comunità locale.

“Accorgimenti e soluzioni innovative, per un punto vendita che non solo risponde alle esigenze dei consumatori ma che è anche rispettoso dell’ambiente e sviluppato secondo i più avanzati standard tecnici. Un approccio innovativo, che associa il rispetto per l’ambiente e l’attenzione al sociale – dichiara Antonello Sinigaglia, Direttore Generale di Sma Spa - e che per la prima volta viene adottato in un punto vendita con una superficie superiore ai 2.500 metri quadrati”.

L’ipermercato di Senigallia si sviluppa infatti su 3.800 mq di superficie, in un’ottica “ecocompatibile a 360 gradi”, al fine di ridurre l’impatto ambientale.

Il nuovo IperSimply presenta infatti accessori d’arredo in materiali riciclati: il nylon di carrelli e cestini della spesa; la plastica dei separatori dei banchi frigoriferi, degli evidenziatori promozionali, dei separatori clienti alla cassa, dei contenitori e dei vassoi della gastronomia; il legno dei pannelli della gastronomia.

Sono solo alcune delle tante novità green, che il nuovo ipermercato offre ai suoi clienti, risultato del recupero di oltre 46.200 bottiglie di plastica trasparente.

Oltre alle attrezzature, il nuovo IperSimply propone una ricca selezione di prodotti ecologici: dallo sfuso di alimentari e detersivi alle produzioni equosolidali e biologiche, dagli articoli a basso consumo energetico a quelli 100% in fibre naturali, dai prodotti a filiera controllata fino ai prodotti a “KM zero”, cioè provenienti dalla provincia di Ancona e quindi a bassissimo impatto ambientale.

Per sensibilizzare i clienti ai temi del riciclo, i comuni sacchetti di plastica saranno affiancati da sacchetti biodegradabili in amido di patate e da borse riutilizzabili.

Al box informazioni sarà inoltre allestito un corner per la raccolta di pile usate, mentre presso la Parafarmacia si raccoglieranno i medicinali scaduti.

Da giugno, in collaborazione con il Consorzio CIR33, sarà anche predisposto un contenitore nel parcheggio, per consentire alle famiglie un corretto smaltimento degli oli vegetali esausti.

Impegno non solo nel riciclo, ma anche nel risparmio energetico. I numerosi interventi tecnici realizzati all’interno dell’ipermercato IperSimply hanno l’obiettivo di ridurre al minimo i consumi e permettono di risparmiare energia sfruttando al meglio il valore energetico prodotto: recuperatori di calore dalla centrale frigorifera per il riscaldamento dell’acqua dei bagni; riduttori di flusso luminoso per ottimizzare la luce artificiale; illuminazione con tecnologia elettronica a LED che dimezza i consumi producendo maggiore luminosità; banchi surgelati coperti con vetri a scorrimento per ridurre la dispersione del freddo; valvole elettroniche sui circuiti frigoriferi per controllare e ottimizzare la temperatura dei banchi e delle celle; inverter sui compressori per regolare e ottimizzare la velocità di rotazione; banchi frigoriferi con ventilatori elettronici per una maggiore efficienza; doppio velo d’aria sui banchi frigoriferi murali per ridurre la dispersione del freddo; eliminazione dell’illuminazione sui ripiani frigoriferi dei reparti salumi-formaggi e ittico per diminuire l’energia consumata.

Grazie a queste soluzioni innovative si prevede un risparmio energetico di 550.000 kWh all’anno, pari al 24% circa dei consumi dell’ipermercato. Inoltre, attraverso gli interventi tecnici e, da agosto, l’utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili per coprire il fabbisogno del punto vendita, si eviterà l’emissione di oltre 1.240.000 kg di CO2 all’anno.

 

Il nuovo IperSimply ha anche attivato una partnership con Legambiente, per il recupero naturalistico di un’area in prossimità dell’ipermercato (in collaborazione con il Comune di Senigallia) e per la creazione di un corner all’interno della galleria, che funga da sportello informativo sul risparmio energetico per i clienti e da laboratorio di didattica ambientale per i ragazzi.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

aprile 21, 2017

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

Salvatore Ferragamo e Orange Fiber, l’azienda che produce innovativi tessuti eco-sostenibili, lanceranno il 22 aprile la prima collezione moda realizzata con tessuti ottenuti dai sottoprodotti della spremitura delle arance. Una data scelta appositamente per la coincidenza con la Giornata della Terra, che ricorda a tutti la necessità della tutela dell’ambiente e della ricerca di fonti [...]

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

aprile 21, 2017

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

Il laboratorio urbano di Veglie, in provincia di Lecce, diventa un cantiere aperto per la trasformazione di rifiuti in nuovi oggetti con BEA – Bottega dell’EcoArredo, il laboratorio partecipato di design ecologico. Creatività, upcycling e life-coaching per un progetto promosso da CulturAmbiente onlus insieme a Urban Lab e Laboratorio Linfa nell’ambito dell’avviso pubblico della Regione Puglia [...]

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

aprile 21, 2017

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

“Futuro al lavoro”: è questo in duplice accezione, il tema scelto per la XII edizione della Fiera4passi, organizzata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo di Treviso (prima organizzazione di commercio equo e solidale in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia) al Parco Sant’Artemio di Treviso – sede della Provincia – [...]

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

aprile 20, 2017

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

  I viaggiatori italiani sembrano sempre più attenti all’impatto ambientale delle strutture in cui soggiornano e dei tour e attrazioni che prenotano durante il loro viaggio. È quanto emerge da un’indagine condotta da TripAdvisor, il sito per la pianificazione e prenotazione dei viaggi, su oltre 1.800 viaggiatori italiani in occasione dell’Earth Day del 22 aprile, la [...]

Buone pratiche italiane: Acea Pinerolese indicata come modello dal Ministero tedesco dell’Energia

aprile 19, 2017

Buone pratiche italiane: Acea Pinerolese indicata come modello dal Ministero tedesco dell’Energia

Il Ministero dell’Economia e dell’Energia della Germania ha scelto l’italiana Acea Pinerolese con il suo Polo ecologico di trattamento del rifiuto organico da raccolta differenziata come modello di best practice tra i progetti di energie rinnovabili di tutto l’Arco Alpino. Il rapporto analizza tutte le realtà dei Paesi che si affacciano sull’arco alpino che hanno [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende