Home » Comunicati Stampa » HP lancia una nuova campagna per migliorare l’ambiente:

HP lancia una nuova campagna per migliorare l’ambiente

ottobre 21, 2009 Comunicati Stampa

HPL’iniziativa Power To Change è volta a far comprendere agli utenti l’utilità di spegnere i PC inattivi

HP ha presentato Power To Change, una campagna finalizzata a incoraggiare gli utenti di personal computer a cambiare le proprie abitudini a vantaggio dell’ambiente.

Attraverso l’iniziativa, che fa parte del programma HP Eco Solutions, gli utenti vengono invitati a scaricare una nuova applicazione widget che registra quanta energia si risparmia spegnendo i PC quando non sono in uso.

Compatibile con tutte le piattaforme PC, il widget Power To Change può essere scaricato da privati e aziende in tutti i paesi del mondo e consente ad HP di osservare ed analizzare il risparmio energetico generato dal cambiamento delle abitudini dei singoli individui e degli utenti globali.

“La campagna Power to Change si inserisce nella filosofia di HP che considera il costante impegno nel sociale come una componente della leadership nel settore”, ha affermato Alessandra Brambilla, Vice President e General Manager, HP Personal Systems Group. “Con Power To Change, privati e aziende possono fare un piccolo gesto che avrà conseguenze potenzialmente enormi per risolvere i problemi di sostenibilità ambientale di oggi”.

Secondo le stime HP, se solo 100.000 utenti spegnessero i computer dell’ufficio alla fine della giornata, si potrebbero risparmiare oltre 2.680 chilowattore(1) di elettricità e si eviterebbero complessivamente oltre 1.500 chilogrammi di emissioni di CO2 al giorno.(2) Tale riduzione equivarrebbe a togliere dalla strada 105 automobili al giorno.

L’iniziativa Power To Change sarà lanciata nelle tre aree geografiche in cui HP è presente (Asia Pacifico e Giappone; Europa, Medio Oriente e Africa; America) e sarà disponibile in cinque lingue: Cinese, Inglese, Giapponese, Portoghese e Spagnolo.


HP e l’efficienza energica

HP offre un vasto portfolio di PC caratterizzati da efficienza energetica per il mercato consumer e aziendale: dai thin client e notebook per l’utilizzo aziendale, agli innovativi PC con comandi tattili, fino ai potenti desktop PC.

La società ha già superato l’obiettivo stabilito nel gennaio 2008 di ridurre del 25% il consumo energetico dei suoi desktop e notebook entro il 2010, con un anno e mezzo di anticipo rispetto alle previsioni. HP ha inoltre fissato un nuovo traguardo: risparmiare 1 miliardo di chilowattore di elettricità entro il 2011(3) ricorrendo a varie strategie di design dei prodotti finalizzate a ridurre i consumi energetici dei suoi PC. Con l’energia che HP prevede di risparmiare si potrebbero rifornire di elettricità per un anno ben 90.000 abitazioni.(4)

HP propone inoltre ai clienti la più completa gamma di soluzioni a risparmio energetico per il settore della stampa.(5) Nel 2008, la società messo sul mercato oltre 25 milioni di stampanti certificate ENERGY STAR, un volume superiore a quello di qualunque altro produttore. Inoltre, tutte le nuove linee 2009 di stampanti HP LaserJet e inkjet proporranno modelli classificati ENERGY STAR.(6) Infine, nonostante siano passati solo sei mesi, HP ha già raggiunto all’80% l’obiettivo 2008 per i suoi prodotti di stampa che stabiliva un miglioramento dell’efficienza del 40% entro il 2011.

(1) Le stime sui risparmi di energia si basano sullo studio comparativo condotto da Lawrence Berkeley National Laboratories nel 2004 e da UK Energy Saving Trust nel 2007.
(2) Equiparazione determinata sulla base dei calcoli EPA.
(3) Sulla base delle misurazioni sul consumo di energia totale di un prodotto PC effettuate da U.S. EPA ENERGY STAR.
(4) Sulla base dei dati di U.S. Dept. of Energy che dichiarano un consumo medio per abitazione di 11.000 kWh all’anno.
(5) Sulla base di analisi interne HP. Analisi della gamma di stampanti HP rispetto alla concorrenza relativamente a sei fattori ambientale fondamentali per 29 attributi.
(6) In base ai dati IDC CY2008 WW Printer Hardware Market Share Reports. Confronto fra volumi totali consegnati dalla concorrenza e volumi di HP ENERGY STAR consegnati.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

febbraio 17, 2017

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

Prende il via la quarta edizione del bando “culturability” promosso dalla Fondazione Unipolis: 400 mila euro per  progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale che rigenerino e diano nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione. Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità, occupazione giovanile: questi gli ingredienti richiesti [...]

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

febbraio 16, 2017

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

24  nuove stazioni, tutte  attivate  (l’ultima  in  ordine  cronologico  quella di  Piazza  dei Cavalieri) e per  altre  10 c’è  la  domanda  di  finanziamento al Ministero  dell’Ambiente. Con 5.300  abbonamenti, 170 bici (di cui 30 nuove) e 1.000 viaggi al giorno, Pisa si conferma, tra le città italiane di medie dimensioni, una buona pratica per il bike [...]

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

febbraio 15, 2017

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

Con 408 voti a favore e 254 contrari, il Parlamento Europeo apre le porte al CETA l’accordo economico e commerciale globale tra l’UE e il Canada: «Ancora una volta siamo di fronte a un trattato che intende affermare gli interessi della grande industria, a scapito sia dei cittadini che dei produttori di piccola scala. Ciò [...]

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

febbraio 14, 2017

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

Fiper, la Federazione dei Produttori da Energia Rinnovabile, ha presentato ai propri associati la ricerca “Analisi sul mercato dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE)” allo scopo di fare chiarezza sull’andamento a dir poco anomalo sul mercato dell’energia proprio dei TEE.  Nel corso del 2016, infatti, si sono registrati scambi a prezzi particolarmente alti rispetto alla [...]

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

febbraio 14, 2017

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

Il Comitato Ecolabel Ecoaudit e l’ISPRA, in concomitanza con l’assegnazione dell’EMAS Award 2017 indetto dalla Commissione Europea, intendono dare riconoscimento e visibilità alle organizzazioni registrate EMAS premiando quelle che hanno meglio interpretato ed applicato i principi ispiratori dello schema europeo e, soprattutto, raggiunto i migliori risultati nella comunicazione con le parti interessate. Con questo riconoscimento [...]

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

febbraio 14, 2017

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

E’ allarme rosso per la vaquita, la più piccola focena del mondo. L’SOS arriva dal Comitato Internazionale per il Recupero della Vaquita (che fa capo allo IUCN), secondo il quale ne resterebbero appena 30 individui in natura, visto che la già risicatissima popolazione stimata lo scorso anno è ormai dimezzata. Endemica del Nord del Golfo della [...]

Verso il SUV “ecologico”? Ford punta ai Millenials e annuncia il primo modello 100% elettrico entro il 2020

febbraio 13, 2017

Verso il SUV “ecologico”? Ford punta ai Millenials e annuncia il primo modello 100% elettrico entro il 2020

Motivata da una forte coscienza sociale, predisposta a esperienze di possesso on demand, e con una grande apertura alla condivisione di beni e servizi propria della sharing economy, la generazione dei Millennials (i nati tra il 1980 e il 2000) sta cambiando il modo con cui le aziende – tra cui i costruttori di automobili [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende